Macron accusa la Turchia di trasferire mercenari siriani in Libia

BEIRUT, LIBANO (17:15) – Il presidente francese Emmanuel Macron ha accusato la Turchia di aver violato gli impegni assunti durante la conferenza di Berlino del 19 gennaio per risolvere la crisi libica, rilevando che la Francia aveva monitorato nei giorni scorsi navi che trasportavano mercenari siriani verso Libia.

Macron ha dichiarato, durante una conferenza stampa con il Primo Ministro greco Kyriakos Mitsotakis a Parigi oggi, che “la Turchia ha violato gli impegni presi durante la conferenza di Berlino”, aggiungendo: “Negli ultimi giorni, abbiamo rilevato navi turche che trasportavano mercenari siriani che sono arrivati ​​in Libia “.

Ha continuato: “La Francia sostiene la Grecia e Cipro nella loro sovranità sui loro confini e sul mare e condanna il nuovo accordo tra la Turchia e il governo libico”.

È degno di nota il fatto che il presidente francese Emmanuel Macron abbia espresso grande preoccupazione per l’arrivo delle forze siriane e straniere in Libia e ha chiesto che questo finisca immediatamente.

Il 19 gennaio, i leader dei paesi partecipanti alla conferenza di Berlino sulla crisi libica si sono impegnati a rispettare l’embargo sulle armi imposto dalle Nazioni Unite nel 2011 e a fermare qualsiasi interferenza esterna nel conflitto che esiste nel paese da anni.

I paesi partecipanti a questa conferenza – Stati Uniti, Russia, Francia, Gran Bretagna, Cina, Germania, Turchia, Italia, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Algeria e Congo – hanno convenuto che non ci sarebbe stata una “soluzione militare” al conflitto che sta facendo a pezzi la Libia. I partecipanti hanno anche chiesto un cessate il fuoco permanente ed efficace.

Mercenari turchi in Libia in arrivo dalla Siria

Hanno partecipato quattro organizzazioni internazionali e regionali, vale a dire le Nazioni Unite, l’Unione Europea, l’Unione Africana e la Lega Araba.

Nota: Per Macron i terroristi stanno bene in Siria quando operano per abbattere il regime di Bashar al-Assad e la Francia notoriamente li sostiene. Gli stessi terroristi non sono benvenuti invece in Libia quando rischiano di interferire con gli interessi della Francia in quel paese.

6 Commenti

  • nnicholas
    29 Gennaio 2020

    Se ne accorto adesso??? Un tipo sveglio Macron. Complimenti

  • michele
    29 Gennaio 2020

    ma credi davvero sia uno stupido????credi a quello che ci raccontano?
    noi non sappiamo nulla di certo,non abbiamo alcun modo di verificare nulla.

    • atlas
      30 Gennaio 2020

      però ci possiamo informare. Per questo siamo quì

      perchè sei quì

  • giuseppe
    29 Gennaio 2020

    Che la Francia non gli stia simpatico ato il regime di Assad è cosa ben nota ma che addirittura sostenga le gang juadiste è una tesi che non sta molto in piedi visto che in Europa è la nazione che negli ultimi anni ha subito molti terribili attentati. Sta semplicemente denunciando le vistose ridicolezze e penosita della fantomatica conferenza di Berlino.. Se poi anche altri si svegliao compresa la nostra bella addormentata Italia sarebbe già un primo passo.

  • atlas
    30 Gennaio 2020

    perchè la Tunisia non è stata presente a Berlino ? Perchè tutti sanno che ha un presidente, molto ambiguo, da soli 3 mesi e da altrettanti è ancora senza governo.

    Perchè ha la società fratturata e, a parte i fratelli salafiti di merdogan tunisini, solo il 16%, il resto non approverebbe mai e non approva l’ingerenza di merdogan in Libia ai propri confini. Lo sanno i tunisini, lo sanno i buffoni dell’ue che tramano nell’unica vera democrazia araba, infatti è un casino a cielo aperto, che farsa

Inserisci un Commento

*

code