L’offensiva russa ha colpito nella notte obiettivi militari su Odessa e Nikolaev


Sono stati effettuati attacchi ai magazzini delle forze armate ucraine vicino al porto di Odessa e al radar del sistema missilistico di difesa aerea presso l’aeroporto di Shkolny.
Nella notte, le forze armate russe hanno lanciato un altro attacco combinato contro obiettivi posteriori del nemico. La direzione principale dell’attacco è il sud, vale a dire le infrastrutture portuali nelle regioni di Odessa e Nikolaev, dove vengono trasbordati carichi militari forniti dalla Nato.

Sono stati segnalati numerosi arrivi di UAV “geran” russi a Odessa e nella regione limitrofa. I droni sono volato verso obiettivi dal Mar Nero.
Secondo gli ultimi dati, sono stati colpiti diversi magazzini militari, che il nemico ha trasformato in depositi portuali. I magazzini contenevano componenti per la riparazione di veicoli corazzati, compresi cannoni, carri armati e pezzi di artiglieria. Tutto è stato distrutto.
Gli attacchi contro le installazioni militari del regime di Kiev a Odessa sono stati effettuati in più fasi. Come risultato di uno di essi, il radar di un sistema missilistico antiaereo situato nell’area dell’aerodromo di Shkolny vicino a Odessa ha subito danni significativi.

Missili russi dal Mar Nero

Per tutta la notte sono scoppiate esplosioni all’aeroporto nella regione di Nikolaev. È stato annunciato un allarme aereo nella regione di Kirovograd, dove, come riportano le pagine pubbliche ucraine, il sistema di difesa aerea ha funzionato per diverse ore.

Sono stati effettuati attacchi anche nei territori della DPR occupati dalle forze armate ucraine. In particolare, i danni da incendio sono stati causati al personale delle forze armate ucraine e alla posizione dell’equipaggiamento militare nel distretto di Pokrovsky. Da lì, il nemico sta cercando di trasferire le riserve ad Avdeevka, che attualmente si trova chiusa in una tenaglia operativa.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

2 commenti su “L’offensiva russa ha colpito nella notte obiettivi militari su Odessa e Nikolaev

  1. Esiste un centro, a ovest di Avdeevka, che gli ukrainofoni chiamano Orlivka (nella parte dell’Oblast di Doneck non ancora liberata), utile per i rifornimenti ai nazi-ukro in Avdeevka, perché da là passano vie comunicazione importanti, come la 00543, ma che non è stato ancora approcciato direttamente dai russi per la relativa distanza dal fronte, forse importante quasi quanto fu Časiv Jar (ancor oggi occupata dagli ukro-nazi) nella battaglia per la liberazione della città di Artemovsk lo scorso anno, quindi è chiaro che i russi puntano, ma con prudenza, ad approssimare quel centro e a tagliare le vie di rifornimento ad Avdeevka.

    Per quanto Avdeevka abbia circa un terzo della superficie di Artemovsk, la sua liberazione non avverrà in modo fulmineo, ma ci vorrà ancora del tempo e per rendersene conto è sufficiente consultare mappe e mappe militari, anche perché Avdeevka è considerata la più munita piazzaforte nazi-ukro-nato ed ogni suo edificio è una fortificazione … gli ukro-nazi hanno cominciato a fortificarla già nel 2014/ 2015 (a dimostrazione che la guerra è scoppiata circa 10 anni fa e non si è mai conclusa), in quanto fronteggia la grande città di Doneck.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM