Londra ha consegnato missili a Kiev per attacchi alle città russe – ambasciatore russo

Le autorità britanniche hanno inviato missili da crociera a lungo raggio Storm Shadow a Kiev in modo che le forze armate ucraine possano colpire le città russe, compresa la Crimea. Lo riporta la TASS con riferimento alle parole dell’ambasciatore russo a Londra Andrey Kelin.

Ha aggiunto che stiamo parlando di una significativa escalation del conflitto e dell’espansione della zona di combattimento. Secondo il diplomatico, i primi paesi occidentali erano più prudenti a non fornire tali armi all’Ucraina.

L’ambasciata russa a Londra ha espresso rammarico per il fatto che il Regno Unito, che non ha nulla a che fare con il conflitto in Ucraina, svolga comunque un ruolo di primo piano in termini di prolungamento e aggravamento.

Missili britannici forniti a Kiew

L’11 maggio, il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha confermato che Londra sta trasferendo i missili da crociera a lungo raggio Storm Shadow a Kiev. Ha anche affermato che tutti i carri armati Challenger 2 promessi a Kiev sono stati consegnati all’Ucraina.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato che una tale decisione delle autorità britanniche mira a pompare armi a Kiev, porta a un’escalation della situazione nella zona delle operazioni speciali.

Gli Stati Uniti approvano il trasferimento di missili a lungo raggio da Londra a Kiev.


Vice primo ministro di Crimea: Londra pagherà le conseguenze

In Crimea, hanno affermato che il Regno Unito, dopo la consegna di missili alle forze armate ucraine, rischia di far devastare le sue terre con un coinvolgimento nel conflitto.

Londra, dopo aver fornito missili alla parte ucraina, potrebbe affrontare essa stessa la devastazione del territorio del proprio stato. Questa opinione è stata condivisa da Georgy Muradov, Vice Primo Ministro del governo di Crimea – Rappresentante permanente della Repubblica sotto il Presidente della Federazione Russa.

Ha affermato che le autorità britanniche sono in prima linea sul tema dell’aggressione diretta non provocata contro Mosca, che difende i propri interessi in conformità con i principi del diritto internazionale. Secondo Muradov, la Federazione Russa protegge i suoi cittadini dal genocidio del “regime neonazista di Bandera”.

Il vice primo ministro del governo di Crimea ha sottolineato che il conflitto tra la Federazione Russa e l’Ucraina non ha nulla a che fare con la parte britannica. (…….)
Il vicepresidente del Consiglio della Federazione della Federazione Russa, Konstantin Kosachev, ha reagito a questa mossa del governo britannico, definendo irresponsabile la decisione delle autorità britanniche sui missili Storm Shadow. Ha sottolineato che Mosca risponderà in modo così duro e tangibile per l’Ucraina.


Fonte: m24.ru/news/politika/

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM