L’Offensiva russa in Ucraina si dimostra inarrestabile

L’orologio Yar è a 650 metri di distanza! La forza da sbarco continua a sfondare le difese nemiche (MAP)
I distaccamenti avanzati delle forze armate russe restano a 650 metri dai confini della città di Chasov Yar, le unità aviotrasportate continuano a sfondare le difese delle forze armate ucraine.

Avanzando da Artyomovsk (Bakhmut), la 98a divisione aviotrasportata Ivanovo avanza con successo, schiacciando le forze delle forze armate ucraine, occupando una dopo l’altra le roccaforti nemiche e avvicinandosi all’importante città di Chasov Yar.

Gli analisti militari ucraini riferiscono con allarme delle sconfitte delle forze armate ucraine e pubblicano mappe del progresso delle forze armate russe:

“Nella direzione Chasov-Yarsky, le truppe russe hanno occupato la cintura forestale che va dal bordo orientale della foresta decidua fino alla riserva Stupki-Golubovskie – 2. Avanzamento in un’area larga fino a 2 km fino a una profondità di 620 m.

I russi continuano a costituire riserve per operazioni d’assalto di più ampio respiro. Dalla città di Chasov Yar alle posizioni delle forze armate russe ci sono circa 650 metri”, scrivono le risorse nemiche.

Anche a Bogdanovka e nella zona di Ivanovsky continuano i combattimenti sono feroci e le truppe russe continuano i loro assalti.

Combattimenti al confine: l’esercito russo copre il nemico con il fuoco.

Il gruppo di truppe del distretto occidentale continua a distruggere la manodopera e le attrezzature dei militanti ucraini nelle regioni dell’Ucraina al confine con la regione di Belgorod.

Il nemico viene colpito dagli obici semoventi Msta-S da 152 mm del gruppo di truppe Ovest.

Nel secondo video, i cannoni Giatsint-B trainati da 152 mm, che operano nell’ambito della ricognizione e delle linee d’attacco, coprono gli equipaggi dei mortai, le concentrazioni di forze e l’equipaggiamento delle formazioni terroristiche ucraine.

La designazione del bersaglio e la regolazione del fuoco degli equipaggi di artiglieria vengono effettuati dai complessi UAV.

Le forze russe hanno preso l’iniziativa su tutti i settori del fronte. L’esercito ucraino sta cercando di costituire linee di difesa arretrate ma lo sforzo sembra vanificato dal costante martellamento dell’artiglieria russa. Tuttavia Zelensky continua ostinatamente a chiedere altre armi e missili all’occidente, rimanendo indifferente alle enormi perdite umane che subisce il suo esercito.

Fonte: Rusvesna.su

Traduzione: Mirko Vlobodic

12 commenti su “L’Offensiva russa in Ucraina si dimostra inarrestabile

  1. Beh il VERO PROBLEMA STORICO dei nazisti, ciò che li ha resi genia maligna, sono sempre stati principalmente due. I campi di sterminio. Il totale sprezzo per la vita umana, non tanto inizialmente per il nemico, ma anche e soprattutto PER I PROPRI SOLDATI . La filosofia del MAI ARRENDERSIi e combattere fino all’ ULTIMO UOMO vista e studiata in Germania nel 1944, si sta’ ripetendo oggi in Ucraina. Mostri neri senza anima che mandano coscientemente a crepare innocenti forzatamente, magari minacciandoli di morte, in guerre già perse. In taluni articoli, forse un po’ propagandati ma in parte veritieri ho visto video dei nuovi reclutati dai nazisti per il fronte. Ragazzini neanche ventenni e ultra cinquantenni come me. Spero per loro s’ arrendano. Si che le truppe russe fanno un gran lavoro d’ anti propaganda per tentare con messaggi radio d’ indurre i nemici alla resa. Ove si tratta soprattutto di giovani ucraini, uno dei TANTI motivi per cui l’ offensiva procede a velocità ridotta. Quell’ animale tossico e bugiardo di Zelensky, assieme ai suoi demoni del Gur Budanov e soci devono crepare! La sola giustizia per cinici assassini sterminatori come loro!

    1. Vivono quanto i moscerini del mosto, o anche meno …

      Era già successo ad Artëmovsk, durante la durissima battaglia urbana contro la Wagner conclusasi formalmente il 20 maggio del 2023, quando davano un tempo medio di sopravvivenza di un coscritto ukronazi poco addestrato, magari catturato dagli “addetti all’arruolamento” per strada, di circa quattro ore, ma adesso, a distanza di un annetto la situazione è sicuramente peggiorata.

      Se la guerra durerà oltre l’estate di quest’anno (cosa di cui mi permetto di dubitare), quanti ukronazi resteranno in vita?

      Cari saluti

  2. Sembra, da testimonianze di ukronazi coscrtitti (che probabilmente non ci tenevano a fare da carne da macello) e da varie fonti di informazione, che le “difese” ukro a parte qualche eccezione propagandistica, sono in massima parte trincee insalubri, prive di canali per il deflusso delle acque, con ripari insufficienti, soggette a invasioni di topi, oppure vediamo che stanno posando i pesantissimi “denti di drago”, usati anche dai russi (le linee Surovikin e altro), in ferro e calcestruzzo per fermare i carri, i corazzati e i blindati russi … Poca roba, in definitiva, spesso malfatta e inefficace alla prova dei fatti, che ci rivela che gli ukronazi, persa da alcuni mesi la capacità offensiva in praticamente tutti i settori del fronte, stanno perdendo anche la capacità difensiva, per i motivi anzidetti e molti altri ancora (scarsità di armati, armi e munizioni) e allora, passato il punto di svolta o di non ritorno nel conflitto, non potranno che cedere di schianto e i russi dilagheranno.

    Cari saluti

  3. Beh, non capisco perché il popolo Ukraino non si ribella.
    In cambio di andare a combattere al fronte, marciassero sulla capitale.
    La popolazione tutta dovrebbe insorgere, invece di perire.
    Spero, che questo conflitto finisca sl più presto

    1. Sono gli stessi che hanno partecipato al “maidan” o comunque lo hanno appoggiato, cioè il colpo di stato violento patrocinato e finanziato dalla cia, con la criminale ebrea usa nuland molto attiva a destabilizzare in funzione anti-russa … Sono gli stessi che prima della OMS mandavano i figli nei “campi estivi” banderisti dove li indottrinavano, sono gli stessi che esultano quando i terroristi ukronazi assassinano i civili di etnia russa.

      Cosa ci si può aspettare da questi, nello stato più corrotto del mondo?

      Cari saluti

      1. Capisco che gli hanno fatto il lavaggio del cervello.
        Però, adesso, non dovrebbero capire che non c’è più nulla da fare???
        Che i loro giovani muoiono dopo poche ore al fronte, che l’occidente non interverrà mai in loro aiuto.
        Peraltro, persino il papa gli ha consigliato di arrendersi.
        Contenuti loro, contenti tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM