L’Oregon non può combattere gli incendi perché i suoi elicotteri Chinook sono stati inviati in Afghanistan


Disastro negli USA per gli incendi e le ondate di calore torrido ma le risorse per proteggere la popolazione non ci sono. Prioritarie le guerre USA all’estero.

Più di mezzo milione di abitanti dell’Oregon sono stati costretti a fuggire dalle loro case, mentre gli incendi continuano a devastare la costa occidentale degli Stati Uniti. Tra temperature da record, gli incendi, che hanno carbonizzato un milione di acri di terra, hanno trasformato il cielo in una terrificante sfumatura di rosso, paragonandolo a Marte, all’inferno o all’apocalisse. La qualità dell’aria a Portland, la città più grande dello stato, è attualmente la più bassa al mondo , inferiore anche a quella di città famigeratamente inquinate come Delhi e Pechino.


Il governatore democratico dello stato Kate Brown non ha usato mezzi termini quando ha consigliato cosa fare. “Vattene al diavolo”, ha detto ai suoi compagni dell’Oregon. Mentre Brown ha descritto gli incendi come “senza precedenti”, ha anche avvertito che “non sarà un evento una tantum”. “Sfortunatamente, è un campanello d’allarme del futuro”, ha detto . “Stiamo assistendo agli effetti devastanti del cambiamento climatico in Oregon, su tutta la costa occidentale e in tutto il mondo” (ma il presidente Trump nega tutto questo)
I vigili del fuoco stanno avendo molti problemi ad affrontare incendi di queste dimensioni e ferocia, nonostante ricevano sostegno dal resto del paese. Ieri nello stato è arrivato anche un gruppo di vigili del fuoco messicani, desiderosi di aiutare i loro connazionali americani.

Uno dei motivi principali per cui stanno avendo tali difficoltà a combattere le fiamme, ha osservato il Portland Tribune in profondità in un articolo, è che molti dei più grandi aerei antincendio dello stato non sono disponibili perché il Dipartimento della Difesa li ha inviati in Afghanistan per combattere in 20 anni vecchia guerra. Sei elicotteri Chinook, ad esempio, sono stati ridistribuiti nella nazione asiatica, minando gravemente sia le missioni di salvataggio che quelle antincendio a casa.
La decisione del Dipartimento della Difesa è l’ultimo esempio di quali siano le priorità distorte del governo degli Stati Uniti quando si tratta di proteggere i suoi cittadini. Più del doppio delle persone sono già morte nella sola California a causa degli incendi estivi rispetto agli americani morti in Afghanistan durante tutto l’anno.

Oegon disastro: cielo rosso e aria appestata dalle esalazioni


L’occupazione dell’Afghanistan compirà 20 anni il mese prossimo e, con il blocco delle rimozioni delle truppe, non accenna a finire presto. Anche prima dell’ultimo aumento, il bilancio militare degli Stati Uniti già rivaleggiava con quello del resto del mondo messo insieme. A luglio, sia il Congresso che il Senato hanno respinto un disegno di legge che chiedeva una modesta riduzione della spesa per la difesa, ma i congressisti (al soldo della lobby degli armamenti) hanno votato in modo schiacciante contro di essa.
Ciò che il governo avrebbe potuto fare per migliorare il paese con i risparmi è considerevole. Il National Priorities Project ha calcolato che un taglio del dieci percento delle spese militari sarebbe sufficiente per porre fine ai senzatetto in America, finanziare college gratuiti per due milioni di studenti, convertire gli Stati Uniti alle energie rinnovabili, assumere 900.000 nuovi insegnanti o inviare altri due assegni da 1.200 dollari a ogni Americano.

Mentre l’Oregon è tra i più colpiti, gli stati degli Stati Uniti occidentali stanno subendo l’impatto di colossali incendi. Nello stato di Washington, solo lunedì sono stati bruciati più acri che in 12 degli ultimi 18 anni di incendi boschivi, secondo il governatore Jay Inslee, con la grande maggioranza dello stato sotto un allarme antincendio con bandiera rossa.


Nel frattempo, la stagione degli incendi è stata particolarmente dura in California, con sei dei venti più grandi incendi dello stato nella storia registrata questa estate. Le autorità sono state criticamente a corto di vigili del fuoco poiché i prigionieri che normalmente usa per affrontare gli incendi sono stati bloccati a causa di un’epidemia di COVID-19 che imperversa nelle carceri dello stato. I detenuti vengono pagati tra $ 2,90 e $ 5,12 al giorno, più $ 1 l’ora per rischiare la vita, e non possono fare domanda per un lavoro nei vigili del fuoco una volta rilasciati.
Il caldo estremo sta trasformando alcune aree degli USA in una fornace e questo fa scoppiare incendi mostruosi che devastano intere regioni rendendole inabitabili. Nonostante questo il fattore del cambio cliamtico è un tabù di cui non si può parlare poiuchè è negato dall’ammoinistrazione di Washongton e dalla maggior parte dei media. sono in pochi a lanciare l’allarme.

Oregon Disastro. Bruciano le abitazioni dei cittadini USA


È arrivata una resa dei conti ambientale. Comunque lo chiamiamo – Green New Deal, Rivoluzione climatica, Fine dei combustibili fossili – dobbiamo cambiare radicalmente il modo in cui viviamo, altrimenti le nostre terre saranno inabitabili ”, ha scritto l’ ex Segretario del Lavoro Robert Reich.
La deviazione di risorse antincendio cruciali dalle aree ad alto rischio degli Stati Uniti, in modo che possano essere trasformerite in armamenti per sostenere una guerra che dura da 20 anni dall’altra parte del mondo, è questo un esempio assiomatico delle priorità del governo degli Stati Uniti.

Mentre la retorica dei pianificatori di guerra è tutta incentrata sulla sicurezza degli americani, l’enorme concentrazione di risorse dedicate ai conflitti in Medio Oriente e in Asia Occidentale, si potrebbe sostenere, che quella stia effettivamente minando la sicurezza degli americani a casapropria.

Nota: Gli osservatori si pongono una domanda: potranno mai i cittadini statunitensi svegliarsi dal loro torpore ? La sottomissione alle elite di potere, tutte al servizio delle lobby del complesso militare industriale, potrà mai terminare negli USA ? Domande drammatiche che rimangono senza risposta.

Fonte: MintPress News https://www.mintpressnews.com/oregon-wildfires-helicopters-afghanistan/271065/

Traduzione, sintesi e nota: Luciano Lago

8 Commenti

  • atlas
    13 Settembre 2020

    sciagura per sciagura si deve guardare al bene delle cose. Ad esempio quando arriverà lì il grande terremoto. Allora sì. Per ora lo champagne teniamolo ancora in fresco

    poi c’è questo menagramo giudeo con la sua faccia sempre sorridente. E non è mica finita

    https://it.sputniknews.com/mondo/202008079388754-bill-gates-prevede-una-sciagura-piu-spaventosa-del-coronavirus/

    • Eugenio Orso
      14 Settembre 2020

      Con un esotismo “Big One”.
      Addio alla california, cioè a uno degli stati principali.
      Potrebbe essere la Natura a trarci d’impaccio?

      Cari saluti

      • atlas
        15 Settembre 2020

        o Colui che tu neghi caro Eugenio

        le vie del >Signore non sono finite ma infinite

  • Arditi, a difesa del confine
    13 Settembre 2020

    “Ieri nello stato è arrivato anche un gruppo di vigili del fuoco messicani, desiderosi di aiutare i loro connazionali americani”

    messicani connazionali degli americani, ieri notte gli yankee si sono annessi il messico e non ne sapevo nulla?

  • Giorgio
    13 Settembre 2020

    ” un taglio del dieci percento delle spese militari sarebbe sufficiente per porre fine ai senzatetto in America, finanziare college gratuiti per due milioni di studenti, convertire gli Stati Uniti alle energie rinnovabili, assumere 900.000 nuovi insegnanti o inviare altri due assegni da 1.200 dollari a ogni Americano ” ….. Ma le elitè hanno ben altre priorità ….. e allora prima ancora delle atomiche russo cinesi che ci pensi la natura a vendicare il genocidio dei pellerossa e di tutti gli altri popoli oppressi dagli USA …… cancellando ogni traccia di uomo bianco dal nord america lasciandolo nelle mani dei suoi legittimi abitanti ……

  • antonio
    14 Settembre 2020

    il Karma

  • Marte
    14 Settembre 2020

    Lo tsunami ce l’hanno già con la loro marcia gioventù che non riesce neppure più a concentrarsi su Topolino, e allora si rivolgano alla loro porcona, la loro degna madonna alias la Ciccone, la gran puttana d’america, quella che vilipende la religione cristiana ma sta ben attenta a non urtare quella islamica.

    • atlas
      15 Settembre 2020

      se è per questo i rabbini protestarono anche per un suo concerto a Tel Aviv

      sarà anche come scrivi tu ma Madonna fa spettacoli di una scenografia eccezionale e stupenda, ho molti suoi concerti e la giudico una brava cantante da sempre

      odio gli usa ma diamo a Cesare quello che è di Cesare e alle puttane quello che vogliono le puttane

Inserisci un Commento

*

code