L’UCRAINA COLPISCE ANCORA LA CRIMEA, PRENDE DI MIRA I GIORNALISTI RUSSI CON MUNIZIONI A GRAPPOLO (VIDEO)

placeholder

l 22 luglio, secondo il governatore della penisola, un attacco di droni ucraini ha preso di mira un deposito di munizioni nella parte centrale della Crimea.

Scrivendo su Telegram, il governatore Sergey Aksyonov ha affermato che il deposito di munizioni, che si trova nel distretto di Krasnogvardeysky, è stato fatto saltare in aria. I video dell’esplosione sono emersi online. Tuttavia, secondo il governatore, non ci sono state vittime.

“È stata presa la decisione di evacuare la popolazione entro un raggio di 5 km dal luogo dell’emergenza e collocarla in strutture di alloggio temporanee”, ha affermato Aksyonov.

Il governatore ha affermato che le autorità hanno anche sospeso il traffico ferroviario nell’area per “minimizzare i rischi”, esprimendo la speranza che l’emergenza venga affrontata rapidamente.
l regime di Kiev ha confermato l’attacco alla Crimea, sostenendo di aver “distrutto un deposito di petrolio e magazzini militari russi” nella penisola. Alcune fonti di notizie ucraine hanno affermato che l’attacco non è stato effettuato con droni, ma con missili da crociera Storm Shadow forniti dalla Gran Bretagna. Questo tuttavia deve ancora essere confermato.

Questo è stato il quinto attacco dell’Ucraina alla Crimea questa settimana. L’esercito russo ha risposto ai precedenti attacchi colpendo obiettivi militari di alto valore a Odessa e nelle regioni vicine.

L’attacco a Odessa non è stata l’unica escalation da parte dell’Ucraina il 22 luglio. Il ministero della Difesa russo ha annunciato nel corso della giornata che quattro giornalisti di Izvestiya e RIA Novosti sono rimasti feriti in un attacco di bombe a grappolo ucraino nella regione di Zaporozhye.

“Verso le 12:00 del 22 luglio 2023, le forze ucraine hanno effettuato un attacco di artiglieria contro un gruppo di giornalisti di Izvestia e RIA Novosti che preparavano i loro rapporti sui bombardamenti di munizioni a grappolo ucraini degli insediamenti nella regione di Zaporozhye. Un attacco con munizioni a grappolo ha causato diversi feriti a quattro giornalisti”, ha affermato il ministero.

Il ministero della Difesa ha notato che il giornalista di RIA Novosti Rostislav Zhuravlyov è morto per le ferite riportate durante l’evacuazione.

“La condizione degli altri giornalisti è media, stabile. Le loro vite non sono in pericolo. A loro viene fornita tutta l’assistenza medica necessaria”, ha aggiunto il ministero.

Separatamente, il ministero ha annunciato nel suo briefing quotidiano che un gran numero di mercenari polacchi e tedeschi sono stati uccisi nell’attacco russo del 6 luglio contro l’accademia delle forze armate ucraine a Lvov.

“Secondo informazioni verificate, l’attacco di gruppo del 6 luglio con armi di precisione navali a lungo raggio presso l’accademia delle forze di terra delle forze armate ucraine a Lvov ha provocato l’eliminazione di un gran numero di mercenari polacchi e tedeschi, che sono stati ospitati lì”, ha detto il portavoce del ministero, il tenente generale Igor Konashenkov.

Il portavoce ha sottolineato che 4.990 mercenari stranieri sono stati eliminati e altri 4.910 mercenari sono fuggiti dall’Ucraina dall’inizio dell’operazione militare speciale russa nel Paese lo scorso anno.

“Le forze armate della Federazione Russa continueranno la distruzione mirata di mercenari stranieri sul territorio dell’Ucraina”, ha avvertito il tenente generale Konashenkov.

Il ministero ha anche annunciato che l’esercito russo ha respinto una nuova ondata di attacchi ucraini in direzione di Donetsk, Krasny Liman, South Donetsk e Zaporozhye.

Nel suo briefing, il ministero ha dettagliato le operazioni recenti come segue:

Nella direzione di Donetsk, a seguito di azioni coordinate e attive da parte di unità del Gruppo di forze Yug, aviazione e artiglieria, 14 attacchi nemici sono stati respinti con successo vicino a Belogorovka, Berestovoye, Spornoye, Zaitsevo e Kleshcheevka (Repubblica popolare di Donetsk).

Inoltre, la 28a, 60a, 115a meccanizzata AFU, la 10a brigata d’assalto da montagna e l’81a brigata aeromobile, nonché 2 campi di mercenari stranieri, sono stati colpiti vicino a Zolotaryovka (Repubblica popolare di Lugansk), Veseloye e Yasnogorka (Repubblica popolare di Donetsk).

I depositi di munizioni della 24a e 28a brigata meccanizzata dell’AFU sono stati distrutti vicino a Novgorodskoye e Konstantinovka (Repubblica popolare di Donetsk).

