L’Ungheria annuncia che inizierà ad importare il vaccino russo contro il Covid a partire da Dicembre

Nonostante il veto posto dall’Europa, l’Ungheria inizierà ad importare piccole quantità di vaccino russo contro il Covid a partire da dicembre per le prove finali e per la concessione della licenza, come ha informato questo giovedì il ministro degli esteri, Peter Szijjarto, attraverso un post sulla sua pagina Facebook.
La Russia inizierà a fornire piccoli lotti di vaccino per completare le prove cliniche e studiare il vaccino qui, così come per completare la concessione della licenza, ha segnalato il ministro.
Secondo Szijjarto, Budapest inizierà gli acquisti di vaccino a partire da Gennaio 2021. Inoltre l’impresa ha l’intenzione di iniziare a produrre in loco tale vaccino russo assieme a quello contro l’influenza.
Le dichiarazioni sono state rilasciate nonostante che lo scorso venerdì Bruxelles dichiarava che gli stati membri della UE potranno utilizzare soltanto i vaccini contro il Covid che sono stati approvati dalla UE.

Il portavoce della UE, Eric Mamer, ha dichiarato che qualsiasi vaccino deve essere conforme agli standard della UE per questi prodotti secondo i procedimenti approvati dalla Commissione UE. Stiamo acquistando in anticipo vaccini da produttori che fabbricano vaccini in Europa e non abbiamo accordi di acquisto con imprese russi o cinesi. Tutti i paesi membri hanno aderito a questa procedura, ha detto Mamer.


Il vaccino russo Sputnik V è stato sviluppato dal Gamaleya National Research Center for Epidemiology and Microbiology, Mosca. Il farmaco si basa su una tecnologia adenovirus umano a due vettori. Ha superato gli studi clinici tra giugno e luglio ed è stato registrato in Russia l’11 agosto. La registrazione anticipata ha permesso di fornirlo a persone in gruppi ad alto rischio in mezzo alla pandemia. Attualmente, il vaccino è nella terza fase di sperimentazione, con 40.000 partecipanti.
Il 14 ottobre è stato registrato il secondo vaccino russo contro il coronavirus, EpiVacCorona , sviluppato dal centro scientifico statale di virologia e biotecnologia Véktor, a Novosibirsk.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: L.Lago

7 Commenti

  • atlas
    6 Novembre 2020

    e gli ungheresi sì che son una Nazione di Uomini

    noi siamo un paese di giuli. Quì i fascisti li portano in tribunale se scrivono liberamente e li vogliono mettere in galera se parlano

    esiste un vaccino dai giuli ? Io ce l’ho, già sperimentato, si chiama ‘mang maz 2’, va preso in due dosi ben assestate ed è finita la malattia

    • atlas
      6 Novembre 2020

      come contro-indicazione ha che prende un pò alla testa, ma per chi non ce l’ha compromessa da valori sinistri non è un problema

  • Kaius
    6 Novembre 2020

    Certo che pure sto russi non scherzano…
    Un vaccino contro qualcosa che non esiste?

    • atlas
      6 Novembre 2020

      i democratici si stanno preparando, Biden avrà il potere a ogni costo, è già propagandata la guerra

      eccole quà le giuliate

      “Putin ha il Parkinson? La clamorosa rivelazione sulla malattia del presidente russo”
      Solovei non precisa quale sia la malattia di Putin. Secondo altri analisti russi, i suoi commenti troverebbero un riscontro in alcuni recenti filmati, nei quali Putin è apparso malfermo, le gambe tremanti, mentre cercava di sostenersi afferrando il braccio di una poltrona. Nella stessa ripresa, il presidente russo muove nervosamente una penna tra le dita e afferra una tazza che secondo gli osservatori conteneva un cocktail di antidolorifici. Sono tutte indicazioni che fanno pensare al Parkinson. Ma secondo Solovei, Putin avrebbe una patologia ancora più grave che, se non curata in modo adeguato, potrebbe impedirgli di esercitare in pieno le sue funzioni oltre l’anno 2021. Una voce mai confermata negli anni scorsi è che il presidente russo sarebbe costretto a sottoporsi a continue trasfusioni di sangue. È un fatto che dall’inizio della pandemia, le misure di protezione del presidente siano impressionanti: Putin vive in totale isolamento, partecipa alle riunioni solo a distanza chiuso in un bunker senza finestre e appare raramente in pubblico.

      https://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/putin-ha-il-parkinson-la-clamorosa-rivelazione-sulla-malattia-del-presidente-russo/ar-BB1aL8rI?ocid=chromentpnews

  • Arditi, a difesa del confine
    6 Novembre 2020

    Avanti ragazzi di Buda, avanti ragazzi di Pest
    studenti braccianti operai, il sole non sorge più ad est!!!!

  • eusebio
    6 Novembre 2020

    La crisi irreversibile politica, economica e militare dell’impero anglosionista, con il suo golem USA in rivolta contro l’elìte apolide e strozzina che lo controlla, apre spazi di espansione alla Russia, la quale sta assistendo l’Austria contro il terrorismo falsa bandiera dei sionisti, ha rinsaldato i legami con la Serbia e ora fornirà vaccino anticovid all’Ungheria.
    Intanto la UE non si accorge di essere defunta e sta seppellendo di sanzioni Lukashenko e altri collaboratori, incluso suo figlio Viktor che con ogni probabilità sarà colui che come erede del padre porterà in salvo la Bielorussia entro la Federazione Russa modello Crimea.
    Soros e gli altri speculatori con la cupoletta sulla testa odiano Putin e hanno messo in giro la balla che ha il Parkinson, ma il portavoce di Putin Peskov ha smentito affermando che gode ottima salute quindi romperà le scatole ai sionisti per almeno un ventennio.
    Per allora l’entità sionista avrà smesso di esistere.

  • atlas
    6 Novembre 2020

    telefonata Putin-Fernandez: accordo per la fornitura del vaccino russo Sputnik-V all’Argentina

    https://it.sputniknews.com/mondo/202011069754859-telefonata-tra-presidenti-di-russia-e-argentina-su-cooperazione-economica-e-lotta-al-covid-19/

Inserisci un Commento