L’ossessione del terzo tempio arriva fino al Congresso americano

In un incontro tenutosi il 31 gennaio presso il Museo della Bibbia di Washington, i leader religiosi e politici americani si sono riuniti per quello che è diventato un evento annuale di grande rilevanza.

Questo incontro faceva parte di un programma annuale iniziato nel 2022, chiamato “Assemblea Nazionale di Preghiera e Pentimento”, organizzato da due istituzioni nordamericane: il “Family Research Council” e “World Vision International”, entrambi gestiti da seguaci del Ala cristiana conservatrice proveniente dagli USA.

Tra i presenti c’era il presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, il repubblicano Mike Johnson, noto per il suo allineamento con la destra conservatrice. All’evento durato cinque ore erano presenti anche diversi membri del Congresso, appartenenti all’ala conservatrice del Partito repubblicano.

La citazione ha acquisito rilevanza con la crescita del potere della destra americana, soprattutto durante il mandato dell’ex presidente Donald Trump. Ciò che ha colpito quest’anno, tuttavia, è stato il fatto che metà del programma di cinque ore si è concentrato su Israele, con diversi segmenti in primo piano.

Uno degli ospiti d’onore era l’estremista Rabbi Itzak (Isaac) Mamo, residente nell’insediamento di Ofra nella Cisgiordania occupata, noto per i suoi tentativi di acquisire e occupare proprietà nella città di Al-Quds (Gerusalemme), soprattutto in il quartiere di Sheikh Jarrah, dove è considerato promotore dell’espulsione dei suoi abitanti arabi.

Il movimento del sionismo religioso in Israele che abbraccia le idee del rabbino estremista Meir Kahane, il cui movimento è stato classificato come organizzazione terroristica dagli Stati Uniti nel 1997 durante l’amministrazione del democratico Bill Clinton, nel tentativo di proteggere il suo alleato Israele dagli effetti distruttivi del questo movimento.

È interessante notare che Mamo è stato presentato come uno dei responsabili della cura delle mucche rosse utilizzate per eseguire il processo religioso di rogo e purificazione, che il movimento del sionismo religioso in Israele spera possa ribaltare il decreto del rabbino capo che vieta agli ebrei di entrare sul Monte del Tempio. , e accanto a lui c’era il suo amico americano Byron Stinson, un anglicano estremista del Texas, che era il fornitore delle mucche rosse trasportate in Israele un anno e mezzo fa.

Durante il programma, è stato rivelato che questi due individui sono direttamente responsabili del processo di produzione di cinque mucche rosse, attraverso l’ingegneria genetica, e della loro importazione in Israele, della loro preparazione per essere macellate e bruciate e dell’esecuzione dei rituali religiosi di purificazione che dovrebbero consentire al movimento del Sionismo Religioso aprirebbe la porta alla revoca del decreto del rabbino capo di Israele che vieta agli ebrei di entrare nel Monte del Tempio, cosa che spalancherebbe la porta a decine di migliaia di persone per assaltare la moschea.

Un altro ospite importante è stato Ohad Tal, membro del parlamento israeliano e residente nell’insediamento di Efrat nella Cisgiordania occupata, che ha ripetuto le falsità diffuse da Israele sulla guerra a Gaza.

Un discorso è stato dedicato anche a Dominique Perlman, una controversa figura israelo-americana che insieme al marito, il rabbino Baruch Perlman, sostiene quello che lui chiama “il ritorno del cristianesimo alle sue radici ebraiche”. Questa figura sostiene pubblicamente la necessità di purificare la terra tra il fiume e il mare dei palestinesi e renderlo completamente ebraico.

Fanatici sionisti assediano il Tempio di Al Quds

Ciò che sorprende non è solo la presenza di queste figure estremiste israeliane all’evento, ma che un programma così carico di fanatismo religioso sia completamente sostenuto dal Congresso degli Stati Uniti, attualmente controllato dai repubblicani.

La presenza di figure di spicco come Mike Johnson, che è il terzo uomo in linea di principio secondo la Costituzione americana dopo il presidente e il suo vicepresidente, e di altri membri repubblicani del Congresso indica un chiaro sostegno alle visioni estremiste del sionismo religioso israeliano.

Questo cambiamento nella politica repubblicana rappresenta uno spostamento verso la destra e il fanatismo religioso negli Stati Uniti, con conseguenze preoccupanti per la regione e il mondo.

La rimozione del movimento di Meir Kahana dalle liste terroristiche da parte dell’amministrazione Joe Biden rivela un’alleanza più profonda tra il conservatorismo religioso negli Stati Uniti e il sionismo religioso in Israele, suggerendo un pericoloso cambiamento nel Partito repubblicano.

Ma ciò che è accaduto a Washington alla fine dello scorso gennaio indica che potremmo essere sull’orlo di una fase pericolosa alla quale la regione forse non aveva mai assistito prima, e questo costringe le menti, non solo nella nostra regione, ma in tutto il mondo, a riflettere comprendere la serietà di questi fanatici che detengono le chiavi della terra, e i leader mondiali devono lavorare per fermare questo estremismo religioso che sta trascinando la regione e il mondo intero verso un vero disastro.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

11 commenti su “L’ossessione del terzo tempio arriva fino al Congresso americano

  1. Voi siete il male in terra. Estremisti, Strozzini, incestuosa genia peccaminosa di servi del potere e schiavi del conio. Luride esistenze votate solo al dominio si cio’ che esiste, e la distruzione di tutto cio’ che funge loro da ostacolo a questa ascesa maligna. Esiste un unica cura a questi male, come ai loro cugini naziUcro. Le fiamme della giustizia. Israele deve bruciare. A loro non auguro niente se non la fine. Impietosi assassini e genocidi.

  2. Mucche rosse (!!??) “prodotte” tramite ingegneria genetica (!!??) per essere sacrificate e quindi consentire “grazie a questa purificazione” (!!??), la rimozione del divieto per gli ebrei di accedere al Monte del Tempio, distruggere la moschea di Al Aqsa e riedificare il terzo tempio (!!!!!!!!!?????????) ! Ma cos’è un film di fanta horror ? Non so se ci rendiamo conto che i sionisti sono ormai preda di rituali deliranti, sanguinari, folli, macabri, e che l’occidente ne è servo ! Rappresentano un pericolo gravissimo per tutto il genere umano ! E’ necessario agire di “conseguenza” !

  3. Lei ha detto che il Congresso degli Stati Uniti è attualmente controllato dai repubblicani. Questa affermazione è inesatta. Il Congresso è un organo legislativo bicamerale composto dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato. Solo la Camera dei Rappresentanti è controllata dai repubblicani e i repubblicani sono piuttosto divisi. Il Senato è attualmente controllato dai Democratici.

    1. Caro Nathanson, la maggioranza dei Rappresentanti è repubblicana e questo, a quanto mi risulta, basta per bloccare ogni iniziativa legislativa, perché Camera e Senato devono votare in perfetta conformità, dopo aver negoziato nel merito. Il che non è. E che Biden vada all’inferno o nel gerontocomio da cui è scampato, come ha fatto con la galera che merita, eccome!, lui e la catena di comando del clan Clinton-Obama, causa prima e ultima di tutti i disastri in corso.
      E se permette, Buona Pasqua Cristiana anche a lei, shalom aleikom.

    2. Oltretutto, mister Nathason, se in un articolo con tali contenuti di follia religiosa ed estremista e sterminio di un popolo quello palestinese, Lei mi sottolinea un incongruenza politica nel congresso americano, mi pare PATETICO e fuori luogo. Quindi molto americano.

  4. Caro Nathan son, la maggioranza dei Rappresentanti, per quanto ne so, è repubblicana e questo basta, anche se il Senato è democratico, per bloccare ogni iniziativa legislativa, perché occorre che Camera e Senato votino in conformità, dopo aver negoziato nel merito.
    Il che non è.
    E che Biden vada all’inferno o nel gerontocomio cui è scappato truccando vistosamente le elezioni del 2020: e meglio ancora, vada in galera per questo e altri crimini, commessi ai danni del popolo americano e dell’umanità, come dimostrano i disastri in corso d’opera: e con lui, marcisca il clan Clinton-Obama e a seguire, tutta la filiera del Deep State.
    Detto questo, mi permetta di augurarLe i più sinceri auguri di una Santa Pasqua Cristiana, shalom aleikom.

  5. I veri Ebrei non esistono da parecchio, si sono ESTINTI. Negli affreschi delle tombe egizie, gli Ebrei hanno il naso ariano, cioè diritto. Questi che si credono ebrei oggi, sono in realtà presi in giro dalla loro élite che, per motivi di potere, li ha plagiati alla grande, facendogli credere che sono gli “eletti” e che la loro terra di origine è la Palestina. E gli “ebrei” ci credono e sono convinti di essere i discendenti dei Giudei della Palestina !
    Ma per niente ! Tutti questi che si credono ebrei sono di una stirpe delle steppe ………. (il loro QI infatti è uguale a quello turco).
    Sono molto vanitosi e gli anglosassoni li hanno cooptati, secondo me, facendo credere agli “ebrei” e al popolo americano quello che vogliono.
    Del resto le cose vanno di male in peggio per tutto l’ovest, si confutano tutte le bugie della propaganda sulla intelligenza anglosassone ed “ebrea”.

  6. L’articolo non dice che il vitello, no la mucca,deve nascere in Israele ,deve essere di un particolare puro di rosso , quasi porpora e avere una parte bianca in fronte.Per loro è un comandamento altrimenti ,sic, macchierebbero la purezza del rituale che poi , non sarebbe altro quello che per noi cristiani è Consacrazione dalla Sconsacrazione ma noi non sgozziamo vitelli per aspargere sangue ma Acqua e Incenso….Sono popoli Selenici ancorati.si vecchi precetti Biblici.

  7. Negli USA oggi i protestanti pro Sion sono una minoranza, mettendo assieme protestanti bianchi delle vecchie chiese come anglicana, quasi scomparsa, luterana, metodista, battista, presbiteriana etc. per quanto riguarda la popolazione bianca sono poco sopra il 10%, poi ci sino gli evangelici, che avevano avuto un boom tra gli anni Ottanta e i primi anni Duemila, ma che ora, essendo chiese non strutturate raccolte attorno a pochi pastori carismatici rapidamente passati di moda, adesso stanno rapidamente sparendo, pure loro al 10-11%, quindi ci sono le chiese protestanti tradizionali dei neri (la segregazione razziale impediva ai protestanti di razza diversa di frequentare le stesse chiese) ferme attorno ai 7%, e quindi ci sono poco rilevanti chiese protestanti ispaniche ed asiatiche, come quella molto controversa del pastore coreano Moon, molto diffusa anche in patria e in Giappone, un altro 3-4%.
    La chiesa cattolica americana anglofona ha sofferto molto gli attacchi degli ebrei anticristiani e dei sionisti protestanti attraverso cause miliardarie alle singole diocesi per supposti reati di pedofilia da parte del clero (fa ridere se consideriamo che ieri, giorno di Pasqua, era stato dichiarato dal gabinetto Biden, costituito perlopiù da ebrei, “giorno della visibilità transgender”), molte diocesi cattoliche americane hanno dichiarato bancarotta per i risarcimenti estorti e c’è stata una grave crisi di vocazioni, però l’arrivo, o la crescita demografica, di decine di milioni di ispanici ha portato nel Sud Ovest alla crescita di una Chiesa cattolica ispanofona con parrocchie anche di 4-5000 fedeli, gestite da diaconi o sacerdoti arrivati perlopiù dal Messico.
    In stati come la California o il New Mexico le chiese protestanti sono quasi scomparse, se non ci fosse il tappo della grande comunità mormone nello Utah il cattolicesimo latino-americano avrebbe già conquistato tutto l’Ovest americano.
    Insomma il declino repentino del protestantesimo tra le giovani generazioni americane, molto secolarizzate e pro Palestina, ha portato ad una drastica diminuzione del sostegno pro sion tra la popolazione americana, mano a mano che gli anziani evangelici bianchi se ne vanno, il sionismo viene visto anche negli USA per quello che è, un millenaristico assurdo sogno genocida senza nessun fondamento storico, dato che dalle prove archeologiche è ormai accertato che il grande Regno di Davide e Salomone, la grande Gerusalemme dei due re e il suo tempio nel X secolo a.C. non esistevano.
    Pare sia stato trovato a Dan vicino al confine con il Libano un coccio con scritto sopra il nome di una famiglia “ben David”, l’unica attestazione archeologica del nome del re biblico, risalente all’VIII secolo, ma poteva essere pure una famiglia di mercanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM