L’Ucraina attacca le milizie del Donbass dopo il ritiro russo dalla Crimea


Le forze armate ucraine hanno lanciato pesanti attacchi contro le milizie indipendentiste nel Donbass, a seguito del ritiro delle truppe russe dalla Crimea.

Dopo che venerdì la Russia ha iniziato a ritirare le sue truppe schierate ai confini ucraini, è emerso che la parte ucraina non solo non è riuscita a ridurre le tensioni vicino ai confini russi e nel Donbas, ma ha anche intensificato gli attacchi nei territori dell’autoproclamato Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, come riportato sabato dal portale dell’aviazione russa Avia.Pro .

I media russi sottolineano che le forze armate ucraine hanno usato i loro cannoni di artiglieria per attaccare varie aree del Donbass (territorio ucraino orientale), luoghi dove si trovano le posizioni delle milizie delle repubbliche popolari autoproclamate di Donetsk e Lugansk.

Nello specifico, il testo spiega che le strutture di Staromikhaylovka e Gorlovka e le aree circostanti a Donetsk sono state quelle che hanno sofferto di più dagli attacchi più feroci delle forze armate ucraine e, come conseguenza di questa aggressione, aggiunge che diverse vittime tra le ranghi delle milizie in questa regione.

Il rapporto coincide con quanto riferito dai giornalisti russi presenti sul campo: gli attacchi sono stati effettuati sia con l’uso di cannoni di artiglieria sia con l’uso di mortai di grosso calibro. “Unità delle forze armate ucraine stanno bombardando la regione di Gorlovka usando sistemi di artiglieria da 152 mm, mortai da 120 mm e 82 mm”, annotano sui loro telescriventi inviati ai media.

Forze ucraine

La Russia aveva annunciato il ritiro delle sue truppe che partecipano alle esercitazioni militari in Crimea alle loro basi permanenti, al fine di ridurre le tensioni con l’Ucraina.

Una retrospettiva degli eventi che hanno alimentato questa crisi territoriale nell’Ucraina orientale
Dall’aprile 2014 l’Ucraina ha condotto un’operazione militare contro gli indipendentisti nella parte orientale del suo territorio, dove sono state proclamate le repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. Gli indipendentisti di etnia russa non avevano accettato il golpe pilotato dagli USA a Kiev e hanno reclamato la propria autonomia dal governo centrale.

Nel frattempo, Kiev ha cercato di incolpare Mosca per il conflitto nell’Ucraina orientale, accusando la Russia di interferire nei suoi affari interni; tuttavia, le autorità russe respingono le accuse, sostenendo che la crisi ucraina è iniziata quando le truppe di Kiev hanno lanciato un’operazione militare contro le milizie nel Donbas orientale.

La suddetta escalation delle tensioni tra Mosca e Kiev sul fianco occidentale russo si è intensificata poiché l’Ucraina ha dispiegato le sue truppe insieme a quelle dei suoi alleati occidentali, guidati dagli Stati Uniti, sotto l’ombrello delle forze. Dal Trattato Nord Atlantico Organizzazione (NATO), ai confini orientali del territorio ucraino negli ultimi due mesi.

I movimenti militari che Mosca ha realizzato, sono stati considerati inaccettabili e definiti misure provocatorie dai paesi occidentali che mirano semplicemente a minare la sicurezza e la stabilità regionale vicino ai confini europei della Russia.

Data la situazione, giovedì le forze armate russe hanno lanciato colossali esercitazioni militari in Crimea, sotto la supervisione personale del ministro della Difesa Sergei Shoigu, che ha sorvolato le aree dove erano stati dispiegati più di 10.000 truppe e attrezzature militari.

Truppe russe si schierano al confini ucraini

Il giorno successivo, tuttavia, il ministro della Difesa Sergey Shoigu ha ordinato il ritiro delle forze russe dispiegate sul fianco occidentale del Paese eurasiatico dopo l’annuncio da parte del Cremlino che il presidente della Russia, Vladimir Putin, si era mostrato disposto a tenere un vertice con la sua controparte ucraina, Volodymyr Zelensky, per rivedere le relazioni bilaterali che al momento sono gravemente danneggiate.

Il presidente russo, però, ha chiarito che, se il suo interlocutore ucraino volesse avviare i colloqui sul conflitto nel Donbas, dovrebbe prima aprire una linea di dialogo con i rappresentanti delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Luhansk.
L’Ucraina ha rifiutato il dialogo con le Repubbliche indipendentiste.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Lciano Lago

43 Commenti
  • nicolas
    Inserito alle 11:44h, 24 Aprile Rispondi

    Qualcuno hai idea di cosa sta succedendo??… forse che a Putin non sia ancora chiaro che qualsiasi apertura al dialogo, qualsiasi tentennamento in politica estere viene inevitabilmente interpretato dai nemici della Russia come segno di debolezza. Perché ritirare le truppe russe dispiegate sul fianco occidentale del paese e soprattutto perché farlo in un momento così delicato??… costernato

    • Savo
      Inserito alle 11:50h, 24 Aprile Rispondi

      Mi associo alla sua perplessità , a questo punto non ci capisco più niente…

      • Vincenzo
        Inserito alle 15:20h, 24 Aprile Rispondi

        Per capire consiglio di digitare su qualunque motore di ricerca: “I ladri di Pisa”.

        Allora tutto diventa improvvisamente chiaro. Dato che i burattinai sono gli stessi, probabilmente cambierà solo il “golem”, e speriamo che a noi italiani o ciò che ne resta non capitino come invasori diretti i comunisti cinesi.

        • giorgio
          Inserito alle 19:37h, 25 Aprile Rispondi

          Ora il nemico sarebbe la Cina …… ma per favore ….. studiamo un pò di storia e vedremo chi ha aggredito e distrutto più paesi ……

      • Hannibal7
        Inserito alle 17:04h, 24 Aprile Rispondi

        Mi associo anch’io alle vostre perplessità
        Non capisco perché non ci sia almeno uno straccio di dichiarazione dei russi per gli attacchi ucraini delle ultime ore

        • atlas
          Inserito alle 00:55h, 26 Aprile Rispondi

          @hannibal: i russi parlano poco e fanno molto (al contrario degli italiani; e duo siciliani). Le cose non sono semplici, va beh che siamo tifosi, ma l’avversario, anche se odiato, è ancora potente. E non va sottovalutato

          @Giorgio: le cose cambiano. Anche. Io OGGI, della Cina, non ho molta fiducia

          • atlas
            Inserito alle 01:00h, 26 Aprile

            @hannibal: il nemico è il giudeo. E’ la nato. L’Ukraina è solo un loro strumento (ci è diventato, l’hanno fatto diventare)

            quando non gli dovesse servire più lo getteranno dentro al cesso e tireranno la catena. Zelensky con quella faccia da pirla farà solo un pò di bollicine come Vasco Rossi ma nulla più

    • Roberto
      Inserito alle 12:09h, 24 Aprile Rispondi

      La Russia non ha ritirato le truppe al confine col Donbass ma dalla Ceimea, a sud perchè erano impegnate in un’esercitazione. Credo che la reazione della Russia a quesro punto avverrà a breve.

      • Raul
        Inserito alle 14:12h, 24 Aprile Rispondi

        Non inganniamoci, questo é come un gioco a Risiko, con finte ritirate e avanzate, quando scoppierà la guerra, nel momento meno prevedibile, non ce n’è accorgeremo neanche.
        L’arte della guerra prevede sempre l’inganno.
        Sveglia.

    • Valerio T
      Inserito alle 16:38h, 24 Aprile Rispondi

      Eppure è abbastanza chiaro. Ascoltando le dichiarazioni di Putin e osservando le azioni della Russia l’immagine che ne viene fuori è di un Presidente più intento a salvaguardare la sua immagine interna di leader virile che di politico lungimirante verso l’esterno.

      • Anonimo
        Inserito alle 16:48h, 24 Aprile Rispondi

        In

      • atlas
        Inserito alle 01:03h, 26 Aprile Rispondi

        Valerio T roia: Putin è virile sì

        sei tu che lo prendi in culo

    • Davvero
      Inserito alle 17:51h, 24 Aprile Rispondi

      Lui ha capito ora di essere caduto in un tranello, a voi serve ancora una settimana.

  • Mario
    Inserito alle 13:37h, 24 Aprile Rispondi

    GLI UCRAINI SONO SERVI DEGLI
    EBREI SIONISTI AMERICANI
    MI AUGURO CHE LA RUSSIA POSSA
    CANCELLARE QUESTI ASSASSINI
    W RUSSIA W CINA

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 13:58h, 24 Aprile Rispondi

    in questo momento (ore 13:55) ci sono non uno, ma ben due aerei spia nello spazio aereo tra Ucraina, Donbass e Crimea
    flightradar24

  • Roberto
    Inserito alle 14:06h, 24 Aprile Rispondi

    Sarebbe bello scoprire di che nazionalità siano questi aerei.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 15:34h, 24 Aprile Rispondi

      sono aerei nato, nominativi FORTE10 e FORTE12, il 10 gira quasi giornalmente, 11 non sempre, oggi c’è il 12 che è partito dalla costa israeliana, il 10 parte di solito da Sigonella, l’11 dalla Grecia
      il 10 è questo aereo :
      https://en.wikipedia.org/wiki/Northrop_Grumman_RQ-4_Global_Hawk

      volano tutti a oltre 50.000 piedi, altitudine che non sarebbe possibile per un aereo con equipaggio, gli aerei di linea volano quasi tutti al massimo a 30.000 piedi (mi pare sia 10.000 metri)

      ora sto seguendo un Tupolev partito da Mosca e pare stia andando in Siria

      • Roberto
        Inserito alle 18:19h, 24 Aprile Rispondi

        Si si ho visto. Il 10 ogni tanto sparisce mentre il 12 ora è di rientro alla base… Vedremo sviluppi nelle prossime ore

  • Raul
    Inserito alle 14:11h, 24 Aprile Rispondi

    Non inganniamoci, questo é come un gioco a Risiko, con finte ritirate e avanzate, quando scoppierà la guerra, nel momento meno prevedibile, non ce n’è accorgeremo neanche.
    L’arte della guerra prevede sempre l’inganno.
    Sveglia.

  • Monk
    Inserito alle 15:23h, 24 Aprile Rispondi

    Stanno semplicemente giocando: nessuno vuole una guerra mondiale, ormai la Bestia ha vinto.

    • Hannibal7
      Inserito alle 17:11h, 24 Aprile Rispondi

      Nessuno vuole una guerra mondiale???
      A me pare proprio il contrario
      La elite ociddentaloide anglo-naziucraino-sionista sta facendo di tutto per provocare la Russia
      A queste persone il discorso di Putin riguardo alle “zone rosse” pare non sia stato chiaro
      Ed infatti penso che a breve ci saranno altre provocazioni ai confini russi e nel Mar Nero
      Forse perché pensano che in caso un conflitto sarebbe circoscritto alla sola Ucraina…..però se entrano in gioco le truppe NATO…..non c’è il rischio di guerra mondiale???

      • Hannibal7
        Inserito alle 17:13h, 24 Aprile Rispondi

        Chiedo scusa
        Volevo dire “linee rosse” da non oltrepassare e non zone rosse
        Saluti né

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 16:35h, 24 Aprile Rispondi

    Monk, perche dici che la bestia ha vinto? Io dico di no invece.

    • Kaius
      Inserito alle 21:27h, 24 Aprile Rispondi

      Lo dice perché non c è resistenza…..
      E no scrivere commenti su internet non conta

  • clantpo
    Inserito alle 18:25h, 24 Aprile Rispondi

    A volte volontariamente si perde una torre o un cavallo. La cosa importante è vincere la partita.

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 18:35h, 24 Aprile Rispondi

    Perché non “trasferire” venti o trentamila militari russi – temporaneamente in “licenza” – nella Novorossia,dotati di armamento pesante e pronti al contrattacco per spazzare via l’artiglieria ukrainofona e occupare una vasta area ” di sicurezza”, creando un cuscinetto che salvi la Novorossia?

    Cari saluti

    • Niko
      Inserito alle 18:49h, 24 Aprile Rispondi

      pensi che non lo abbiano fatto ?
      Guarda che dal 2014 ci sono oltre 100 tank “T-90” senza che i merDia occidentali ufficiali ne sapevano niente, anche se i Spolitici nostrani parlavano di aggressione, proprio perche’ infatti sapevano la notizia, ma non era documentata…..
      Secondo te come hanno resistito quattro minatori??? con la vanga e il piccone ?????

      Tutti adesso i commentatori a fare i concorsi per entrare come consiglieri di Putin…
      MA FATEMI IL PIACERE !!!

  • Yanez de Gomeira
    Inserito alle 18:45h, 24 Aprile Rispondi

    la nato provoca, la Russia non risponde. provocazione dopo provocazione arriveranno a Mosca e noi staremo ancora ad aspettare la mossa del ‘grandegiocatorediscacchi’

    • atlas
      Inserito alle 02:07h, 25 Aprile Rispondi

      devi essere un esperto di scuola di guerra: manda il tuo c.v. a Shoigu, i russi non capiscono un cazzo

  • eusebio
    Inserito alle 18:53h, 24 Aprile Rispondi

    La Russia deve intensificare i suoi legami con la Cina, con cui sta per realizzare una nuova stazione spaziale, anche sul piano militare oltrechè economico, dovrebbero coordinare gli sforzi, la Russia sta procedendo all’annessione della Bielorussia e la Cina continua il suo riarmo con nuove navi, sottomarini nucleari, bombardieri stealth come l’H-20,, sta per lanciare un rover su Marte, Huawei lancia satelliti di prova per la nuova tecnologia 6-G, insomma mentre gli USA sospendono i voli dei loro bombardieri B-2 perchè troppo usurati e senza pezzi di ricambio e devono spendere 1 trilione di dollari per un caccia come l’F-35 che non funziona, qualche settimana fa un pilota si è autoabbattuto sparando alcuni colpi di prova con il cannone del suo F-35 e uno è esploso appena uscito dalla canna danneggiando l’aereo.
    La Cina è in piena espansione industriale e tecnologica, la Russia deve stringere il più possibile i legami con lei, magari associando la Corea del Nord in operazioni di espansione, la Cina potrebbe occupare Taiwan, la Corea del Nord quella meridionale ammazzando qualche migliaio di soldati USA e la Russia potrebbe recuperare quasi tutta l’Ucraina.
    Per l’impero anglosionista sarebbe la fine.

  • giorgio
    Inserito alle 19:25h, 24 Aprile Rispondi

    Condivido in pieno i suoi auspici Eusebio …..

    • Riki
      Inserito alle 20:16h, 24 Aprile Rispondi

      Scusa ma forse non hai compreso che la Cina comanda tutto! I rothschild hanno spostato l’attenzione “l’attenzione” alla Cina. L’impero anglosionists nei prossimi 50 anni sarà dimenticato e cancellato dalla memoria. Noi saremo schiavi cinesi. Io no sarò già morto da un bel pezzo. Menomale

      • Riki
        Inserito alle 20:35h, 24 Aprile Rispondi

        Ok allora te lo spiego in un altro modo: Putin non vuole una guerra nucleare perché vuole bene ai suoi 160 milioni di russi. biden non gliene frega un kazzo di 330 milioni di americani. Anzi!!!! Aveva ricevuto ordini ma…..a un certo punto xi jiping ha detto: fermi tutti! silenzio! decido io i vostro futuro. ( I rothschild hanno spostato “l’attenzione”sulla Cina )…

        • atlas
          Inserito alle 02:17h, 25 Aprile Rispondi

          bene. Stai colpendo dove la redazione sta facendo cilecca

        • giorgio
          Inserito alle 19:42h, 25 Aprile Rispondi

          E quindi W la Nato e combattiamo la Cina …… (!?)

          • atlas
            Inserito alle 01:07h, 26 Aprile

            quindi morte sempre alla nato e chi la sorregge

            la Cina, utilitaristicamente, come sempre si farà i cazzi suoi. Quindi si è già schierata

    • Riki
      Inserito alle 20:54h, 24 Aprile Rispondi

      Noi europei siamo sacrificati come carne da macello per cinesi o meglio carne in scatola per cinesi. Forse quelle dementi che lavorano per il gran reset che vorrebbero prendere dei kazzi africani nel kilo non han capito che la propaganda del”2030 non avrai nulla e sarai felice” non sarà proprio così. A parte dei kazzi africani in kilo. Sarà : carne in scatola per cinesi. Cervella in scatola per cinesi….é inutile….non riescono a comprendere….

    • Riki
      Inserito alle 21:17h, 24 Aprile Rispondi

      Le mentecatte progressiste di sinistra che vogliono il gran reset e i kazzi africani giganti in kulo non ha compreso che l’europa …sarà carne in scatola per un miliardo e mezzo di cinesi

  • antonio
    Inserito alle 19:40h, 24 Aprile Rispondi

    un contingente internazionale, deve arrestare il presidente e tutto il governo dell’ Ucraìna, colpevvoli di crimini contro l’ umanità sin dal 2016 e tuttora perduranti

  • Gio
    Inserito alle 22:30h, 24 Aprile Rispondi

    NE AVEYE SCRITTE TANTE….QUANDO ANCORA NN AVEYE CAPITO PUTIN (CHE IO ADORO OVVIO),NN VI È BASTATO VEDERE CHE IN SIRIA NONOSTANTE L INTERVENTO RUSSO CI SIANO ANCORA L AMERICANI IN SIRIA?E LA TURCHIA LA FA DA PADRONA?IN LIBIA?IDEM ,COME È ARRIVATO ERDOGAN HA SPOSTATO L EQUILIBRI,IN ARMENIA?IDEM,COME ÈSI È SCHIERATO ERDOGAN PUTIN HA PERSO SUBITO,IN UCRAINA?SARÀ LO STESSO A PUTIN SE VA BENE RIMANE SOLO LA CRIMEA PERCHE CI SONO GLI EFFETTIVI MILIRLTARI DI MOSCA E XNNLA CRIMEA È RUSSA,ALTRIMENTI GIA AVREBBE AGITO IN UCRAINA SEMPLICE

  • Renato 21
    Inserito alle 22:36h, 24 Aprile Rispondi

    Un generale usa ha dichiarato che l’intenzione di Putin è quella di occupare non solo il donbas ma anche la fascia costiera fino al Dnepr ma , per fare ciò ha bisogno di ben più di alcune bombe nelle regioni separatiste

  • Vecchio storico
    Inserito alle 12:00h, 25 Aprile Rispondi

    Non abbiamo notizie certe sul dove e sulla consistenza dell’annunciato ritiro russo.
    Sembra che le armi pesanti siamno rimaste tutte al loro posto; T90-obici-S400.
    Solo alcune unità di fanteria sono state imbarcate sugli Antonov.
    Ma quelle vanno evengono con uno shciocco di dita.
    Intanto Putin ha rotto il fronte Macron-Merkel che stava avvicinandosi a Kiev con pregiudizio per il Mord-Stream 2.
    Entro dicembre saranno ultimati i 20-30 Km che mancano. Poi inizierà il pompaggio del gas.
    E POI PUTIN SI RIPRENDERA’ META’ UCRAINA.

    • atlas
      Inserito alle 01:11h, 26 Aprile Rispondi

      Dio ti dia tanta salute. Sei già su una retta via

      purtroppo quì siamo tutti dei commissari tecnici di calcio del cazzo