L’Ungheria ha affermato che esiste una lobby in Europa per i vaccini prodotti al di fuori dell’UE


La leadership del paese agirà nell’interesse dei suoi cittadini nonostante le pressioni, ha affermato Peter Sijärto, ministro degli Affari esteri e delle relazioni economiche estere dell’Ungheria.
Peter Sijärto, ministro degli Affari esteri e delle relazioni economiche estere dell’Ungheria, ha affermato che esiste una “forte lobby” in Europa contro i vaccini prodotti al di fuori dell’Unione europea (UE).

“C’è una forte lobby contro i vaccini che provengono dall’esterno dell’Unione Europea. Ma questa è la vita, ci siamo già abituati ”, ha detto venerdì in un’intervista a Russia-24.
Alla domanda se fosse sotto la pressione politica dell’Unione europea affinché l’Ungheria abbandonasse il vaccino russo Sputnik V, Sijärto ha detto che la leadership del paese agirà nell’interesse dei suoi cittadini nonostante le pressioni.
“Abbiamo dimostrato molte volte che nessuna lobby può farci non mettere al primo posto gli interessi degli ungheresi”, – ha detto. – “Il nostro approccio è molto semplice: se il vaccino si dimostra sicuro, ne consentiremo l’uso e la vaccinazione in Ungheria sarà volontaria e gratuita”.

Vaccino russo Sputnik V-

L’Ungheria è stato il primo paese dell’Unione europea a esprimere interesse a ricevere il vaccino russo Sputnik V. L’efficienza del vaccino russo da fornire all’Ungheria è superiore al 92%.

Mikhail Murashko, Capo del Ministero della Salute russo, ha accolto con favore l’imminente arrivo la prossima settimana di medici ungheresi nei laboratori russi che familiarizzeranno con il vaccino Sputnik V in dettaglio. Il processo di sperimentazione clinica e di laboratorio, come ha osservato Murashko, richiede del tempo. Solo dopo il suo completamento può iniziare la produzione in serie del vaccino e quindi il processo della sua distribuzione in Ungheria e negli altri paesi.

Ministro Esteri Ungheria, Peter Sijärto,

Nota: «Il vaccino Sputnik V risulta basato su una piattaforma vettoriale adenovirale umana, sperimentata in modo efficace che si è dimostrata sicura ed affidabile, senza effetti collaterali a lungo termine, in più di 250 studi clinici condotti a livello globale negli ultimi due decenni. In pratica un vaccino composto da una struttura tradizionale, al contrario dei vaccini prodotti in Europa e negli USA che sono con caratteristica genetica”.
I vaccini anti Covid sviluppati dalle aziende come Pfizer, BioNTe, la tedesca Curevac e l’americana Moderna, sono caratterizzati dall’utilizzare la sequenza del materiale genetico del nuovo coronavirus, ossia l’acido ribonucleico (Rna), il messaggero molecolare che contiene le istruzioni per costruire le proteine del virus.
L’Ungheria sta facendo la sua scelta per il vaccino russo ritenuto più efficace e sicuro.

Fonte: News Front.ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

10 Commenti
  • Sandro
    Inserito alle 20:18h, 29 Novembre Rispondi

    Non sono a favore dei vaccini ma se, come pian piano sta emergendo, questo virus è stato creato da una manipolazione, può essere sconfitto solo da un vaccino manipolato come quello della pfizer. Il vaccino sputink v basato su una piattaforma vettoriale adenovirale umana, dunque su di un processo naturale, non si combinerebbe con qualcosa di alieno. Questo è un ragionamento che si basa sulla logica non sulla conoscenza scientifica.

    • Antonio
      Inserito alle 21:01h, 29 Novembre Rispondi

      Se sei un biologo, uno del campo, la tua opinione ha un suo peso… ma se mi aprli di mera logica, come può essere anche la mia a confronto della tua, io direi che è meglio lasciare la logica, per non finire come don Ferrante… Se vaccino ha da farsi, io non prenoto per essere il primo… preferisco essre buon ultimo! Questa è la mia logica!

      • Sandro
        Inserito alle 12:39h, 30 Novembre Rispondi

        Si, è regionavole quello che dici, ma quando si interferisce sul genoma, si scimmiotta Dio, li effetti a lunga scadenza non si conoscono e possono essere gravi e non curabuli. Questo non lo dico io.

    • rossi
      Inserito alle 21:29h, 29 Novembre Rispondi

      quello che hai affermato è privo di ogni consistenza scientifica al riguardo……. prima di scrivere stupidaggini INFORMATI, LEGGI, STUDIA! Il discorso da fare è quale tra questi vaccini sarà il più sicuro e il più possibile scevro da effetti collaterali….. Be tutti i medici di biologia molecolare ti risponderebbero che molto probabilmente il vaccino Russo sputink v basato su una piattaforma vettoriale adenovirale umana e veicolante l’antigene contro il quale il sistema immunitario reagirà producendo anticorpi è il più sicuro in quanto non interferisce con il genoma dell’ospite oltre a non presentare componenti di scimmie…. poi ovvio che qualunque vaccino è passibile di malattie iatrogene ed è per questo che le autorità Russe fin dall’inizio hanno detto all’unisono che il vaccino non sarà assolutamente obbligatorio……. non ti suona male che in occidente tanti prezzolati di bigpharma spingono per l’obbligatorietà? Non è per caso che vogliano forzare una sperimentazione forzata? Mascherandola addirittura da atto compassionevole…. ma che figli di buona donna…..

      • Sandro
        Inserito alle 12:23h, 30 Novembre Rispondi

        Non mi sembra il caso di alterarsi tanto. Ho anticipato che sono un incompetente e quando la conoscenza non ti supporta occorre usare la logica. La logica, tra l’altro, mi suggerisce di non vaccinarsi se chi ti obbliga non è disposto a risarcirti in caso di danni derivanti dal farmaco.

        La logica mi induce, altresì, di usare ai primi sintomi di malessere causato dal covid la clorochina, indipendentemente dalla prescrizione medica, dal momento che nel caso dovesse essere prescritta dal sanitario, il medesimo deve far firmare al paziente il consenso informato per liberarlo da responsabilità derivanti da effetti collaterali gravi – presunti – derivanti da un farmaco sperimentatissimo già dal lontano 1944 e largamente usato all’occorrenza per altre malattie.

        Quanto detto, dovrebbe far sorgere a chiunque forti dubbi sia sulla natura della patologia in questione che sulla conduzione al contrasto della medesima indicato dalle “linee guida” del governo.

        Chiunque sa, infatti, che la prescrizione medica è solo una proposta avanzata dal sanitario che non si assume, per questo, alcuna responsabilità in merito ad eventuali danni che la cura consigliata può arrecare al paziente. Dunque, tale procedura pretesa per la prescrizione della sola clorochina che, da che risulta, assunta ai primi sintomi ha salvato dalla ospedalizzazione e dai risvolti talvolta nefasti, non poche persone affette da covid , mi suggerisce qualcosa di inquietante.

        p.s. Si pretenderebbe la stessa metodica per la prescrizione della melatonina (3/5mg in galenico) che in tali dosaggi, vietati e dunque non reperibili in farmacia, aumenterebbe le difese immunitarie insieme al lisozima* – antibatterico e antivirale dalla tossicità nulla – che in piena pandemia nel marzo u.s. risultò introvabile.

        *principio attivo naturale libero da brevetto la cui produzione, però, è ad appannaggio di una sola casa farmaceutica e di cui non è previsto il generico.

        • Sandro
          Inserito alle 18:48h, 30 Novembre Rispondi

          Proprio oggi ho avuto la conferma SECONDO LA MIA ESPERIENZA ED INTERPRETAZIONE che la clorochina è efficace se assunta ai primi sintomi.

          La conferma mi è stata data da una notizia radiofonica che metteva in guardia dagli effetti devastanti di questo medicinale che può portare danni psichiatrici letali fino al suicidio.

          Altra conferma all’efficacia è data dalla ferma richiesta da parte dei farmacisti della presentazione di ricetta medica – nonché alla presunta difficoltà alla reperibilità* – cosa, secondo mia esperienza, mai avvenuta per qualsiasi altro medicinale con esclusione di quelli occorrenti ricette non ripetibili. Dunque, tanto terrore dovrà pur servire a qualcosa. Che ne dite?

          *ecco che si ripete puntualmente ciò che già è avvenuto per il lisozima.

  • rossi
    Inserito alle 21:58h, 29 Novembre Rispondi

    leggiti per lo meno questo articolo: I nuovi vaccini- il cavallo di Troia zoppicante delle nanotecnologie – https://comedonchisciotte.org/articolo-di-zory-petsova-prenotazione/
    molto interessante ma forse un po’ troppo specifico per te: DR. SHIVA AYYADURAI: IL SEGRETO DELLE DIFESE IMMUNITARIE E DEL CONTRASTO AI VIRUS https://www.youtube.com/watch?v=-CvT9474e5o&feature=youtu.be DOTT.SSA CARRIE MADEJ SCOPPIA A PIANGERE RACCONTANDO COME MODIFICHERANNO RNA, DNA CON I VACCINI!! https://www.youtube.com/watch?v=-z-AHlHHVL8&feature=youtu.be AVVISO URGENTE: il vaccino del Coronavirus modifica il DNA! https://www.youtube.com/watch?v=zoqzFVLcEY4

  • Mardunolbo
    Inserito alle 03:14h, 30 Novembre Rispondi

    Ah,ah,a ! Vaccinatevi pure ed andate al vaccino con la mascherina incollata al naso per non sentire l’odore di morte che vi ino-culeranno !

  • Teoclimeno
    Inserito alle 07:08h, 30 Novembre Rispondi

    Il Ministro degli Esteri ungherese non ha capito che la “Lobby” è una sola: quella politica, che gestisce a cascata tutti i fornitori, compresi quelli dei vaccini.

  • atlas
    Inserito alle 06:57h, 02 Dicembre Rispondi

    anche questa redazione ha le idee confuse sul significato del termine ‘democrazia’

    insomma in giro si vedono solo giuli …

Inserisci un Commento