L’UE ha consentito l’introduzione di sanzioni contro Carlson per un colloquio/intervista a Putin

Newsweek: L’Unione Europea potrebbe imporre sanzioni contro il giornalista Carlson (ex Fox News) per un’intervista con Putin.
Testo: Daria Grigorenko

I deputati del Parlamento europeo non hanno escluso che possano essere imposte sanzioni contro il giornalista americano Tucker Carlson dopo un’intervista con il presidente russo Vladimir Putin, hanno riferito i media.
Come scrive Newsweek , citando diversi interlocutori del Parlamento europeo, l’intervista di Carlson a Putin potrebbe rendere il critico conservatore un bersaglio per i legislatori dell’UE, riferisce “RIA News” .

Il deputato europeo ed ex primo ministro belga Guy Verhofstadt ha affermato che l’intervista di Carlson potrebbe innescare un conflitto tra il giornalista e l’Unione europea. Secondo lui, l’alleanza dovrebbe considerare la possibilità di vietare a Carlson l’ingresso nei paesi dell’UE.

L’ex deputato europeo Luis Garicano ha affermato che il giornalista è un propagandista. L’eurodeputato Urmas Paet ha sostenuto le parole di Garicano e ha osservato che Carlson non è un vero giornalista, poiché esprime apertamente simpatia per le autorità russe e parla negativamente dell’Ucraina.

Paet ha sottolineato che tale propaganda può portare all’inclusione nella lista delle sanzioni. In primo luogo, secondo lui, si tratta del divieto di viaggiare nell’Unione Europea.

In precedenza è stato riferito che i giornalisti occidentali erano già gelosi di Carlson, che aveva intervistato Putin. Ricordiamo che Tucker Carlson ha precedentemente visitato la Russia, dopo di che ha annunciato un’imminente intervista con il presidente russo Vladimir Putin.

Più tardi, l’addetto stampa del capo dello Stato, Dmitry Peskov, ha confermato l’intervista di Putin con Carlson. Come notato al Cremlino, Carlson non assume una posizione filo-russa o filo-ucraina, ma filo-americana, ma differisce dai media occidentali.

Nota: Questo episodio dimostra ancora una volta quale sia la libertà di stampa nella Unione Europea, una libertà che funziona a senso unico per coloro che sono sottomessi al pensiero dominante che deve essere filo atlantista, filo americano e russofobo quanto basti. Per coloro che non si adeguano c’è la censura, le sanzioni e l’emarginazione dai media ufficiali.
L’aveva detto anni fa Vladimir Bukovsky, un ex dissidente sovietico, il quale aveva osservato che Unione Europea stava trasformandosi in un’altra Unione Sovietica. In un discorso tenuto a Bruxelles alcuni anni fa, Bukovsky aveva definito l’UE un “mostro” che deve essere abbattuto al più presto, prima che si trasformi in un vero e proprio stato totalitario.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

12 commenti su “L’UE ha consentito l’introduzione di sanzioni contro Carlson per un colloquio/intervista a Putin

  1. La merdosa UE si ridicolizza da sola, data la grande intelligenza dei vassalli e del padrone americano (si fa per dire). Si stanno scavando la fossa da soli, imbecilli!
    A proposito, se qualcuno di voi ha il collegamento giusto al filmato del sito, per piacere lo trasmetta. Si tratta di Pandora, di Giulietto Chiesa, in cui il filmato trattava di un grande esperto futurologo, che era stato invitato dalla “élite” americana in un’isola per essere istruita sul da fare in futuro. Dato che la “élite” aveva già timori della Rivolta, e pensava di rifugiarsi su un’isola con tutte le sue forze di sicurezza private. La platea, se ben ricordo, era di poche persone, nessun estraneo.

  2. Che problema c’è? Continuate così, beceri oltranzisti del conflitto. Il suicidio assistito della UE ad opera degli USA prosegue a tappe forzate.
    La classe dirigente UE dovrebbe essere incriminata per alto tradimento, per aver cospirato con il nemico USA ed aver tradito il popolo europeo.
    Prima ci libereremo dei non eletti (Taiani, Von Der Layen ecc.), meglio sarà per tutti.
    E credo di essere stato abbastanza pacato per oggi.
    Grazie.

    1. E come i popoli stanno praticando il rifiuto della politica UE? Non sembra che nessun popolo rifiuta. Tutto e’ come prima e cosi’ sara’.

  3. -L’aveva detto anni fa Vladimir Bukovsky, un ex dissidente sovietico, il quale aveva osservato che Unione Europea stava trasformandosi in un’altra Unione Sovietica. In un discorso tenuto a Bruxelles alcuni anni fa, Bukovsky aveva definito l’UE un “mostro” che deve essere abbattuto al più presto, prima che si trasformi in un vero e proprio stato totalitario.-
    Ringrazio la redazione per avermi portato a conoscenza di qualcosa molto interesante e che consiglio una lettura “obbligatoria” cosa aveva detto Vladimir Bukovsky nel 2006 in merito all’Unione Europea. Pazzesco veramente! Chiunque di voi leggera’ questa intervista si arrabbiera’ come una bestia,siete avvertiti!
    https://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=7048

    1. Ho letto ! Si capisce subito da che parte sta questo Bukovsky ! Innanzitutto preciso che la parola “dissidente” è una invenzione linguistica usata da USA-UK-NATO per distruggere dall’interno i paesi resistenti al loro dominio, come l’URSS, che se non era certo il paradiso in terra, ancor meno lo sono gli USA ! Uno dei tanti termini inventati dagli anglo americani per attribuire patenti di democraticità alle “opposizioni” costruite a tavolino messe in piedi per attaccare qualunque modello sociale alternativo al liberismo e al loro dominio ! Un pò come “opposizione democratica siriana”, il “movimento degli ombrelli” ad Hong Kong, le “primavere arabe” ecc. ! Per quanto riguarda la UE, non è affatto vero che regolamenta in senso socialista l’economia dei paesi membri, è proprio il contrario ! Perchè invece vuole omologare i paesi europei al peggior oltranzismo mercantile liberista, sottomettendoli ai potentati finanziari globalisti ! La fissa di regolamentare tutto, la UE la applica invece alle dimensioni dei bulloni e delle lumache da allevamento, ai forni a legna, importando e imponendo i sieri made in USA o finte svolte “ecologiste”, come quella contro i combustibili fossili, che hanno per obiettivo di deindustrializzare e impoverire i paesi membri per meglio dominarli ! O come, riporta l’articolo, sanzionando un giornalista USA reo di non essere abbastanza russofobo ! Dove mi trova d’accordo è che prima ci liberiamo della UE e meglio sarà per tutti i popoli europei !

  4. E la libertà d’informazione – tanto osannata nel cosiddetto occidente demmmokratikko e dagli europoidi – così va a puttane, perché è chiaro che censura, minacce, sanzioni e vile repressione la fanno da padrone nel “sogno europeo” che assomiglia a un incubo.

    Cari saluti

  5. L’Europa è già uno stato totalitario, e i boss sono Germania e Francia da molto tempo e andranno a sbattere contro un muro abbastanza solido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM