APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Mario Monti e la telefonata di George Soros

di Paolo Borgognone

Ieri sera a “Otto e Mezzo” Mario Monti ha rivelato di aver ricevuto, nel 2011, quand’era già premier di fiducia della Ue e dei “mercati”, una telefonata da George Soros in cui il noto magnate internazionale di ogni speculazione, politica e finanziaria, lo invitava a “chiedere l’aiuto del FMI” per l’allora dossier italiano.

Ciò significa che Soros invitò Monti a chiamare in Italia la Troika. Questo significa che Salvini HA PERFETTAMENTE RAGIONE quando afferma che, sopra le nostre teste, qualcuno, ovvero Soros e compagnia cantante, cospira per papparsi la ricchezza del nostro Paese, a basso costo e a largo profitto peraltro… Soros, nel 2011, chiese a Monti di avviare un processo di ricolonizzazione dell’economia italiana da parte del FMI! Monti, che voleva, con la sua rivelazione, contraddire Salvini e le politiche euroscettiche dell’attuale governo, in realtà ha involontariamente confermato la giustezza delle preoccupazioni di fondo che muovono Salvini, Di Maio e Savona nella loro sfida a determinati poteri forti eurocratici.

Monti, infine, ha più volte ripetuto di essere del tutto contrario all’attuale governo che reputa troppo vicino a Trump e Putin e ha affermato di preferire la Ue, ovvero il regno del liberalismo totalitario e del caos mercatista indiscriminato, rispetto all’alternativa populista, per molti aspetti assai più democratica di ogni opzione liberale possibile e immaginabile, rappresentata da Trump e Putin.

Cari lettori di questa pagina, dopo le parole pronunciate stasera da Monti a “Otto e Mezzo”, è sempre più chiaro da che parte deve stare chi ha veramente a cuore le sorti della sovranità e della libertà della nazione nei confronti di speculatori e sepolcri imbiancati di ritorno: dalla parte del governo “giallo-verde” e, soprattutto, in politica estera, dalla parte di Putin e dell’alternativa eurasiatica!

Fonte: Paolo Borgognone

*

code

  1. Manente 1 settimana fa

    Con le sue affermazioni su Soros, “mortimer” Monti ha dato prova, oltre che della sua comprovata incompetenza criminale in fatto di economia, anche della imbecillità del “finto tonto” che pensa di poter far passare per semplici “consultazioni fra esperti” (sic…), i rapporti di interessenza esistenti tra lui ed uno dei massimi criminali che tramano a danno delle Nazioni ! Una “ammissione di colpevolezza” che in un qualunque Tribunale varrebbe al “Loden” una pesantissima condanna per altro tradimento !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Monk 1 settimana fa

      Ma così non è, egregio, e la colpa è del nostro immobilismo perchè possiamo contarcela in eterno la favoletta delle elezioni politiche che danno la possibilità alle masse di scegliere rappresentanti con gli attributi per cambiare le cose e non è così, le urne sono la più grande presa in giro delle democrazie per illudere al popolo di avere potere decisionale. La colpa è nostra per un semplice motivo: di fronte a questo scempio dovremmo ribaltarli con le cattive, ma è utopia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Monk 1 settimana fa

        ‘Per illudere il popolo’, errore di battitura, qui non si può correggere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fabio Franceschini 1 settimana fa

      Concordo!in altri tempi uno come monti penzolerebbe da una forca.quest’uomo è solo un traditore e più prova a darci “la sua versione”più è evidente.purtroppo non salirà mai sul patibolo e nemmeno subirà l’onta del carcere che per lo meno la storia lo conosca per quello che è:un miserabile traditore!o

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fuoco vivo 1 settimana fa

    Dalla parte di chi stare…

    Perchè, ci sono alternative?
    Comunque io non starò mai dalla parte di fra massone Beppe, purtroppo c’è e va sopportato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo 1 settimana fa

    Potrebbe essere lo scorso anno, ad una trasmissione, Monti dichiarò a proposito dell’IMU, tassa pensata
    per creare mobilità nel mercato immobiliare.
    Fai salire l’asta degli oneri fiscali sugli immobili ? avrai proprietari costretti a svendere.
    Aumenti le tasse sul lavoro ? farai lavorare altre nazioni a minor costo.
    Aumenti le tasse sulle imprese ? chiuderanno o si trasferiranno.
    Vuoi prosciugare i conti delle famiglie italiane ? aumenta le bollette, la benzina, vieta la circolazione di mezzi
    arbitrariamente definiti inquinanti.
    Abbassi i parametri fisiologici ? avrai un incremento di nuovi malati.
    Concedi prestiti a basso tasso ? avrai il controllo sulle nazioni.
    La formula è semplice, legale, efficace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio Franceschini 1 settimana fa

      Sacrosanto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. amadeus 1 settimana fa

    Che poteri forti stranieri cerchino di fotterci in ogni modo, lo reputo normale, non fanno altro che fare il loro mestiere di sciacalli vestiti da pecore o “alleati”, ma quello che mi fa schifo e mi fa salire il sangue alla testa e che italiani (si fa per dire) come noi in cambio di vile danaro, collaborino efficientemente al loro progetto tradendo la Nazione e il popolo a cui appartengono, questi comportamenti sono da Corte Marziale, mi meraviglio che pur cambiando Governo, ancora non si sia preso alcun provvedimento efficace come anno fatto altre Nazioni, contro il “signor Soros” che in varie occasioni ha già mandato a segno colpi contro la nostra Nazione e continua a farlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Manente 1 settimana fa

    @Monk –
    Il torto, se così si può chiamare, degli italiani è quello di non aver compreso in tempo che i veri nemici dell’Italia non erano
    Moro, Craxi e quanti altri politici e servitori dello Stato negli anni della prima repubblica sono stati assassinati od eliminati
    per via giudiziaria in quanto espressione della Sovranità di una Italia che era diventata la quinta potenza industriale al mondo,
    quanto il Pci, i Radicali e quanti altri a libro paga di Goldman Sachs e JPMorgan avevano dichiarato guerra all’Italia !
    Un sodalizio criminale che per abbattere la prima repubblica non esitò a far ricorso alle bombe sui treni e nelle banche, con il
    terrorismo brigatista che, in combutta con la cia-mossad, mise in atto il sequestro e l’assassinio dell’on. Moro e della sua
    scorta, per giungere infine al colpo di stato per via giudiziaria, definito oscenamente “mani pulite” (sic…).
    Dopo oltre un venticinquennio di dittatura della “sinistra mondialista” uscita indenne da mani pulite, il voto degli italiani ha
    finalmente annientato l’entità pidiota al servizio di Soros e con essa anche la “seconda repubblica”, fatto che dimostra che il
    potere, democratico o dittatoriale che sia, si regge sul consenso del popolo che lo rende legittimo ed in mancanza di un tale
    consenso, qualunque forma di governo è destinata alla distruzione !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace