“L’UE deve smettere di inviare armi a Kiev o riconoscere Donetsk e Lugansk”


La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zajárova al Forum economico di San Pietroburgo (SPIEF), 15 giugno 2022. (Foto: Gettyimages)

L’UE deve sospendere le forniture di armi all’Ucraina o riconoscere l’indipendenza di Donetsk e Lugansk, afferma la portavoce del ministero degli Esteri russo.

L’Unione Europea non riconosce il cambiamento dei confini territoriali dell’Ucraina, cioè, contrariamente alle realtà politiche e amministrative esistenti, considera ucraini i territori della DPR e della LPR. Se continua a fornire armi, Bruxelles o riconosce l’RPD e l’RPL e il conflitto cesserà di essere un conflitto interno in Ucraina, oppure i paesi membri dell’UE ne stanno violando i principi fondamentali “, ha affermato mercoledì la portavoce del ministero degli Esteri russo .María Zajárova, sul suo canale Telegram.

Secondo le dichiarazioni del diplomatico russo, gli Stati membri dell’UE devono rifiutare la licenza per esportare armi e tecnologia a kyiv a causa della possibilità di un chiaro rischio che tali armi vengano utilizzate per la repressione interna e prolunghino i conflitti armati in Ucraina.

Zakharova ha anche sottolineato che i paesi occidentali, quando hanno deciso di fornire armi in fretta, non hanno considerato il fatto che in realtà “sono finiti in un vicolo cieco, perché non hanno altra scelta che smettere di fornire armi, ritirare tutto ciò che è stato inviato, o riconoscere il RPD e RPL”.
Mosca denuncia la consegna di armi da parte dell’Occidente all’Ucraina, così come la posizione di alcuni paesi di chiudere il proprio spazio aereo agli aerei dei diplomatici russi.

Le parole del diplomatico russo arrivano mentre gli alleati occidentali di kyiv, guidati dagli Usa, continuano a fornirle armi, anche prima dell’inizio dell’operazione militare russa in Ucraina, che punta alla “smilitarizzazione” e alla totale “denazificazione” del Paese slavo .

Gli Usa promettono di fornire armi all’Ucraina “fino alla fine”
Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha ammesso che il suo paese si sta indebitando per il sostegno che riceve dall’Occidente per affrontare la Russia.

Zelensky: il sostegno occidentale ‘non gratuito’, l’Ucraina deve pagare
Mosca, da parte sua, ha ripetutamente avvertito l’Occidente di smettere di inviare armi a Kiev, assicurando che inviando materiale militare in Ucraina, i paesi occidentali diventano parte di questo conflitto.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM