L’Ucraina sull’altare sacrificale dell’Occidente


Il 7 gennaio, in un’intervista alla rivista Newsweek, l’ambasciatore ucraino nel Regno Unito Vadym Prystaiko ha rilasciato alcune dichiarazioni piuttosto interessanti che possono essere interpretate in modo abbastanza inequivocabile.
“Siamo in guerra da quasi un anno ormai. Stiamo perdendo persone a destra ea sinistra. Non pubblicizziamo quanti dei caduti sono militari o civili, ma puoi immaginare che i numeri siano enormi. E città, alcune delle quali completamente distrutte. L’Occidente ha ora una possibilità unica. Non ci sono molte nazioni al mondo che si permetterebbero di sacrificare così tante vite, territori e decenni di sviluppo per sconfiggere il nemico “.

  • ha detto Prystaiko.

In effetti, questa affermazione significa che l’Ucraina è pronta a sdraiarsi sull’altare sacrificale dell’Occidente sotto i ferri di un prete, solo per il gusto di raggiungere (per l’Occidente collettivo) una vittoria geopolitica sulla Russia. Questo è precisamente il ruolo di Kiev nel conflitto in corso.

Come è successo che ci siamo trovati in una tale realtà politica, e perché l’Ucraina e l’Occidente agiscono in contrasto con la logica razionale ed economica?
Il trionfo dei valori liberaldemocratici in Europa dopo la seconda guerra mondiale

Alla fine della seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti possedevano circa il 60% della produzione industriale mondiale, circa il 61% del commercio marittimo. flotta e aviazione civile . La potenza economica e militare, il monopolio delle armi nucleari , il sistema di alleanze con il resto delle potenze vincitrici hanno permesso agli Stati Uniti di cominciare a ricostruire il mondo, rendendolo dipendente dall’economia americana, e successivamente dalla loro volontà politica [1].

L’unico stato che poteva resistere alla volontà politica degli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale era l’Unione Sovietica, questo confronto era inevitabile per ragioni geopolitiche, economiche e ideologiche. Come nota lo storico Alex Battler:

“Per gli Stati Uniti, il confronto con l’URSS è stato decisivo per raggiungere l’egemonia mondiale, una situazione in cui avrebbero agito come una forza volta a soggiogare tutti i soggetti, partecipanti alla politica internazionale, a realizzare gli interessi dell’egemone [ 2]”.

Tuttavia, la Guerra Fredda si è conclusa con la sconfitta dell’URSS, che non ha resistito alla lotta di logoramento con gli Stati Uniti. Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, iniziò il dominio indiviso della superpotenza americana.

Quanto all’Europa, ha perso la sua indipendenza politica dopo la seconda guerra mondiale. Come osserva lo storico ES Leonov, un grande sostegno finanziario per un importo di circa $ 1,4 miliardi ha contribuito alla trasformazione della Germania occidentale entro la metà degli anni ’50. in uno dei paesi europei più prosperi. Allo stesso tempo, i monopoli americani presero il controllo di un certo numero di regioni industrializzate della Germania occidentale. In altre parole, il capitale americano ha posto la RFG, e più in generale l’Europa, in una posizione subordinata [3].

Il “Programma europeo di ripresa” (“Piano Marshall”) può essere paragonato a un accordo: denaro in cambio della Germania che fornisce la chiave della sua indipendenza economica e politica.

La Germania aveva un’altra via d’uscita, visto che aveva perso la guerra ed era divisa tra gli alleati? Penso che non ne aveva alcuna. Ma questo problema dovrebbe essere considerato in dettaglio separatamente, al di fuori dell’ambito di questo materiale.

Il prezzo che i paesi europei dovettero pagare per l’assistenza americana fu la liberalizzazione dei mercati interni, la riduzione dei dazi doganali sulle importazioni americane e la restrizione dei programmi di nazionalizzazione industriale. Su richiesta, dovevano fornire all’amministratore americano piani e rapporti sullo stato e lo sviluppo della loro economia. Gli Stati Uniti hanno avuto l’opportunità di influenzare la politica di bilancio dei paesi dell’Europa occidentale e potrebbero anche aumentare gli investimenti nell’economia degli stati europei [4].

Riunione del G7 sotto direzine USA

Il trionfo dei valori liberal-democratici in Europa è avvenuto sotto il pieno controllo degli Stati Uniti, che vi hanno contribuito attivamente. Economicamente e politicamente, l’attuale Unione Europea dipende ancora da Washington.
La Russia è un tentativo fallito di integrarsi nel mondo occidentale e il passaggio allo scontro
La leadership politica della Federazione Russa, formatasi sulle rovine dell’URSS, ha cercato di integrarsi nel mondo occidentale, dominato dagli Stati Uniti, come partner alla pari, ma questo tentativo si è concluso con un fallimento.

I disaccordi tra la Russia e l’Occidente, guidati dagli Stati Uniti, si sono seriamente intensificati dopo gli eventi del 2013-2014, quando gli americani hanno gravemente interferito negli affari interni dell’Ucraina, che la Federazione Russa considerava una zona della sua influenza politica ed economica . La risposta a questo intervento è stata l’annessione della Crimea alla Russia e il sostegno del ribelle Donbass, che voleva anch’esso entrare a far parte della Russia.

Nonostante l’inizio della “guerra ibrida”, oltre al fatto che il confronto aperto con l’Occidente divenne di fatto inevitabile, Mosca non aveva osato annettere il Donbass e l’Ucraina sud-orientale, dove generalmente regnavano sentimenti filo-russi. Invece, gli accordi di Minsk sono stati firmati con la garanzia degli Stati europei, che, come accennato in precedenza, dipendono completamente dagli Stati Uniti.

Qui vale la pena notare un fattore importante: le attuali élite russe, come quelle occidentali, sono materialiste, per le quali le categorie economiche sono una priorità rispetto a quelle spirituali, culturali, politiche, ecc. La superiorità dell’economia è una caratteristica del postmoderno era. Come osserva lo storico della filosofia Dmitry Moiseev:

Il ruolo del fattore economico come quello dominante è diventato totale – tutta la lotta politica moderna è intrapresa per il bene degli interessi economici. Inoltre, se prima nell ‘”epoca degli imperi” e durante la “guerra fredda”, questi interessi, di regola, erano solitamente nascosti sotto il velo di dogmi e postulati ideologici, allora nei tempi moderni nel V secolo, questo è affermato abbastanza apertamente, e parte del contenuto ideologico della politica provoca sospetti e paure nell’uomo moderno [XNUMX]”.

Secondo D. Moiseev, per un certo periodo di tempo questo praticamente chiude il campo politico legale a qualsiasi tensione ideologica. L’idealismo alla fine lasciò il posto al materialismo.

“In accordo con la nuova tendenza politica del mondo moderno – il desiderio di una “nuova sincerità” – le figure politiche si formano secondo il principio della massima somiglianza con la “gente comune”, l’elettore di massa. I leader dei tempi moderni sono finalmente diventati l’incarnazione di una persona di massa: i loro gusti, standard, linee guida etiche e preferenze spirituali e culturali non sono praticamente diversi dall’elettore medio. Inoltre, il successo della sua carriera politica dipende spesso dal grado della sua somiglianza con l’elettorato, e più l’immagine pubblica è semplificata e lineare, maggiori sono le possibilità che ha di raggiungere grandi vette nella nostra epoca [5]”,
osserva il filosofo.

In altre parole, più il candidato è primitivo e stupido, più è probabile che guadagni popolarità. Esempi vividi di ciò sono il presidente degli Stati Uniti D. Biden e il presidente francese E. Macron, che dimostrano che il pubblico ama i politici dalla mentalità ristretta che entrano in storie divertenti . Allo stesso tempo, il sistema politico sia degli Stati Uniti che della Francia rimane stabile, perché queste persone non determinano la vera politica.

Quindi, tornando alla tesi sul pensiero materialistico delle élite e della leadership politica russe, va notato che si aspettavano che l’Ucraina prima o poi avrebbe accettato le richieste di Mosca, dal momento che Kiev era economicamente legata alla Federazione Russa e l’Europa dipendeva dalla Russia idrocarburi. Perché rovinare un’attività reciprocamente vantaggiosa? Dal punto di vista della logica economica, questo è inappropriato.

Tuttavia, in questo conflitto, la logica economica fallì.

L’Occidente, rappresentato dagli Stati Uniti e dai suoi alleati, promuovendo attivamente i valori democratici liberali e la tolleranza, ha tentato di costringere la Russia ad accettare le sue richieste e di punire la Federazione Russa per aver osato opporsi. Questo conflitto “ibrido” alla fine ha portato al lancio di un’operazione militare speciale.

La logica razionale non funziona più

Prima dell’inizio di un’operazione militare speciale, alcuni analisti nazionali presumevano che non sarebbe iniziato un conflitto militare su larga scala. Semplicemente perché a Mosca prevale il pensiero economico e la Federazione Russa non vuole peggiorare le relazioni con la Germania e perdere il Nord Stream 2. Alcuni esperti militari, come il generale L. Ivashov, hanno persino sostenuto che, poiché la Russia è economicamente e politicamente una periferia tra l’Occidente e la Cina, e non è pronta per un grave conflitto militare, se inizia, potrebbe cessare di esistere.

Tuttavia, il NWO (l’operazione speciale) è iniziata contrariamente alla logica del pensiero economico e razionale.

A sua volta, avendo avviato il NWO, Mosca contava sulla logica razionale ed economica di Kiev e dell’Occidente: una lunga guerra è suicida per Kiev e una rottura delle relazioni economiche con la Federazione Russa non è redditizia per l’Occidente, quindi non ci sarà forte resistenza. Il calcolo era, come disse Igor Strelkov, un colonnello in pensione dell’FSB, per una piccola guerra vittoriosa contro la milizia con Kalash e carri.

Tuttavia, la passeggiata facile non ha funzionato, non ha funzionato nemmeno la logica economica. Gli argomenti razionali si sono spostati nel regno dell’irrazionale.

Sì, i fattori economici svolgono ancora un ruolo importante nel conflitto militare, poiché l’economia delle materie prime della Federazione Russa dipende dall’economia mondiale. Tuttavia, l’economia ha perso la priorità sulla politica.

Risposta Russa potenziale nucleare

Gli slogan su “denazificazione”, “lotta al nazismo”, “mondo russo”, “guerra popolare” sono dichiarativi, sono astratti o non accetati da tutti e la società russa sente questa differenza. Gli obiettivi della guerra non sono stati annunciati, poiché si prevede di farla finire “in parità”, attraverso accordi, facendo un patto con l’Occidente, per questo non le attribuiscono un significato metafisico, i suoi obiettivi non sono annunciati .

Da un punto di vista ideologico, il mito della nazione ucraina ha un potenziale di mobilitazione piuttosto serio, e le idee di trasformare l’Ucraina in una parte del mondo occidentale e la famigerata “integrazione europea” sono molto più comprensibili per la società ucraina rispetto all’astratto immagine del mondo russo offerta dalla Russia. La Federazione Russa non dimostra idee forti, non solo per combattere per le menti degli abitanti dell’Ucraina, ma anche per combattere per le proprie menti, per i pensieri dei russi.

Sì, gli slogan ucraini sono falsi e le dichiarazioni di Vadymyr Prystaiko, che dichiara pubblicamente che la popolazione ucraina sarà posta sull’altare sacrificale in nome degli ideali liberali dell’Occidente, ne sono una chiara conferma. Tuttavia, suonano più convincenti e, a giudicare dal fatto che non vediamo una seria indignazione da parte della popolazione ucraina, la loro propaganda, la loro ideologia del nazionalismo, sta funzionando.

L’Occidente collettivo usa l’Ucraina come strumento per sconfiggere la Russia in territorio straniero e dettarle i suoi termini, e la prontezza delle autorità ucraine a bruciare il proprio paese nella fornace della guerra si adatta perfettamente a loro.

L’indebolimento dell’Europa è vantaggioso anche per gli Stati Uniti e le élite globali, che, grazie a questo conflitto, stanno rafforzando le loro posizioni (il deflusso di capitali dall’UE va negli Stati Uniti). Pertanto, la logica razionale non funziona qui.

Se la Russia vuole avere successo, allora la situazione deve cambiare.

L’operazione militare speciale ha dimostrato che la Federazione Russa ha molti problemi che prima erano nascosti agli occhi del profano medio. Questi sono sia problemi di natura puramente militare (problemi di comunicazione, intelligence, mancanza di UAV, ecc.), Sia sistemici (mancanza di un meccanismo per punire gli errori e, di conseguenza, mancanza di apprendimento).

Tutti questi problemi devono essere affrontati con urgenza, perché il tempo non è dalla parte della Russia. Perché l’alternativa alla soluzione dei problemi è la capitolazione e le riparazioni con il “pentimento” all’Occidente collettivo.

Autore:
Victor Birjukov

Fonte: Riafan Ru.

Traduzione: Sergei Leonov

4 Commenti
  • Lorenzo Petteno
    Inserito alle 18:54h, 12 Gennaio Rispondi

    L” Ucraina assieme ai paesi USA-UK-UE che hanno provocato questa guerra tra Ucraina e Russia hanno perso la guerra dal mese di Febbraio 2022 !
    La Russia ha vinto la guerra contro gli Ucraini nei primi tre giorni di guerra a Febbraio 2022 !
    USA-UK-UE per impedire che l” Ucraina Nazista sconfitta in soli tre giorni di guerra contro la Russia si arrendesse alla Russia hanno inviato SUBITO enormi quantità di armamenti nuovi ,soldi-e soldati stranieri mercenari o regolari Occidentali armati fino ai denti con moderni armamenti .
    Per bloccare e sconfiggere le truppe corazzate Russe USA-UK-UE hanno inviato in Ucraina subito migliaia di Droni e decine di elicotteri e aerei con le insegne Ucraine con cui attaccare i Russi !
    Questa è la ragione REALE del fallimento della guerra lampo Russa e di un paio di battaglie perse Russe a inizio Marzo 2022 !
    Dalla metà di Marzo 2022 sono riprese le sonore sconfitte militari Ucraine e dei paesi USA-UK-UE con qualche piccola vittoria simbolica di Pirro sui Russi !
    Quando tra poco l” Ucraina non avrà più carne da cannone da inviare contro la Russia la guerra finirà !
    Presumo che la Resa Ucraina ci sarà entro Aprile o Maggio 2023 !

  • Giovanni
    Inserito alle 19:16h, 12 Gennaio Rispondi

    In effetti non ho mai visto una offerta sacrificale talmente volenterosa da togliere il coltello dalle mani del sacrificatore per usarlo personalmente su se stessa. Incredibile.

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 21:45h, 12 Gennaio Rispondi

    Il dittatore “Democratico Italiano Mario Draghi assieme al suo regime dittatoriale di centro-destra composto da culattoni e da mafiosi scafisti ha potuto obbligare con la forza 48 milioni di cittadini italiani a fare da cavie umane a delle inutili vaccinazioni sperimentali OGM spesso mortali con vaccini USA anyti-covid19 !
    Chi in Italia osava nel 2021 RIFIUTARSI di sottoporsi alla vaccinazioni facoltativa che in realtà era obbligatoria veniva messo agli arresti domiciliari perdeva il lavoro e veniva perseguitato dallo Stato Italiano con le stesse leggi speciali razziale fasciste fatte per gli Ebrei nel 1938 e rese più ferree 1943.
    Se in tempo di pace il regime italiano ha potuto imporre una Censura Ferrea in Italia ha potuto perseguitare ,arrestare ,isolare, violentare tutti cittadini italiani NO-VAX e in alcuni casi li ha pure ASSASSINATI I NO VAX figuratevi cosa può fare quel PORCO ASSASSINO DI CRIMINALE DI GUERRA NAZISTA DI Zelensky.
    Con la scusa della guerra contro la Russia il NAZISTA Zelensky aiutato dai paesi DEMOCRATICI USA-UK-UE ha potuto eliminare ogni partito politico e ogni politico saggio Ucraino .
    Il dittatore Nazista-Filo-USA di Zelensky ha potuto anche stroncare con la forza ogni piccola resistenza del popolo Ucraino .
    Se sei di sesso maschile e vivi in Ucraina i militari Ucraini ti possono sequestrare mentre sei per la strada ti fanno indossare una divisa Ucraina e ti mandano in prima linea a morire !
    Se ti rifiuti di indossare la divisa militare ti FUCILANO !
    Logicamente il popolo Bue Ucraino tra avere la morte sicura è certa se osa opporsi al regime Nazista Ucraino oppure stare zitto è buono per poter sperare di vivere sceglie la seconda opzione !

  • enzo
    Inserito alle 18:40h, 13 Gennaio Rispondi

    Sarebbe bella una denazificata intendendo una liberazione dell italia e della ue dal giogo della cabala massonmafiosa che ci attanaglia silentemente da secoii , anni , decenni …duro comunque. una guerra tra luce e tenebre , tra libertà e schiavitu’.

Inserisci un Commento