L’Occidente sta cercando di contrastare il blocco di Russia e Cina


Si è scoperto che sullo sfondo di una minaccia comune da uno dei lati del triangolo globale, gli altri due sono in grado, unendo la filosofia difensiva e la moralità, di unirsi, distruggendo il puzzle anglosassone che è stato assemblato con tale “amore”.
di VLADIMIR PAVLENKO –
Invitando in modo aggressivo il presidente russo Vladimir Putin ad unirsi al gruppo di paesi del G-7 e invitandolo a partecipare al suo prossimo vertice negli Stati Uniti, la sua controparte americana Donald Trump sta cercando di inserire un cuneo tra Mosca e Pechino a tutti i costi, impedendo un ulteriore consolidamento della loro unione. Presentando la proposta di sostituire il dollaro come riserva mondiale con “diritti speciali di prelievo” (DSP), valuta elettronica del FMI, il governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney si aspettava lo stesso risultato

Con lo yuan nel “paniere di valute” è presente il DSP. È anche possibile che il prossimo anno, quando le azioni delle cinque valute dei DSP – il dollaro, l’euro, lo yuan, lo yen e la sterlina – saranno ridistribuite, la quota e le posizioni dei cinesi aumenteranno al secondo numero seriale e l’euro sarà assegnato alla terza posizione. Non c’è il rublo nel “paniere” e il suo inserimento non è previsto. Quindi questo è lo stesso “cuneo”, solo di carattere finanziario. Si scopre che attraverso la bocca di Trump, l’Occidente invita la Russia all’alleanza politica, e attraverso le labbra di Carney, questo diretto funzionario protetto dai Rothschild, la Cina è invitata alla stessa alleanza nell’economia.

Il layout è molto semplice, al punto di banalità: la Cina si potrebbe opporre alla Russia in economia e finanza, dalla Russia alla Cina – nella sfera politica e, di conseguenza, militare. L’Occidente in queste situazioni, non tutto, questo è vero, ma solo l’Occidente anglosassone – quello che dirige e che gestisce queste contraddizioni, che lui stesso ha creato guidando il percorso di avvicinamento. Perché e come? Con il proprio dominio dell’economia con l’aiuto della Cina, le cui ambizioni, a loro volta, sono “trattenute” dalla Russia con un “clic di un dito”. E per la gioia di Londra e Washington Pechino potrebbe entrare in un canale controllato. Il classico approccio anglosassone: condivisione – per governare e controllare.

Trump si era recato a Londra a giugno, e la visita fu deliberatamente organizzata in modo tale che il cambiamento dei primi ministri fosse organizzato per lui – Teresa May “iniziava” a lasciare, e Boris Johnson era proprio agli “approcci lontani” per sostituirla. In questa situazione di incertezza nel ramo esecutivo di Mr. Albion, l’unica possibile controparte di Washington era Elisabetta II e, più in generale, la famiglia reale. Trump non era così felice in tutti i suoi volti, ma il principe Harry e Meghan Markle erano “eccitati” e contro questa coppia fu la regina a essere “livellata e messa in funzione” e, dopo la partenza dell’ospite americano, fu spinta alla periferia della massima attenzione. Non per questo Elizabeth è uscita dalla solita “ombra”, evidenziando il ruolo e il peso esclusivi nell’allineamento globale, precedentemente noto solo agli specialisti, in modo che potessero frontalizzare con lei dall’interno del sistema.

La quintessenza degli accordi raggiunti era stata la recente caustica osservazione della regina sulla disperazione dei moderni politici britannici. I burattinai sono diventati “non già” tali quando il burattino è stato costretto a portare personalmente la coda dietro di loro.

Da una distanza di diversi mesi, osservando le conseguenze degli incontri londinesi degli anglosassoni, puoi vedere qualcosa. Prima di tutto, Trump aveva attirato gli occhi della regina. A differenza del suo ambiente interno. Dopo tutto, qual era l’accordo? Siamo al tuo secondo mandato, non interferiremo e ti avvicineremo alla estradizione di Julian Assange , lo riceverai impacchettato e sedato insieme allo sporco accumulato da WikiLeaks su Joe Biden e la sua famiglia. E tu ci rispondi: lasciatemi alle spalle i Clinton , smettete di provare a piantare Hillary e non entrare nelle loro “tracce di copertura”. Fornito tutto correttamente.

A luglio, l’emissario di Trump su delicate commissioni, il suo amico ed ex sindaco di New York Rudolf Giuliani si è rifiutato pubblicamente di recarsi a Kiev per informazioni sulle attività del figlio di Biden con l’oligarca Zlochevsky in Burisma Holdings, dove era in una buona posizione e stipendio. Lasciandoli immediatamente dopo la sconfitta di Petro Poroshenko nelle elezioni presidenziali. E a luglio, Giuliani ha fatto un tranquillo viaggio a Madrid, dove ha incontrato il consigliere di Vladimir Zelensky, Andrei Ermak . Il tema dell’incontro è lo stesso: il figlio di Biden e i suoi “affari” in Ucraina. Per inciso, il “tetto” dell’incontro di Madrid, dato il certo status della Spagna nei circoli ombra del mondo dietro la facciata ufficiale, potrebbe essere fornito solo dal Vaticano (o dai Gesuiti) e dai Rothschild, inoltre, da sforzi comuni e da un accordo reciproco. Quindi, nota, per tenere conto dei “beneficiari finali” …

L’equivalente questo delle “mani libere” dei Clinton che stavano “coprendo” la pedofilia occulta, quello che Trump molto probabilmente si era lasciato alle spalle e si era messo le mani dietro la schiena, non era solo la fine delle voci che stavano girando intorno a Washington sul rapido atterraggio di Hillary, ma anche quelle sull’omicidio da camera di Jeffrey Epstein, risonanza da che hanno cercato di minimizzare, senza permettere, alla giustizia di vietare, ulteriori indagini nello stile del “procuratore speciale Mueller”: “è morto – si è suicidato da solo così …”. La cosa principale – sono riusciti a insabbiarla prima del processo, in modo che, prima della morte, Epstein non avesse avuto il tempo di dire nulla. E quello che è successo prima e sullo sfondo del viaggio londinese del proprietario della Casa Bianca negli Stati Uniti, dove sono stati trovati “inaspettatamente” due ex senatori coinvolti nello svelare l’argomento pedofilo e altri due poliziotti sono stati uccisi, uno dei quali era a conoscenza della corrispondenza di Hillary con il denominato miliardario pedofilo, e l’altro stava indagando sulla sua morte … Probabilmente per indurre Trump a massimizzare la sistemazione.

Bene, anche il presidente degli Stati Uniti sembrava aver firmato per “stringere le viti” nella guerra commerciale con la Cina, così Buckingham Palace l’avrebbe impegnata per trasferire la sua vigorosa attività dai Clinton all’Impero Celeste, lanciando un monito allo stesso tempo a Pechino con l’aiuto degli eventi a Hong Kong. Eventi surriscaldati, dal momento che il Ministero degli Esteri cinese non li nasconde, prima da Londra e poi da Washington, quegli eventi, dopo un inizio lento, hanno fatto esplodere l’enclave del sistema “un paese – a due sistemi” proprio a giugno, subito dopo il viaggio di Trump verso la regina. E ricordiamo che Hong Kong è un punto significativo sulla mappa, il punto finale dell'”asse” che avrebbero allungato dall’Australia a Singapore e ulteriormente all’autonomia di Hong Kong, ed è stato questo “asse” che alcune forze dello “stato profondo” hanno deciso di trasformare in un nuovo “centro mondiale” “. Forse temporaneo

Allo stesso tempo, Trump aveva intensificato bruscamente i preparativi per l’ennesimo fronte anti-cinese – Taiwan, avendo iniziato a vendere grandi quantità di armi moderne, compresi gli aerei, sull’isola ribelle, giocando ovviamente sui nervi di Pechino. Ed è per caso che l’agenda della riunione annuale della Commissione trilaterale di giugno a Parigi, che ha avuto luogo una settimana dopo Trump a Londra, contrariamente alle usanze, non è stata ancora pubblicata sul sito di questo “backstage”? In una parola, non solo la regina sembrava essere d’accordo con Trump, ma ha anche dato uno sguardo allo “stato profondo”, temperando il suo fervore anti-Trump, che dimostra ancora una volta l’estraterritorialità di questo “stato”, le cui strutture visibili negli Stati Uniti, tra cui Wall Street, sono solo un camuffamento dell’apice coperto dagli occhi, formato da un gruppo di Buckingham con la City di Londra. Tutta questa costruzione era obbligata, semplicemente non poteva non funzionare, fornendo all’Occidente una continuazione del “banchetto” mondiale con Cina e Russia, secondo l’Occidente, relegati nei ruoli di vassalli “intimi” in competizione l’uno con l’altro per un’attenzione signorile. E lì, vedi, e l’idea principale del Deep State funzionerà: non appena finiremo la Russia e ci divideremo quella, allora ci occuperemo immediatamente della Cina e ci occuperemo di quella … E dopo avverrà che il ricercato quarto reich “millenario” regnera’ sul pianeta con la “fine della storia” a Fukuyama. E con il collettivo mondo di”Fukushima” per tutto il resto non sono anglosassoni. così, prenderemo subito la Cina e ci occuperemo di essa …

Ma era un piano liscio sulla carta, mentre si dimenticarono dei burroni, in uno dei quali, il più profondo, sono caduti. L’errore è emerso: non si basavano sulla possibilità di un tipo di “contingenza” di pensare agli avversari “sperimentali”, misurandoli con il loro arsenali. Se gli anglosassoni vivono secondo il principio “muori tu oggi e io domani”, anche gli altri devono farlo : la loro maglietta è più vicina al corpo! Soprattutto più lontano nella foresta … Si è scoperto che, sullo sfondo di una minaccia comune da un lato del triangolo globale, gli altri due sono capaci, avendo rifiutato la filosofia predatoria e (a) la falsa moralità, di guardare oltre il loro naso e si uniscono, distruggendo il puzzle anglosassone che è stato assemblato con tale “amore”.

L’ultima goccia in una ciotola di pazienza che ha sollevato una tempesta nel bicchiere d’acqua dell’Estremo Oriente è stata la fuga congiunta di bombardieri strategici di Russia e Cina vicino a Giappone e Corea del Sud, dopo di che i vassalli americani locali sono diventati come i cani, si precipitano non solo a Mosca e Pechino, ma anche tra loro. La sagra di Kim Jong-un nel frattempo ha “stufato” gli anglosassoni e i loro stessi vassalli con “missili non identificati”, in altre parole missili balistici a corto raggio, che sette volte nell’ultimo mese sono stati lanciati da gruppi con un lanciatore multi-carica appositamente progettato per questo scopo.

Putin può recarsi negli Stati Uniti, ma solo come ospite, non come partecipante, per il G8, dove è stato invitato, secondo il suo portavoce, questo consesso è morto e non è soggetto a risveglio. Questa è la risposta russa al pan di zenzero americano, e sotto forma di un lancio di prova del terreno Tomogavka da “tagliare in due come autogena”, secondo l’espressione riuscita di un analista militare, rispose anche il lanciatore MK-41. Sia nella pratica che sotto forma di dichiarazioni sul trattato INF, non solo di Mosca, ma anche di Pechino. “Deja vu” naturale!

Russia Cina esercitazioni militari

L’autore di queste righe è abbastanza vecchio da ricordare bene che nel mezzo della seconda fase della guerra fredda che si è svolta con l’arrivo di Ronald Reagan alla Casa Bianca, il ministero degli Esteri sovietico ha più volte chiesto di tener conto del potenziale nucleare e missilistico della Gran Bretagna e della Francia nei negoziati con gli Stati Uniti sul controllo strategico delle armi . E ogni volta che ho ricevuto risposte a questo dal gesuita fariseismo di Londra e Parigi. Supponiamo che le armi francesi e britanniche non ti riguardino, ce ne sono poche e tu hai molto con gli americani – vale a dire, siete d’accordo tra di voi e tenete le mani lontane. Ora lo stesso argomento viene trasmesso nella direzione opposta – a Washington e già da Pechino. E i vecchietti negli uffici e nei corridoi del Dipartimento di Stato e del Pentagono probabilmente si sono pentiti più di una volta dello stesso gioco fatto quarantacinque anni fa. Non c’è niente da fare: “la prima frusta all’insegnante”.

Ed è anche possibile che venga visualizzata una valuta elettronica di backup. Ma non i DSP, ma qualcos’altro, legato alle riserve di Cina e Russia che furono seriamente reintegrate nelle vendite di oro dall’Occidente. Perché, come riorientare dalla direzione russa alla politica estera australiana di Xi Jinping, ovviamente questi non ha fretta. Quindi Carney sembra aprire il vaso di Pandora per lo stesso Occidente anglosassone, tanto più riconoscendo che l’influenza del dollaro sta diminuendo proporzionalmente a una riduzione fino al 50% del numero di insediamenti in valuta verde nelle transazioni mondiali. E sembra che Trump abbia sprecato metallo a Biaritza invano di fronte ai partner dei Sette: la dura opposizione a lui dalla vecchia Europa, semmai, parla di una coscienza divisa dei Rothschild e del Vaticano.

Da un lato, sembra che il progetto concordato durante l’incontro della regina britannica con il presidente americano debba essere promosso. D’altra parte, è chiaro che qualcosa è andato storto in questo progetto e con ogni nuovo passo lungo il suo cammino c’è la sensazione di una trappola aperta. E cosa fare Vostra Maestà e Santità? Metti un cappio al collo, contando sul tuo “forse” collettivo? Da qui il fronte nelle “sette” capitali europee. Non sono dispiaciuti, perché “per una giornata piovosa” è “consumabile”. E il lancio più divertente di Emmanuel Macron : con Trump, è per il G8 e la Russia, ma a Biaritsta – già contro di esso. Hai ricevuto altre istruzioni? L’allineamento di questi pochi giorni non sembrava essere cambiato, in modo catastrofico, e ancora di più. A meno che da Pechino abbiano chiarito di avere prove compromettenti su Joe Biden molto più di quelle di Assange, e non solo su suo figlio, ma anche su “lui stesso”. Come si suol dire, dai propri archivi e libri paga.

Quindi hanno fissato Trump con le sue “tariffe aggiuntive” con urgenza, che può essere spiegato solo da uno: andare avanti ai cinesi in modo che il presidente americano non venga superato con questo materiale compromettente. Ciò che sta accadendo significa che l’ordine mondiale occidentale sta entrando in un periodo delicato chiamato agonia, oppure Buckingham e il suo entourage hanno abbastanza intelligenza e responsabilità da riprodurre – non indovineremo sui fondi del caffè. Vediamo e verifichiamo di persona. Tutto ha il suo tempo.

Fonte: Подробности: https://regnum.ru/news/polit/2699753.html
Любое использование материалов допускается только при наличии гиперссылки на ИА REGNUM.

Traduzione: Sergei Leonov

2 Commenti

  • Cristina Cappugi
    30 Agosto 2019

    Ma chi traduce, è incomprensibile

  • Eowin
    30 Agosto 2019

    Illeggibile, incomprensibile la traduzione…

Inserisci un Commento

*

code