L’UE ha rifiutato di riconoscere i passaporti della Federazione Russa dei residenti del Donbass

L’Unione europea ha deciso che non avrebbe riconosciuto i passaporti rilasciati dalla Federazione russa ai residenti del Donbass nell’ambito di un regime semplificato.

Su questo tema afferma in una dichiarazione della delegazione dell’UE in una riunione del Consiglio permanente dell’OSCE.

«Teniamo conto della dichiarazione della Russia sulla concessione della cittadinanza a un numero molto significativo di residenti del Donbass nel 2019 e ricordiamo che questa procedura semplificata è una violazione della sovranità dell’Ucraina ed è contraria allo spirito e agli obiettivi di gli accordi di Minsk “, afferma il documento.

Inoltre, hanno anche invitato altri paesi a seguire la stessa prassi.

Curiosamente, il bombardamento dei civili nel Donbass, secondo l’UE, non contraddice gli accordi di Minsk? Questo mentre i passaporti rilasciati per legge sarebbero “una minaccia”, ma non lo sono le mine e proiettili che colpiscono le abitazioni civili, le scuole e gli edifici pubblici del Donbass?

Ospedale di Dontesk Bombardato da forze ucraine


Nota: Secondo la UE i residenti del Donbass sono condannati a non poter uscire ed entrare dal loro paese per recarsi in altri paesi della UE, in quanto non riconosciuti né dall’Ucraina né dall’Unione Europea, hanno soltanto la possibilità di viaggiare in Russia.
Strano che in altre situazioni di contese territoriali, ad esempio nel caso del Kosovo, enclave secessionista sottratta alla sovranità della Serbia, la UE è stata lesta a riconoscere lo status giuridico del paese e dei residenti senza fare eccezione.
Evidente il sistema del doppio standard di giudizio dei secondo che le secessioni siano gradite alle potenze dominanti e se invece non lo sono. L’ostilità anti russa continua a manifestarsi tra i funzionari di Bruxelles.

Fonte: New Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

4 Commenti

  • Silvia
    3 Febbraio 2020

    Poi, pero’, I tedeschi in primis, vogliono il gas russo.

  • atlas
    3 Febbraio 2020

    oggi chi afferma con convinzione di essere italiano corrobora, forse senza nemmeno saperlo, di essere filomassone e filogiudeo, quindi democratico, perchè, a parte la parentesi Fascista, quelli furono i principi che informarono la creazione di quest’entità malefica denominata italia fondata sulle stragi, l’occupazione e le rapine e sull’infondatezza di un’unico popolo dall’unica razza, lingua, cultura, mentalità e civiltà

    da Nazional Socialista fortunatamente io non lo sono, aspetto il momento in cui verrà riconosciuto il diritto di riavere il nostro Stato delle Due Sicilie e il nostro Passaporto o continuerò ad essere un Brigante, come sempre

  • eusebio
    3 Febbraio 2020

    La UE e la NATO sono completamente nelle mani dei globalisti guidati da Soros, il quale infuriato per non essere riuscito a far condannare Trump per l’impeachment impedendone la rielezione e non essendo riuscito ad impedire la Brexit prima di crepare vuole fare fuori Putin.

    • atlas
      4 Febbraio 2020

      chissà se riusciremo a finire vivi il 2020, troppe tensioni, dall’Iran che viene minacciato con l’opzione delle armi nucleari (forse), alla Libia col salafismo che avanza, ma c’è chi lo frena, al Venezuela col suo petrolio, alla Corea del nord e le sue armi nucleari, alla Cina popolare attaccata con armi batteriologiche, alla Palestina occupata che ha chiuso con giudei e usa (finalmente, certo i fratelli salafiti di hamas ci lavoreranno contro), all’Egitto attaccato costantemente dal salafismo, alla Turchia salafita di merdogan che democraticamente tiene metà della popolazione in galera e minaccia e aggredisce un pò tutti, alle Repubbliche del Dombass e Lugansk occupate e guerreggiate, all’Europa invasa da gentaglia vagabonda e delinquente, salafita e wahhabita

      alle Due Sicilie occupate dall’italia, dagli ameri cani e dai giudei ci penso solo io e qualcun altro

      ma se pensate bene, se andiamo a monte di tutto questo disordine mondiale che mina la pace e la civile convivenza fra popoli e Nazioni troviamo all’origine dei mali sempre loro, coloro che per leggi ingiuste e democratiche non si possono nemmeno nominare

Inserisci un Commento

*

code