Le perdite nemiche sono state 280 militari ucraini, 3 veicoli corazzati da combattimento, 5 veicoli a motore, 1 sistema di artiglieria semovente Gvozdika e 3 obici D-30.

Nella direzione di Krasny Liman, a seguito di azioni coordinate di aviazione, artiglieria, sistemi lanciafiamme pesanti e unità del gruppo di forze Tsentr, 7 attacchi nemici sono stati respinti vicino a Karmazinovka, Kremennaya, Novovodyanoye e Chervonaya Dibrova (Repubblica popolare di Lugansk).

Inoltre, unità della 21a, 66a e 67a brigata meccanizzata dell’AFU sono state eliminate vicino a Kovalyova (Repubblica popolare di Lugansk), Terny e Yampolovka (Repubblica popolare di Donetsk).

Le attività di 1 gruppo ucraino di sabotaggio e ricognizione sono state soppresse vicino a Chervonaya Dibrova (Repubblica popolare di Lugansk).

Le perdite nemiche ammontarono a 170 militari ucraini, 7 veicoli corazzati da combattimento, 5 camioncini, 1 obice semovente Akatsiya, 2 sistemi di artiglieria semovente Gvozdika e 1 obice D-30.

Nella direzione sud di Donetsk, a seguito delle azioni dell’aviazione, dell’artiglieria e dei sistemi lanciafiamme pesanti del gruppo di forze Vostok, 3 attacchi nemici sono stati respinti vicino a Urozhaynoye e Priyutnoye (Repubblica popolare di Donetsk).

Inoltre, vicino a Staromayorskoye e Priyutnoye (Repubblica popolare di Donetsk), sono state colpite aree di concentramento di manodopera e materiale nemico della 23a brigata meccanizzata e della 129a brigata di difesa territoriale.

Nella direzione di Zaporozhye, a seguito delle azioni attive dell’artiglieria e delle unità del Gruppo, le attività di 2 gruppi ucraini di sabotaggio e ricognizione sono state soppresse vicino a Lugovskoye e Marfopol (regione di Zaporozhye).

Le truppe russe hanno lanciato un attacco alla forza lavoro e all’hardware della 33a, 47a e 65a brigata meccanizzata dell’AFU vicino a Malaya Tokmachka, Novodanilovka e Novopokrovka (regione di Zaporozhye).

Le perdite nemiche ammontarono a 190 militari ucraini, 2 carri armati, 6 veicoli corazzati da combattimento, 2 veicoli a motore, 1 obice Msta-B, 1 sistema di artiglieria M777 di fabbricazione statunitense e 1 obice FH-70 di fabbricazione britannica.

Nella direzione di Kupyansk, a seguito delle azioni dell’aviazione e dell’artiglieria del gruppo di forze Zapad, la forza lavoro e l’hardware della 14a brigata meccanizzata dell’AFU e della 103a brigata di difesa territoriale sono stati colpiti vicino a Novomlynsk, Tabayevka (regione di Kharkov) e Stelmakhovka (Repubblica popolare di Lugansk).

Inoltre, 1 gruppo ucraino di sabotaggio e ricognizione è stato distrutto vicino a Novosyolovskoye (Repubblica popolare di Lugansk).

Le perdite nemiche ammontarono a 110 militari ucraini, 2 veicoli corazzati da combattimento, 2 veicoli a motore e 2 obici D-20.

Nella direzione di Kherson, le perdite nemiche furono oltre 30 militari ucraini, due veicoli corazzati da combattimento, 2 veicoli a motore e 2 obici D-30.

L’aviazione operativa-tattica e dell’esercito, le truppe missilistiche e l’artiglieria delle forze armate della Federazione Russa hanno neutralizzato 94 unità di artiglieria AFU nelle loro postazioni di tiro, manodopera e hardware in 117 aree.

1 punto di schieramento temporaneo di un’unità di mercenari stranieri è stato colpito vicino a Goncharovskoye (regione di Chernigov).

Inoltre, un deposito di carburante per aerei è stato distrutto presso la base aerea di Kanatovo dell’aeronautica militare ucraina (regione di Kirovograd).

Le strutture di difesa aerea hanno intercettato 15 proiettili del sistema missilistico a lancio multiplo HIMARS, 3 missili anti-radiazioni HARM e 1 missile da crociera Storm Shadow.

Inoltre, 15 veicoli aerei senza pilota ucraini sono stati distrutti vicino a Kremennaya (Repubblica popolare di Lugansk), Gorlovka, Novobakhmutovka, Novoukrainka (Repubblica popolare di Donetsk), Preobrazhenka, Novopokrovka, Nesteryanka (regione di Zaporozhye) e Sadovoye (regione di Kherson).

In totale, 456 aeroplani, 243 elicotteri, 5.169 veicoli aerei senza pilota, 426 sistemi missilistici di difesa aerea, 10.811 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 1.139 veicoli da combattimento dotati di MLRS, 5.562 cannoni e mortai di artiglieria da campo, nonché 11.803 veicoli a motore militari speciali sono stati distrutti durante l’operazione militare speciale.

Nel frattempo, diversi nuovi video dal fronte sono emersi online. I video mostrano una serie di attacchi di elicotteri d’attacco Ka-52, munizioni vaganti Lancet e proiettili di artiglieria a guida di precisione Krasnopol contro attrezzature militari ucraine, tra cui un carro armato M-55S fornito da Solvinina, un obice trainato M777 di fabbricazione americana e un sistema di difesa aerea a corto raggio Strela-10 di fabbricazione sovietica.
La decisione dell’Ucraina di intensificare gli attacchi alla Crimea è probabilmente un tentativo di distogliere l’attenzione dal fallimento della sua controffensiva. Le forze di Kiev hanno subito pesanti perdite e non sono riuscite a ottenere guadagni significativi sul terreno dall’inizio della controffensiva circa sei settimane fa.
Fonte: South Front
Traduzione:Luciano Lago

6 commenti su “L’UCRAINA COLPISCE ANCORA LA CRIMEA, PRENDE DI MIRA I GIORNALISTI RUSSI CON MUNIZIONI A GRAPPOLO (VIDEO)

  1. un carro armato M-55S fornito da Solvinina, un obice trainato M777 di fabbricazione americana e un sistema di difesa aerea a corto raggio Strela-10

    Mah! Sembra chissà cosa ma nella 2GM dopo un attacco di Katjuša si contavano decine di Panther e altri mezzi minori distrutti, poichè saturavano le zone naziste con bombardamenti a tappeto e infatti arrivarono a Berlino. Dopo un anno e mezzo con la frocia scusa del ‘non vogliamo fare troppo male ai fratelli ucraini’, ce la meniamo sulle tre linee difensive, di ucraini falciati senza addestramento militare e demotivati – non sono sicuramente le truppe del III reich – e intanto, gli ucronato punzecchiano il colosso che se volesse ridurrebbe in polvere quel territorio inutile.

    Meditate

  2. L ” Ucraina Nazista solo negli ultimi due mesi (60 giorni ) hanno perso diverse decine di migliaia di uomini e qualche migliaio tra artiglierie fisse e mobili -obici- obici corazzati- carri-armati -corazzati vari-blindati- aerei-postazioni missilistiche -droni-elicotteri -sistemi anti aerei .
    Sono perdite molto grosse per gli Ucraini poiché perfino tutti i pericolosi carri armati Leopardi -Tigrotti -Carri Abramo e Missili gioco al lotto che dovevano invertire secondo la propaganda USA-NATO le sorti della guerra sono stati quasi tutti distrutti ! Quando il moderno esercito Ucraino Nazista subisce perdite grosse ed elevate simili a quelle subite dalla Germania Nazista nella seconda guerra mondiale senza che la controparte Russa subisca danni simili è logico che gli Ucraini si vendichino usando bombe a grappolo su civili Russi e tentino disperate manovre atte a far danni in Russia !
    Tre o quattro giorni fa un grosso deposito Ucraino di munizioni è stato fatto saltare in aria da un Drone Iraniano Kamikaze lanciato dai Russi e anche altri depositi di munizioni Ucraine più piccole sono state colpite dai Russi qua è la !
    Tecnicamente è logico che gli Ucraini tentino di rispondere colpendo qualche deposito di munizioni russe oppure tentando di colpire il ponte della Crimea o qualche deposito petrolifero Russo !

  3. ma scusate la Russia permette l’uso di bombe a grappolo sulla Crimea ormai? Secondo me è spacciata : o attacca gli usa o attacca sul serio l’arrivo di queste cose aberranti.

  4. Svegliatevi italioti bauchi ed ignoranti !!!
    Gli Ucraini usano le bombe a grappolo alias mine anti-uomo fabbricate negli USA e nei paesi UK-UE-NATO fin dal 2014 !
    Adesso come sempre ci sarà la risposta Russa dove per ogni bomba a grappolo USA -NATO né verranno buttate 10 di bombe a grappolo Russe !

  5. Durante l” invasione e occupazione USA-NATO del Vietnam Comunista gli USA e la NATO hanno sparso diversai milioni di mine anti-uomo pure fatte di plastica per renderle invisibili ai cercamine o cercametalli Vietnamiti di fabbricazione Sovietica o Cinese !
    NON è SERVITO A NULLA SPARGERE MILIONI DI MINE ANTI-UOMO IN VIETNAM !
    USA e NATO sono stati sconfitti dai COMUNISTI VIETNAMITI CHE ANCHE SE MALE ARMATI LI HANNO SCONFITTI ED UMILIATI !
    Sul serio siete cosi idioti da credere che le mine anti -uomo a grappolo in plastica made in USA lanciate dagli UCRAINI sulla Russia facciano chissà quali danni alla Russia ?
    Svegliatevi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM