"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Ucraina minaccia di bloccare il passaggio delle navi Russe dal Mar di Azov

Urgente: L’Ucraina Potrebbe Bloccare Lo Stretto Di Kerch Con Le Navi Statunitensi.

Lo stretto di Kerch collega il Mar Nero e il Mar d’Azov. Le autorità ucraine stanno preparando l’organizzazione di “scorte di convogli” per bloccare lo stretto di Kerch dalla Russia. Tale affermazione è stata fatta in un’intervista con l ‘”Observer” dell’ex viceministro della difesa dell’Ucraina, l’ammiraglio della riserva Igor Kabanenko.

Secondo lui, Kiev è obbligata ad agire nel quadro delle leggi internazionali, ma dovrebbe comunque prepararsi all’organizzazione di convogli militari per scortare le navi che passano attraverso lo Stretto di Kerch.

“Dovremmo prepararci a vari scenari negativi fino a bloccare il passaggio delle navi attraverso lo Stretto di Kerch a Mariupol e Berdyansk, i convogli militari potrebbero non essere necessari, ma a determinate condizioni questo potrebbe essere l’unico modo per garantire la sicurezza di tutti allo svincolo dei due mari “, ha detto.

In questo caso, l’ammiraglio ha affermato che “qualsiasi misura per detenere o ispezionare le navi dei convogli sarà qualificata come un attacco a un convoglio militare, vale a dire un atto di aggressione, con i corrispondenti diritti e doveri delle navi da guerra di respingerlo”.

Come misura di deterrenza, l’ammiraglio ha proposto l’organizzazione di pattuglie militari in mare. Allo stesso tempo, Kabanenko ha ricordato che le motovedette statunitensi non sono ancora state consegnate in Ucraina, il che garantirebbe le capacità della marina ucraina “.

In precedenza, la Verkhovna Rada del deputato Refat Chubarov ha proposto di creare un consorzio internazionale che gestirà il ponte di Crimea “dopo la sua alienazione” dalla Russia. Si tratta del nuovo ponte che collega la Crimea alla Russia e che i russi hanno appena terminato di costruire.

Venti di  guerra iniziano a soffiare sul Mar Nero e sul Mar di Azov.

Fonte: Fort Russ

Traduzione. Segei Leonov

*

code

  1. The roman 3 mesi fa

    Una approfondita analisi della situazione in Russia , deve tener conto della vastità del suo territorio e della difficoltà di overnarlo capillarmente. La linea di Putin , moderata ed orientata al business ,sta mostrando la corda .Tale politica non può sussitere in un periodo prolungato di ostilità e boicottaggio come quello al quale è sottoposta la Russia, è quindi inevitabile un forte irrigidimento o un tracollo. Russia insider, autorevole sito di informazione , sembra propendere per la seconda ipotesi , ventilando la nomina di Kudrin ,.noto filoccidentale , come negozistore di una resa russa ai diktat occidentali. Non credo a questa ipotesi. È a mio avviso molto più probabile un commissariamento di Putin da parte dei generali , ed una sterzata netta verso lo scontro. Putin è un moderato con ambizioni occidentali, nonostante tutte le falsità dei media. Non è quello zar che dicono , ma piuttosto un ottimo statista che onora il suo popolo. Qualcuno avrà notato che quando il gioco si fa serio a parlare sono i generali, e wuesto é un chiaro segno . La Russia di Putin ha sperato in un risveglio cristiano dell’occidente. Ha sperato che Trump si liberasse dei neocons ebrei e che le nazioni d’europa facessero altrettanto ritrovando la loro sovranità. Ha tenuto un atteggiamento passivo che ha pagato agli occhi della pubblica opinione ma non ha inciso sulla fonte dei problemi , non ha intaccato il potere reale , anzi lo ha corteggiato inutilmente. Non credo che i russi vogliano tornare ai tempi di Eltzin. La scelta é obbligata : o servitù, o guerra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio 3 mesi fa

    E se mala cupidigia altro vi grida Uomini siate e non pecore matte si che ‘l Giudeo tra voi di voi non rida..
    Dante Alighieri. Divina Commedia. Paradiso canto V. Anno 1308/ 1320
    direi che non è cambiato granchè..
    X roman, vorresti dire che è possibile un colpo di stato in russia?? Un colpo di stato interventista in una situazione ad intervento in corso?? Cioè, noi siamo già in guerra, i due eserciti stanno uno di fronte all’altro.. basta uno starnuto e scoppia il finimondo.. onestamente non ci avevo pensato proprio perchè la situazione è già sul filo del rasoio.. i generali che parlano ogni tanto li hanno tutti.. putin ha disposto un consiglio di guerra… l’unica cosa che resta da fare è decidere se premere il pulsante oppure arrendersi.. secondo me non è praticabile.. ne in un senso ne nell’altro.. putin ha il popolo dalla sua parte, mezzo mondo e più sta con lui.. se colpo di stato dovesse essere sarebbe pro usa e non credo che avrebbe vita lunga.. sbaglierò ma…
    gli ucraini filogiudei al potere in ucraina invece continuano a stuzzicare l’orso, se volessero veramente imporre un blocco ai russi finirebbe male..se andasse al potere gerasimov, per dire, farebbe cose diverse da quelle che potrebbe fare putin?? Che fa, tradisce il popolo??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The roman 3 mesi fa

    Putin resta dov’ è, ma i generali assumono de facto il controllo della situazione. Questa è la mia ipotesi. La linea di Putin é prevalsa finora perché i margini di manovra erano piuttosto ampi e l ‘economia russa aveva retto bene la pressione delle sanzioni, ma con l’ulteriore inasprimento delle stesse e con il defilarsi degli alleati strategici , la Russia è al momento in una fase di impasse. Questo genere di situazioni storiche è tipico dei periodi prebellici , quando le normali relazioni tra gli stati sono inapplicabili. È di fatto un accervhiamento geopolitico totale che la Russia ha favorito con una politica attendista: la politica di Putin e Lavrov. Questa politica di pedante osservanza di norme internazionali ormai puro simulacro ad uso di società corrote e manipolate , ha concesso agli impunibili violatori di queste norme di acquisire un notevole vantaggio strategico. Non puoi giocare una partita con chi ti é avverssrio e contemporaneamente arbitro. Paul Craig Roberts sintetizza bene : “ma la Russia ha capito che aria tira ?” É un suo pregevole articolo. Sergey Glazyev , fondatore del partito Rodina , nazionalista ed un tempo antisemita, disse in una riunione presidenziale : “abbiamo scelto il disonore per evitarela guerra, abbiamo il disonore e avremo anche la guerra”. Credo che avesse ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 3 mesi fa

      Si, avevo letto pure io queste considerazioni ma ancora non sono propenso a pensare veramente ad un messa a balia di putin..
      certo, l’attendismo con i giudei è veramente insopportabile e lo dico sempre, gerasimov è uno che non parla mai e quando parla non scherza mai e potrebbe pure avere le phisique du ròle per sostituire putin, però.. inoltre han cercato di fargli terra bruciata intorno, sia uccidendo karlov che con la improvvisa e molto strana morte di churkin che era all’onu.. se lo bypasseranno non so, di sicuro c’è che non può più far passare certe provocazioni, specie quelle giudee.. non è che questi possono bombardare la siria e poi appellarsi al fatto che erano convogli di hezbollah o basi iraniane e pretendere di farla franca… non esiste una base legale per queste azioni che sono a tutti gli effetti azioni di guerra lasciate passare in cavalleria da putin…così come non si può accettare un bombardamento da parte anglosionista in siria su presu ti laboratori per la realizzazione di armi chimiche, anche perchè se ci fossero state armi chimiche facevano una strage, come diceva pure rob slane in un articolo riportato qui.. si sveglierà in tempo putin?? Gli basteranno le nuove armi?? Ecco, qui forse un minimo di riflessione e di collegamento varrebbe la pena farlo. Se la russia dispone di qurste armi, e le ha, la cosa gli da un vantaggio non da poco che potrebbe veramente ingolosire qualche subalterno un pò più peperino e fumantino di altri.. la russia potrebbe avere il colpo del ko?? Secondo me potrebbe averlo…almeno stando alle sensazioni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Idea3online 3 mesi fa

      La Russia è obbligata ad attendere è più debole in geopolitica, gli USA sono capillarmente in tutti gli angoli del globo, il dollaro è la linfa vitale di questo Impero, ma ultimamente l’Oriente cerca di indebolire gli USA tagliando di qua e di la per fare uscire la linfa dall’Organismo ed indebolirlo. L’apparato militare della Russia è superiore perchè ha lasciato convivere il vecchio e il nuovo, rusticità e tecnologia, non ha creato un sistema ibrido, ma ha diviso i due sistemi, il vecchio ed il nuovo mondo insieme. Però questo super apparato militare non è attivo per l’attacco, non è supportato da una moneta di riserva internazionale, in poche parole non trova mercenari con la stessa facilità degli USA, e non può acquistare uomini chiave negli Stati e farli diventare Colonie. Però in difesa la Russia farà tremare gli USA, ogni colpo degli USA avrà una risposta russa, dal 2014 la Russia e principalmente Putin ha vinto in Ucraina recuperando la Crimea, ha vinto in Siria contro l’Impero Romano Americano, ha vinto in Turchia aiutando Erdogan a non capitolare durante il Colpo di Stato, stava vincendo in Grecia( uno dei Kittim), ma per evitare la Terza Guerra Mondiale hard, ha lasciato la Grecia al suo destino. La Russia e in questo caso non Putin ma l’Elite Russa, anche ebraica(saranno rappresentanti di altre Tribù tra le 12 sparse nel mondo) hanno stretti legami con la Cina, ed ecco che ha vinto in ORIENTE, creando l’Asse Russia-Cina, ha vinto in Iran non permettendo l’attacco da parte degli USA, prossimamente entrerà in Libia se gli USA scherzano troppo in Siria e dopo….indebolirà il Sud Europa…e quando sarà il momento giusto l’Ucraina ritornerà o con le buone o con le cattive dalla Mamma Russia, il Vaticano quando sentirà il fiato sul collo chiederà aiuto ai fratelli Ortodossi, ed l’italia e la Grecia probabilmente saranno alleate della Russia. Dal 2014 ad oggi Putin è stato un Cavaliere Bianco, l’Elite Russa ha scelto questo generale, non dimentichiamo che Putin è un Militare esperto, può essere paragonato a Ciro il Grande, ad Alessandro Magno perchè loro erano Imperatori ma anche Guerrieri. Al contrario in Occidente l’Imperatore è un prestanome o Testa di Legno, ed dietro a queste figure mediocri ci sono le Banche….e dietro le Banche uomini che tutto sono ma all’infuori si soldati, ma hanno il denaro e pensano di acquistare e creare gli Apparati Militari. Questa strategia delle Teste di Legno può funzionare solo con un Mondo Unipolare a guida Occidentale, ma nella Multipolarità queste Teste Vuote non possono dialogare con Imperatori come Putin o Xi Jinping, o altre figure degli Stato Orientali. Perciò è solo il Dollaro per adesso che ha permesso agli USA di essere superiori, perchè è vero che alla guida delle Colonie gli USA piazzano Teste di Legno, ma è pur vero che con il dollaro può far acquistare i migliori generali, ma sono sempre mercenari. Il tempo degli USA come Impero unipolare è finito, dovrà convivere con la Russia e la Cina, ci sarà lo scontro è logico, c’è sempre stato nella Storia dell’Umanità, ma in questo scontro gli USA non capitoleranno ma, dopo secoli proveranno dolore e miseria nel loro territorio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace