L’UCRAINA AMMETTE CHE QUATTRO MERCENARI EUROPEI E AUSTRALIANI SONO STATI UCCISI DALL’ESERCITO RUSSO

Il 4 giugno, l’Ucraina ha riconosciuto che quattro mercenari stranieri che stavano combattendo nei ranghi delle sue forze erano stati uccisi dall’esercito russo e dai suoi alleati.

In una dichiarazione, la cosiddetta Legione internazionale di difesa dell’Ucraina, che si è formata dopo l’inizio dell’operazione militare speciale russa in Ucraina, ha affermato che i mercenari provenivano da Germania, Paesi Bassi, Australia e Francia. La legione non ha specificato quando o in quali circostanze i quattro mercenari furono uccisi.

I mercenari uccisi sono stati identificati nella dichiarazione come Björn Benjamin Clavis, Ronald Vogelaar, Michael O’Neill e Wilfried Blériot. La legione ha condiviso foto che li mostrano vestiti in mimetica e con armi leggere.
Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha ordinato la formazione della legione nei primi giorni dell’operazione russa. Nel giro di poche settimane, Kiev ha affermato che più di 20.000 combattenti provenienti da 52 paesi si erano iscritti per unirsi alla legione.

In una recente dichiarazione, il maggiore generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha affermato che l’esercito russo ha ucciso centinaia di mercenari stranieri in Ucraina. Il portavoce ha avvertito che Kiev ha “sacrificato” questi mercenari.

Mercenari uccisi in Ucraina

Konashenkov ha anche rivelato che l’afflusso di mercenari stranieri in Ucraina per combattere le truppe russe è diminuito dall’inizio di maggio e il loro numero si è dimezzato a 3.500.

“Vediamo che l’afflusso di mercenari stranieri in Ucraina per combattere contro le forze armate russe è in realtà diminuito dall’inizio di maggio. Secondo i dati a nostra disposizione, il numero totale di mercenari stranieri in Ucraina in precedenza era addirittura raddoppiato, da 6.600 a 3.500″, ha detto Konashenkov.

Il portavoce ha aggiunto che il numero di mercenari nelle formazioni da combattimento delle forze di Kiev nel Donbass “è diminuito di ordini di grandezza”.

Il numero di mercenari stranieri che sostengono le forze di Kiev continuerà probabilmente a diminuire mentre l’esercito russo e i suoi alleati avanzano ulteriormente nel Donbass. Kiev probabilmente lotterà per reclutare più mercenari d’ora in poi.

Fonte: South Front

Traduzione: luciano Lago

5 Commenti
  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:57h, 05 Giugno Rispondi

    Beh chi sacrifica propria vita per uno come Zelensky… deve possedere ben alte capacità morali ed etiche… che tuttavia fatichiamo assai comprendere…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

    • Sarabanda62
      Inserito alle 23:19h, 05 Giugno Rispondi

      Ben 7000 mila dollari al mese spesato di tutto come Mercenario al soldo di Zelesky fanno gola a tutti i poveri Occidentali disgraziati morti di fame !
      Faccio un esempio semplice : tra sudare 700 camice per poter trovare un posto di lavoro di merda in Italia come operaio-schiavo precario per poter lavorare solo 3 mesi al” anno per una paga da fame tassata e ritassata di soli 800 euro netti al mese e correre pure il rischio di morire sul posto di lavoro precario oppure fare il Mercenario che si porta a casa una “paghetta” esentasse di 7000 mila euro spesato di tutto è logico che molti cittadini USA-UK-UE -NATO disperati ed affamati per farsi un piccolo tesoretto vadano a fare i Mercenari !
      Per la cronaca fin dal primo giorno di guerra tra Ucraina e Russia tutti i regimi dittatoriali Occidentali per sostenere ed incentivare l” arruolamento volontario di Mercenari Stranieri da inviare SUBITO contro i Russi in Ucraina hanno diffuso false notizie sulla impreparazione dei militari Russi e sul loro armamento Vetusto di epoca Sovietica inadatto ad una guerra moderna e hanno fatto capire i Mercenari Stranieri sarebbero stati trattati da EROI sia dagli Ucraini sia dai loro paesi Natii e che non avrebbero avuto a guerra finita conseguenze Penali !
      L” Italia ha un regime dittatoriale fascista.- mafioso cioè uno Stato Mafioso che funziona come una qualsiasi cosca Mafiosa .
      Le leggi dello Stato Italiano vengono applicate in base alle esigenze mafiose e convenienze politiche perciò il cittadino italiano che va a fare il Mercenario per gli Ucraini a guerra finita NON avrà CONDANNE PENALI !
      Mentre il Mercenario Italiano che combatte con i Russi se torna in Italia finirà 3 anni in galera !

  • antonio
    Inserito alle 15:44h, 05 Giugno Rispondi

    4, 400, 4000, ZZZZZZZZZ

  • Giolo Antonio
    Inserito alle 17:04h, 05 Giugno Rispondi

    Dal 24 Febbraio 2022 ad oggi 5 Giugno 2022 i Russi sono riusciti ad uccidere solo 4 stronzi di mercenari stranieri in Ucraina che combatto con i Nazisti Ucraini ?
    Solamente un cittadino italiano demente , ignorante al cubo e mentalmente ritardato può credere che questa notizia falsa diffusa dagli Ucraini e dai giornalisti occidentali scemi sia vera !
    Se bombardi con missili ad alta precisione e caricati con Tritolo ad alto potenziale 4 volte più potente del normale Tritolo una caserma Ucraina strapiena di missili e di munizioni Occidentali dove ci sono presenti 200 soldati Ucraini assieme ad altri 800 soldati Stranieri tra mercenari e professionisti e radi al suolo completamente questa caserma ubicata al” interno di una città Ucraina senza però distruggere le abitazioni civili che ci sono attorno alla Caserma !
    Poiché i militari Russi hanno deciso di non provocare danni alle case civili né vittime tra la popolazione civile nel colpire la caserma avranno cercato di far si che il raggio distruttivo dei loro missili fosse concentrato verso l” interno del perimetro della caserma perciò molti soldati o mercenari fortunati si saranno salvati specialmente se erano imboscati in camerata o a ridosso dei muri perimetrali della caserma .
    In un solo attacco missilistico Russo su una Caserma Ucraina nella prima decade di Marzo 2022 sono morti almeno 200 tra soldati e mercenari stranieri perciò è impossibile che i morti siano solo 4 mercenari stranieri !

  • eusebio
    Inserito alle 21:30h, 05 Giugno Rispondi

    Si hanno notizie anche di mercenari inglesi e canadesi che dopo aver sparato con Javelin inutilmente contro carri armati russi dopo la cannonata di risposta dei T60 russi sono tornati in patria a tutta velocità, Regno Unito, Canada e Australia vengono sempre più coinvolti delle operazioni militari degli yankee, aerei di ricognizione canadesi e australiani hanno recentemente quasi violato lo spazio aereo cinese sul Pacifico e l’aviazione del PLA li ha quasi abbattuti, mentre il Giappone sembra voglia inviare personale di intelligence a Taiwan per collaborare con il regime secessionista dell’isola.
    I venti di guerra soffiano anche sul Pacifico.

Inserisci un Commento