L’Ungheria ha affermato che esiste una lobby in Europa per i vaccini prodotti al di fuori dell’UE


La leadership del paese agirà nell’interesse dei suoi cittadini nonostante le pressioni, ha affermato Peter Sijärto, ministro degli Affari esteri e delle relazioni economiche estere dell’Ungheria.
Peter Sijärto, ministro degli Affari esteri e delle relazioni economiche estere dell’Ungheria, ha affermato che esiste una “forte lobby” in Europa contro i vaccini prodotti al di fuori dell’Unione europea (UE).

“C’è una forte lobby contro i vaccini che provengono dall’esterno dell’Unione Europea. Ma questa è la vita, ci siamo già abituati ”, ha detto venerdì in un’intervista a Russia-24.
Alla domanda se fosse sotto la pressione politica dell’Unione europea affinché l’Ungheria abbandonasse il vaccino russo Sputnik V, Sijärto ha detto che la leadership del paese agirà nell’interesse dei suoi cittadini nonostante le pressioni.
“Abbiamo dimostrato molte volte che nessuna lobby può farci non mettere al primo posto gli interessi degli ungheresi”, – ha detto. – “Il nostro approccio è molto semplice: se il vaccino si dimostra sicuro, ne consentiremo l’uso e la vaccinazione in Ungheria sarà volontaria e gratuita”.

Vaccino russo Sputnik V-

L’Ungheria è stato il primo paese dell’Unione europea a esprimere interesse a ricevere il vaccino russo Sputnik V. L’efficienza del vaccino russo da fornire all’Ungheria è superiore al 92%.

Mikhail Murashko, Capo del Ministero della Salute russo, ha accolto con favore l’imminente arrivo la prossima settimana di medici ungheresi nei laboratori russi che familiarizzeranno con il vaccino Sputnik V in dettaglio. Il processo di sperimentazione clinica e di laboratorio, come ha osservato Murashko, richiede del tempo. Solo dopo il suo completamento può iniziare la produzione in serie del vaccino e quindi il processo della sua distribuzione in Ungheria e negli altri paesi.

Ministro Esteri Ungheria, Peter Sijärto,

Nota: «Il vaccino Sputnik V risulta basato su una piattaforma vettoriale adenovirale umana, sperimentata in modo efficace che si è dimostrata sicura ed affidabile, senza effetti collaterali a lungo termine, in più di 250 studi clinici condotti a livello globale negli ultimi due decenni. In pratica un vaccino composto da una struttura tradizionale, al contrario dei vaccini prodotti in Europa e negli USA che sono con caratteristica genetica”.
I vaccini anti Covid sviluppati dalle aziende come Pfizer, BioNTe, la tedesca Curevac e l’americana Moderna, sono caratterizzati dall’utilizzare la sequenza del materiale genetico del nuovo coronavirus, ossia l’acido ribonucleico (Rna), il messaggero molecolare che contiene le istruzioni per costruire le proteine del virus.
L’Ungheria sta facendo la sua scelta per il vaccino russo ritenuto più efficace e sicuro.

Fonte: News Front.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM