L’Oligarchia Finanziaria Globalista prepara il suo piano di Guerra

placeholder

di Elena Quidello

Non si ferma la macchina bellica della Oligarchia Finanziaria che ha dichiarato guerra a tutti i popoli della terra affidando all’Islam radicale deviato il ruolo di distruttore e seminatore di morte con attacchi sempre più diversificati come sta accadendo in molte parti del mondo.

Questa volta si è adottata la tattica degli incendi mirati di cui l’ISIS sarebbe responsabile come da molti indizi e come si legge sul “Dailymail.co.uk”. L’occidente cristiano è oggetto di attacco ed è diventato preda di un sistema di attacchi incendiari contro l’ambiente per desertificare quei paesi inseriti nella lista dell’Isis, come è di recente accaduto in Australia dove gli incendi dolosi si sono moltiplicati senza che alcuno abbia mai pensato di puntare il dito alle manipolazioni terroristiche islamiste. Quelle che, oltre agli attacchi kamikaze in Europa e gli incendi alle tantissime chiese cristiane (di cui memorabile rimane quello alla storica e monumentale cattedrale di ‘Notre Dame’ di Parigi) , oggi, aggiunge alle sue mostruose macchinazioni anche gli attacchi incendiari contro una natura incolpevole e quindi, contro l’ambiente circostante scegliendo quelle aree forestali più calde che più si prestano alla facile propagazione del fuoco distruttivo.

https://www.brisbanetimes.com.au/national/islam-group-urges-forest-fire-jihad-20080907-geabxj.html.

Nel piano di guerra globale anche queste estese zone boschive diventano un arma di morte come è accaduto alla gente del luogo che, non trovando vie d’uscita dal fuoco è rimasta intrappolata tra le fiamme. I danni causati da questo terrorismo ambientale sono prevedibilmente ingenti poiché il rimboschimento spontaneo necessita di molti anni prima di poter rappresentare una risorsa per le comunità secondo giusto equilibrio tra natura, ambiente, economia, dal momento che anche la natura con le sue foreste e i suoi boschi offre quelle opportunità lavorative e di guadagno con le attività imprenditoriali legate al verde , al turismo, alla lavorazione ed esportazione del legno.
Inutile elencare tutte le zone distrutte dagli incendi in Europa, negli Usa e in Australia. Sono immensi i territori boschivi incendiati da fanatici islamici a cui l’ISIS ordina di appiccare il fuoco nei paesi suddetti; una vendetta che ancora non si spegne dopo la morte del loro leader Al Baghdadi (uomo collegato alla CIA); devastazioni che deturpano i paesaggi, inondano di fumi velenosi l’aria e distruggono la vita di animali e piante rare che sono patrimonio di un ecosistema giunto a noi intatto da secoli.

Questa la catastrofe di cui è indirettamente responsabile anche il l ‘Oligarchia Mondialista’, diversamente denominata, ‘Mafia Kazara’ costituita da banditi usurai che con le loro speculazioni hanno seminato il terrore finanziario e rivoluzioni nel mondo rimanendo nascosti e incolpevoli.
Oltre questi incommensurabili danni alla flora e fauna, l’Oligarchia globalista sta aprendo la strada al suo prestabilito programma di guerra globale già in ritardo rispetto ai piani e tempi previsti vedi link : ‘Ecco I Piani Bellici 2019-2024:

Naturalmente secondo modalità ormai divenute abituali, gli Usa cercano il pretesto per iniziare il loro programma di guerra, esteso, secondo le loro previsioni, fino al 2024. Il pretesto è presto fornito il 3 gennaio 2020. Mentre il presidente Trump è in vacanza nella sua tenuta sull’oceano in Florida, a Bagdad, il generale iraniano Qasam Suleimani viene inaspettatamente ucciso da un drone Usa con tutta la sua scorta.

Imagehttps://www.adista.it/articolo/62664
In tal modo il Deep State si è assicurato il ‘pretesto’ per continuare il suo programma di guerra. L’Iran, come da copione, reagirà, e gli Usa risponderanno. Decapitato l’esercito sanguinario dell’Isis grazie anche al generale iraniano che aveva unito curdi, siriani, iracheni molti dei quali cristiani, la guerra deve continuare ad ogni costo.
L’aspetto misterioso e sorprendente di questa terribile esecuzione è che, quasi certamente, Trump non sia stato messo al corrente dell’assassinio del generale iraniano se non a cose fatte. Il link al video di Giulietto Chiesa potrebbe rendere l’idea di quanto accaduto realmente : https://www.pandoratv.it/il-punto-di-giulietto-chiesa-guerra-alliran-litalia-dica-che-non-partecipera/

Il generale Soleimani

Dal video si comprende che forse le indecisioni di Trump ad avviare una guerra devono aver costretto il segretario di stato Pompeo e altri due esponenti del Pentagono a recarsi il 29 dic 2019 presso la sua tenuta di Mar-a-Lago in Florida, per un colloquio serrato sulla necessità di agire per contrastare l’avanzata delle forze sciite antiamericane e anti-israeliane (Hezbollah) di cui il generale Suleimani e suo braccio destro erano i comandanti responsabili in accordo con il regime di Teheran. Trump tendenzialmente ostile alle guerre, come aveva sempre dichiarato nella sua campagna elettorale, impegnato in una logorante guerra interna con l’Oligarchia globalista (deep State) che governa nell’ombra, (vedi Impichment), temendo che il suo dissenso avrebbe potuto costargli anche la vita come è accaduto ai fratelli Kennedy , deve aver lasciato campo libero ai militari che hanno provveduto alla eliminazione del generale e sua scorta.

Se la responsabilità morale dell’attacco non è di Trump , il presidente rischia comunque l’eliminazione fisica poiché l ‘Iran avrebbe già messo una taglia sulla sua testa di 8 milioni di dollari. Se qualcuno del Deep State notoriamente banchieri ebrei, volesse liberarsi di lui per sempre, sarebbe un gioco ucciderlo in qualsiasi momento montando ad arte un attentato in stile islamico come è stato fatto in molti altri attacchi le cui responsabilità venivano attribuite al gruppo di Al Quaeda o altri gruppi islamisti .

Insomma, il paese che si ritiene il più potente del mondo continuerà il suo programma di guerre ignorando i consigli di Harry Kissinger ex segretatio di Stato oggi 96enne pronunciate circa un mese fa sulla fine della ‘Eccezionalità’ statunitense che tradotto semplicemente vuol significare la fine della supremazia USA. Kissinger ammoniva alla prudenza e a non sottovalutare le nuove potenze come Cina e Russia che nel panorama mondiale in fatto di tecnologia militare sono rivali equiparabili.

Qualcuno ricorderà infatti che subito dopo l’elezione di Trump a presidente questi si recò in visita da Kissinger forse per avere da un esperto stratega, (ma anche feroce mandante di eccellenti omicidi), suggerimenti su come condurre al meglio l’ amministrazione del Paese.
Non vi è dubbio che l’Iran sia un regime dittatoriale di stampo teocratico, ma il rischio di una guerra atomica per annientare definitivamente governi dittatoriali , dimenticando che dittatoriale (oligarchico) è diventato anche il paese USA, è drammaticamente alto e ad essere coinvolti sarebbero tutti i paesi europei che salterebbero per aria se i nemici assaliti , per impedire l’uso delle basi atomiche in Europa, (in Italia ce ne sono centinaia) volessero lanciare missili sui suddetti obiettivi.

Oggi, parte del mondo si sta risvegliando e una nuova coscienza invade gli spiriti liberi che cercano libertà, indipendenza e rispetto per la vita umana. Le Americhe, l’Asia , L’India … e tutti i paesi che si sono lasciati ingannare dalla falsa ideologia liberista professata in Occidente, stanno acquisendo la consapevolezza che a dirigere questo mondo in modo del tutto dittatoriale vi è una sola potenza e Putin, grazie al ritrovato senso di religiosità cristiana, lo sa meglio di ogni altro paese visto che con la Cina è diventato l’obiettivo da colpire, il nemico del nuovo Ordine Mondiale, l’ostacolo da rimuovere per consentire al Potentato globalista di dominare in assoluto l’intera Europa dall’atlantico al Caucaso.

Se l’Iran fosse, come dicono, un paese islamico canaglia, non avrebbe combattuto per liberare la Siria e l’Iraq dai tagliagole dell’ISIS armati dall’Occidente e altrettanto canaglia (se non di più) lo sono i paesi islamici (vedi Arabia Saudita) con cui il Deep State ha stretto una solida alleanza dalla quale ha avuto origine la islamizzazione della nostra Europa.

Oggi si sa che la visita del generale Suleimani a Bagdad aveva come scopo una riconciliazione con l’Arabia Saudita. https://www.controinformazione.info/il-primo-ministro-iracheno-e-stato-costretto-a-dimettersi-dopo-che-trump-ha-minacciato-la-sua-vita-rapporto/

Un incontro pericoloso per gli Usa la cui preziosa amicizia con l’Arabia è fondamentale per la prosecuzione dell’azione di destabilizzazione del Medio Oriente e dell’Europa. Una possibile alleanza tra islamici sciiti e Sunniti o peggio con Wahabiti e Salafiti sarebbe una pericolosa minaccia per gli Usa da sempre abituati a dividere popoli e nazioni.

Siamo quindi, tutti costretti ad assistere impotenti alla morte della nostra antica civiltà cristiana se i paesi islamici avranno licenza di uccidere i cristiani o se una terribile guerra soffierà senza controllo nel cuore dell’Europa. Quei valori cristiani infatti, che per secoli hanno guidato gli uomini verso la luce verranno sepolti nelle sabbie insanguinate di cristiani martoriati, derubati, stuprati e uccisi perché chi detiene il potere assoluto delle armi le userà per cancellare ogni traccia della loro presenza , ogni traccia di storia, ogni traccia delle loro preghiere. Si, perché quegli ordigni nucleari di piccole dimensioni come si era discusso nel meeting della Nato a Bruxelles lo scorso giugno (26giugno 2019) presenti i diversi ministri della difesa saranno così precisi ed efficaci da lasciare sul terreno solo polvere. Sarà una guerra immorale ed illegale quella che sperimenteremo presto, una guerra che va contro la natura e il suo creatore .

Allora arriva il momento di dire Basta! L’Italia e l’Europa smettano di seguire il lupo come agnelli belanti di paura; dire Basta alla occupazione americana che ha finto di essere l’alleato e il salvatore per poi farci invadere dagli islamici che nel tempo faranno la stessa rivoluzione in Europa come quella del 1979 fatta in Iran. Per capire chi siamo veramente e chi ci ha governato nell’ombra dal dopo guerra ad oggi è sufficiente dare una lettura all’articolo di Gaither Stewart sull’ occupazione americana in Italia e tutti i dettagli delle stragi e gli omicidi eccellenti senza dimenticarne alcuno e si capirà subito dove abita la verità.
Questa Unione Europea è nata con il sangue di martiri che come eroi si sono immolati per raccontare la verità, una verità rimasta nelle loro anime eterne perché i loro corpi sono stati dilaniati dalle bombe di mafiosi e le loro bocche chiuse per sempre. Gladio : The Story of the secret army by Gaither Stewart. link :

. Molti ‘Giornali’ e media nazionali, prostituiti agli interessi delle oligarchie usurocratiche, osano negare la libertà di scrivere la verità; quella che raccontano con dignità e coraggio senza paura alcuni media come ad esempio il giornale ‘ Imola Oggi’ dove il direttore e titolare del blog on line, Armando Manocchia, animato da quello spirito cristiano che permea ogni aspetto della vita culturale ,politica, religiosa della grande civiltà europea, per aver osato pubblicare articoli di giornalisti che condividono la stessa battaglia per la salvezza del paese e della civiltà cristiana, viene oggi attaccato nei modi più disumani e deplorevoli per favorire l’avanzata del mondialismo che apre la porta dell’Italia alla diffusione dell’islamismo radicale salafita foriero di sventure e di attacco alla nostra civiltà.

Abbiamo importato imam fondamentalisti inviati nel nostro paese con il consenso di quella stessa Usurocrazia che in altri paesi come il Pakistan, L’Iran,’Iraq, ha disseminato musulmani fondamentalisti che hanno creato rivolte e disordini fino a prendere il controllo sulle nascenti democrazie e sulla diffusa civilizzazione dei costumi per un confronto libero e aperto tra culture.

Allora bisogna dire Basta alla sottomissione a questo potere oligarchico che ha reso i popoli schiavi di una oligarchia che ci svende all’ islam innaturale e fanatico . Riprendiamoci la nostra cristianità negata, umiliata, assassinata, e abbandonata persino da quei prelati che non hanno più la forza di resistere alla imposizione del Deep State. Riprendiamoci la nostra democrazia, quella democrazia che nel segno dei valori cristiani aveva dato libertà, dignità e prosperità a tutto il popolo italiano e a tutti gli altri popoli europei oggi vessati da una Censura che i potentati finanziari hanno imposto a milioni di europei e soprattutto a milioni di cristiani ancora massacrati in ogni parte del mondo da islamici invasati.

Uno scrittore coraggioso del Sud ha scritto verità incontestabili sull’attacco alla nostra civiltà cristiana. ‘ Cristianesimo’ è una parola che i burocrati di regime hanno bandito dal linguaggio comune. Ma noi italiani lotteremo perché il più universale messaggio d’amore, di pace e di Unità predicato dal Maestro, filosofo e mistico di nome Gesù, ritorni nei libri di scuola di tutto il continente europeo e mondiale perché è da quel messaggio che l’Europa tutta potrà rifiorire. Una dopo l’altra le chiese stanno capitolando; i globalisti filo USA in Montenegro con pretesti assurdi, vogliono confiscare le chiese, se non dimostrano un documento di proprietà risalente addirittura ai primi del 1900 come dire che possono chiuderle e prenderne il possesso. Questo il primo deleterio risultato del loro ingresso nella anticristiana UE (link: https://www.imolaoggi.it/2020/01/02/montenegro-legge-contro-la-chiesa-ortodossa-serba/

Da dove vengono questi ordini? Chi è che vuole cancellare la cristianità da questa Europa? Da chi ricevono ordini gli islamici che fanno stragi di cristiani? C’è un solo modo per riconquistare la libertà , la sovranità, la Cristianità, la vita: Riportare il Cristianesimo al centro della cultura Europea, riconoscere il suo messaggio filosofico come l’essenza stessa della civiltà, della democrazia, della libertà. Una libertà lontana anni luce dalle depravazioni che ci hanno voluto imporre con i comandamenti del sig. Amschel Rothschild il cui obiettivo , tra tanti altri, era ed è : “ sostenere l’ uso di Alcool, droga, corruzione morale e ogni forma di vizio, utilizzati sistematicamente da agenti per corrompere la gioventù”.
Persino Macchiavelli tremerebbe di fronte a tanta disonestà.

Elena Quidello

P.S. L’opinione dell’autore non necessariamente coincide con quella della redazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM