L’Ucraina offre lo spazio aereo della NATO sulla Crimea; Mosca: “Ti romperai i denti!”

OFFERTA ESPOSTA AL VICE SEGRETARIO GENERALE DELL’ALLEANZA PATRICK TARNER
L’UCRAINA ha proposto alla NATO di utilizzare lo spazio aereo sopra la Crimea per le sue necessità.

  • Il vice capo del Comitato per la difesa della Duma di Stato Yuri Shvitkin: “In ogni caso, se ci sarà una invasione dello spazio aereo della Crimea, la Russia ha forze militari sufficienti per respingerla”. I nostri potenziali militari in Crimea e dintorni sono sufficienti per respingere l’aggressione di qualsiasi nemico. Chiunque ci provi si romperà i denti “. Nonostante il fatto che la penisola faccia parte della Federazione Russa dal 2014. In realtà: forse è proprio per questo.

  • Il ministro ucraino delle infrastrutture, Vladislav Kriklija, ha parlato di questo argomento con il vice segretario generale della NATO per la politica e la pianificazione della difesa, Patrick Turner. Il ministro ha offerto lo spazio aereo di qualcun altro (la Crimea) per effettuare operazioni aeree, trasporto di truppe e attrezzature militari …
  • Yuri Shvitkin, vice capo del comitato per la difesa della Duma di Stato, ha reagito immediatamente a questo annuncio: “Con quell’offerta Kiev ha dimostrato ancora una volta che l’Ucraina è un obbediente suddito americano. In ogni caso, se si verifica una invasione dello spazio aereo della Crimea, la Russia ha abbastanza forze militari per respingerla. I nostri potenziali militari in Crimea e dintorni sono sufficienti per respingere l’aggressione di qualsiasi nemico. Chiunque ci provi si romperà i denti “.
  • Il primo vice capo del comitato del Consiglio federale per la politica estera, il generale del Servizio di sicurezza federale, Vladimir Dzabarov, ha valutato che Kiev vuole provocare un conflitto militare tra Russia e NATO. E ha sottolineato: “L’Alleanza non ci vorrà provocare!”
  • Fonte: http://fakti.org/ruski-kalibar/ukrajina-ponudila-nato-vazdusni-prostor-nad-krimom-moskva-polomicete%20zube
    Tradotto da Biljana Stojanovic

Nota: Le provocazioni contro la Russia continuano da parte delle autorità di Kiev che si sentono forti perchè protette da USA e NATO ma il governo di Kiev non ha compreso che, se dovesse avventurarsi in un conflitto con la Russia, l’Ucraina sarebbe distrutta e non saranno i sui alleati della NATO a salvarla.

Nota di Luciano Lago

22 Commenti

  • Eugenio Orso
    11 Febbraio 2021

    Non vorrei che gli usa decidessero di mandare allo sbaraglio i loro esaltati mercenari ucrainofoni contro la Federazione Russa, in Crimea.
    Potrebbero farlo, indipendentemente dai risultati militari (prevedibilmente disastrosi per la soldataglia ucrainofona), non intervenendo in modo diretto, all fine senza dare una vera “copertura nato”, ma per mettere in difficoltà la Russia, a quel punto tentata di valicare il confine ed entrare in territorio ucrainofono con le sue armate.
    In tal caso,gli usnato – con l’unione europide che segue al guinzaglio, come un cagnolino – addosserebbero ipocritamente la responsabilità della guerra alla Russia e potrebbero intervenire …

    Cari saluti

  • Scoccia
    11 Febbraio 2021

    Arrivare a fare a botte è una tentazione irresistibile per la politica buillisionistica

  • Hannibal7
    11 Febbraio 2021

    Non ho capito il titolo dell’articolo…
    Se la Crimea è stata annessa alla Russia, quindi è territorio russo,come e con quale autorità l’Ucraina concederebbe lo spazio aereo alla Nato della penisola russa????
    In ogni caso,ci provino pure….oltre ai denti i russi gli romperanno pure il culo
    Saluti né

    • atlas
      11 Febbraio 2021

      perchè per l’Ukraina la Crimea ‘sarebbe’ ancora loro; poveri invasati

      lo scrivo anche per Eugenio: il diritto sta nella FORZA. Violenta, crudele, spietata, come solo in guerra si usa. Le motivazioni per fare quel cazzo che pare ognuno le trova. E se non le trova le crea. Per la Russia c’è solo da armarsi, eliminare i nemici interni ed esterni e combattere

      un pò come per noi, o accettare il TSO democratico o non farsi prendere vivi

      • Eugenio Orso
        11 Febbraio 2021

        Del resto, Hitler diceva che in una guerra non è il fatto di avere ragione che conta, ma la vittoria …
        In prtatica, tutto il dirtto risiede nella propria forza.

        Era questo che volevi dire?

        • atlas
          11 Febbraio 2021

          la Forza, quella vera, la dà il DIO, nessun altro. E la dà a chi è nel giusto

          • alessandro parenti
            11 Febbraio 2021

            La dà nel culo a chi è nel giusto,se osserviamo la storia fino a questo momento.

          • atlas
            12 Febbraio 2021

            a te a prescindere, è una costante. Anche in una vita breve come la tua

            ma è dopo, solo dopo, che comincerai veramente a soffrire. Per ora ti piace

  • Anonimo
    11 Febbraio 2021

    w russia

  • Arditi, a difesa del confine
    11 Febbraio 2021

    non pensiamo a queste cose brutte, oggi è il capodanno in cina, auguri a tutti i compagni e a tutte le compagne !!!
    tutti su CCTV a cantare le patriottiche canzoni
    spezzeremo le reni a Taiwa….. ehm

    mannaccia, mi sa che debbo ancora studiare un po’

    • atlas
      11 Febbraio 2021

      ma quale cazzo si studio, stasera me ne vado a festeggiare dalle cinesi massaggiatrici e il massaggio a una glielo faccio io. E gli porto pure regali. Già era in programma, già sapevo del capodanno cinese ma me n’ero dimenticato, grazie per avermelo ricordato. Tu studia

      • Arditi, a difesa del confine
        11 Febbraio 2021

        mi raccomando, indossi qualcosa di rosso così le fa ancora più felici !

        w Lenin
        Mao è vivo e lotta insieme a noi per Taiwan
        sempre onore al camerata Xi….
        aaaargh, difficile cancellare le vecchie abitudini……….

        torno al libretto rosso

        • Eugenio Orso
          11 Febbraio 2021

          Avverto che la Cina della repubblica popolare cinese (non l’altra che è un isolotto) non è più comunista almeno dai tempi lontani dell’ascesa di Deng Xiaoping, quello che dopo la morte di Mao, dal 1976 in poi, ha ripudiato la rivoluzione culturale, essenza del maoismo e introdotto elementi di capitalismo in Cina …
          Il partito comunista cinesa resta in vita come una scatola (ideologicamente e forse culturalmente) vuota, in quanto strumento di potere delle nuove classi dirigenti per controllare “la terra” e le sue risorse e, naturlamente, anche la popolazione.

          Cari saluti

          • atlas
            11 Febbraio 2021

            fai bene a rispondere Eugenio: l’ardito infatti vuole studiare

  • ANDREA
    11 Febbraio 2021

    da dilettante di strategia militare, geopolitica e politica vorrei esprimere un mio pensiero forte,

    la Russia non può continuare a subire queste patetiche provocazioni in prossimità dei suoi confini,
    per me è giunta l’ora che compia un indiscutibile Atto di Forza,
    dovrebbe dimostrare al mondo ma soprattutto a Usa-Nato che la pazienza dell’orso russo è finita

    deve riprendersi l’Ucraina,
    ovvero uno Stato che storicamente non è mai esistito in quanto tale, oltre a non essere un Paese Nato,

    ed è in grado di farlo in pochi giorni,
    non solo perché oggi le Forze Armate ucraine sono con le chiappe a terra,
    non sono MINIMAMENTE in grado di opporsi alla Russia anche per il solo fatto che non hanno la morfologia del territorio a loro favore, dal punto di vista difensivo, di fronte ad una Russia ben attrezzata fra Divisioni Corazzate, Artiglieria e Fanteria, e senza entrare nel merito del dominio dei cieli e del Mar Nero

    perché non bisognerebbe mai dimenticare che sono i SOLDATI a vincere la guerra sul territorio, ancora oggi nel 2021,
    tutta la fantasmagorica tecnologia è un dettaglio se i tuoi soldati non cammineranno in quel territorio per imporre la TUA legge …

    con un simile atto di forza i “giochetti” Nato sono finiti,
    con un simile atto di forza la Nato è con le spalle al muro, nel senso che deve decidere se far sceneggiate mediatiche … o combattere la terza devastante guerra europea,

    che poi,
    vorrei proprio vederli i soldati tedeschi, francesi, britannici, italiani, spagnoli ecc., pure i marines Usa, combattere i Russi a casa loro,
    vorrei proprio vederli i governanti europei spiegare ai nostri soldati che devono combattere e morire per l’Ucraina….. rido al pensiero,
    no perché contro la Russia non basteranno i “volontari”, bisognerà tornare alla Leva,

    ma soprattutto la più grande potenza industriale e finanziaria europea, con le spalle al muro, deve decidere se accettare la terza devastazione dei suoi territori o comprare un mappamondo per verificare dov’è la Russia e dove sono gli Usa,
    quindi decidere se per gli Usa che stanno dall’altra parte del Atlantico devono accettare ancora una volta la distruzione della Germania

    sempre per me a Mosca sono stati fin troppo pazienti ….

    • Hannibal7
      11 Febbraio 2021

      Condivido pienamente egregio sig Andrea
      Anche io penso che per Putin e i russi sia arrivato il momento di tirare fuori le palle,alzare la testa e alzare pure le mani
      Devono stabilire una linea rossa che non deve essere assolutamente attraversata specialmente dai voli degli aerei NATO…pena l’abbattimento
      Stanno facendo di tutto per provocare la Russia
      Vedi anche il dislocamento dei bombardieri strategici B-1 in Norvegia
      Mi piacerebbe chiedere al presidente Putin: ma perché non mandate in gita sui cieli di Manhattan e Washington una bella formazione di Tu-160???

    • Kim
      12 Febbraio 2021

      Eccellente commento.
      Voglio solo ricordare un dettaglio,…

      Un dettaglio di nome China. (alleata di fatto con lo zio Putin)

      Pertanto usa-sionisti-nato sukateee

  • Riki
    11 Febbraio 2021

    Stanno preparando una false flag con le baldracche naziste ucraine. Tireranno giù un aereo per dire: a stato Putin!

  • Idea3online
    11 Febbraio 2021

    L’Ucraina distrutta. Quando mai. Putin dovrà solo decidere quando attivare le pedine in Ucraina e fare scacco matto. Ha sempre fatto così, avrà i pezzi giusti in Ucraina, sicuramente al momento giusto eseguiranno gli ordini per il bene della Russia e dell’Ucraina e della Bielorussia.

  • ugo
    11 Febbraio 2021

    IDEA3ONLINE…….tu sei bravo!….no no no tu sei bravo!….

    A parte la battuta di De niro, sono d’accordo con lei

  • eusebio
    11 Febbraio 2021

    Il regime di Maydan è al capolinea, l’economia ucraina è fallita, un tempo fiorente paese industriale oggi l’Ucraina è ridotta al ruolo di paese agricolo, la quota di commercio dell’Ucraina con la UE è del 42% dal lato ucraino, ovvero importa costose merci perlopiù tedesche, e solo dell’1% dal lato UE, esportazioni agricole.
    Finchè l’Ucraina era amica della Russia questa esportava gas, petrolio lavorato in Bielorussia, leghe metalliche, componentistica per l’industria aerospaziale, assistenza per le centrali nucleari oltre all’uranio, adesso deve importare queste merci costosissime dall’occidente esportando solo appunto prodotti agricoli.
    La Cina aveva provato a salvare una parte dell’industria ucraina ma è stata cacciata.
    Agli occidentali dell’Ucraina non frega niente, hanno chiesto l’applicazione del libero mercato alle bollette di gas ed elettricità con rincari spaventosi per un popolo i cui stipendi sono di poche decine di euro al mese, inoltre l’Ucraina ha terminato perfino le riserve di gas dato che non gli arriva il gas russo e quello occidentale è troppo costoso, sei soldati ucraini sono già morti quest’anno sul fronte del Donbass, e si può facilmente immaginare che il conflitto presto esploderà con la massima violenza considerando che sono in costruzione due basi navali NATO, una sul Mar Nero ed una perfino sul Mare di Azov, massima provocazione contro la Russia.

  • Alberto
    11 Febbraio 2021

    Parlare sulla pelle degli altri,soprattutto i miei fratelli russi,non mi convince….perche’ in fondo l’esito di questa guerra limitata sarebbe una presenza diretta usa in ukraina, a fronte di qualche aereo nato buttato giu’. Qui spero abbia ragione un commento qua sopra che parla di uno scacco matto di sotju che ha relazioni in ukraina ed e’ comunque una partita lunga. A quando un po di controsanzioni serie di lavrov? Chi approfitterebbe della situazione? Turchia, cina, israele? Ma putin dice sul serio che colpira’ il mandante ( usa) direttamente nel caso di percepiti attacchi gravi?

Inserisci un Commento