"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Occidente sta andando alla guerra con la Russia

di Brad Cabana

L’Occidente sta andando in guerra con l’Est. I probabili obiettivi iniziali sono la Siria e l’Iran: qualsiasi attacco all’Iran è una dichiarazione di guerra alla Russia”.
Triste e dolorosa, così com’è da contemplare, per non dire, sembra che l’Occidente stia andando in guerra con la Russia. Sì, Russia. Il licenziamento del Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, McMaster avvenuto ieri e, più significativamente, la sua sostituzione con John Bolton, indicano un confronto diretto con l’Iran.

Bolton ha sempre sostenuto la guerra con l’Iran, ma non è mai stato in grado di attuare la minaccia. Ora è stato invitato a unirsi al gabinetto del presidente americano Trump, un gabinetto già dominato dai generali statunitensi (per la maggior parte in pensione). Trump ora dispone di quello che qualsiasi analisi chiara potrebbe indicare – un gabinetto di guerra.

In un gioco di “one-up-man-ship”, il Segretario degli Esteri del Regno Unito Boris Johnson ha fatto saltare in aria i proverbiali ponti tra la Russia e il mondo occidentale nelle ultime settimane con commenti che sono stati davvero oltre il segno. Ha suggerito che il presidente russo Putin fosse la persona che ha dato il via al tentato omicidio di una ex spia russa in Inghilterra. Ha poi fatto esplodere questo con una affermazione fuori da ogni canore di decenza, sostenendo ieri che,tenere la Coppa del mondo di calcio in Russia è cosa simile alle Olimpiadi di Hitler del 1936. Quest’ultimo punto ho personalmente fatto un’enorme eccezione, perché il fatto è che i 25 milioni di sovietici che morirono combattendo effettivamente contro  Hitler, di fatto  salvarono l’Inghilterra dall’invasione tedesca – un’invasione che l’Inghilterra avrebbe subito a piene mani. In verità, Johnson potrebbe altrettanto bene fare accusa all’Israele moderno di essere uno stato nazista. Quella battuta è proprio il bizzarro attacco di Johnson alla Russia. E forse più importante nello schema delle cose, quanto incendiario era l’attacco.

Quello che sta diventando chiaro è che gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali stanno gettando le basi per una grande guerra, forse una guerra mondiale, con l’Eurasia e i suoi alleati in Medio Oriente. Con la nomina di Bolton nello stesso giorno in cui Trump ha firmato la prima azione commerciale contro la Cina (e ha sottolineato che era la prima di molte) i segnali sono molto chiari. L’Occidente sta andando in guerra con l’Oriente. I probabili obiettivi iniziali sono la Siria e l’Iran. Qualsiasi attacco contro l’Iran è una dichiarazione di guerra alla Russia. Dopotutto, l’Iran non è solo un alleato importante per la Russia, ma si trova proprio al confine con la Russia. In altre parole, la Russia sarebbe trascinata in una tale guerra per legittima difesa, se non per altre ragioni.

Considerando la posizione della Russia in questo contesto, si ripensa alla settimana scorsa, quando la Russia ha annunciato un numero di armi di nuova generazione che ha dichiarato erano invulnerabili alle capacità anti-missilistiche occidentali. È abbastanza ovvio che la Russia sta tentando di dissuadere l’Occidente dalla sua spinta intenzionale contro uno degli interessi più strategici della Russia – l’Iran. È anche abbastanza evidente dai gesti di Trump oggi che questi è completamente indifferente al messaggio della Russia. Ciò può significare solo una cosa: stiamo andando in guerra. Quando dico noi, intendo l’Occidente. Come qualcuno che ha servito, ed è figlio di un veterano della seconda guerra mondiale, sono disgustato dall’aggressione occidentale nei confronti dell’Eurasia. Sì, ho detto che l’aggressione occidentale. Dai un’occhiata a tutti i conflitti in corso. Stanno andando in giro per il cortile della Russia o della Cina – non tanto in Occidente …

Missile iraniano

Nessuno sa per certo come questo giocherà la sua mano mortale. Una cosa è certa, la demolizione dell’accordo nucleare iraniano appare imminente. Inoltre, seguirà sicuramente una riaccendersi del conflitto tra Arabia Saudita e Iran. L’Occidente avrà bisogno di una scusa facilmente comprensibile per attaccare l’Iran, e questa può essere solo una delle tre cose in realtà: un attacco a Israele; venendo in aiuto saudita; o un’azione di stile della Corea del Nord contro l’Iran che ha un’arma nucleare una volta annullato unilateralmente l’accordo di cui sopra.
Tuttavia, questo non sarà un picnic per l’Occidente. Scatenare un conflitto diretto con Russia e Cina risulta fuori dall’equazione per il momento.

Considera che un conflitto tra Arabia Saudita e Iran, o un conflitto tra Israele e Iran, avrebbe l’effetto di triplicare i prezzi del petrolio durante la notte. Quindi prendere in considerazione una massiccia svendita sul mercato azionario. Il fattoreguerra nelle riserve federali degli Stati Uniti farebbe aumentare i suoi tassi di interesse in una notte. Tutte queste cose e alcuni problemi economici non menzionati qui precipiterebbero le economie occidentali in una spirale catastrofica. I mercati sono molto agitati, perché, visto come lo fanno, gli affari sono tenuti abbastanza lontano dalle crisi.

Molte persone mi hanno detto che un tale collasso economico farebbe cadere anche l’Eurasia, ma rispondo sempre a questa affermazione come questa: ” Ricordi nel 2008 quando il mercato è crollato? La Cina ha mandato 250 milioni di persone a casa nei loro villaggi, senza un lavoro, e basta. Non ci fu alcuna rivolta o alcun tumulto sociale. Se ciò accadesse negli Stati Uniti o in qualsiasi economia occidentale, ci sarebbe un’insurrezione civile per quasi tutta la notte. Qui sta la differenza. Mentre la Cina sarebbe ferita, può sopportare il colpo. Il mondo occidentale non può. In altre parole, una guerra di logoramento economico “.

Non so se c’è qualcosa che il cittadino comune può fare per prevenire questa follia – come mi ha detto recentemente un americano: “tutto quello che posso fare è votare”. Ma, ti suggerisco che, se ti piace il mondo intero e sei preoccupato per la fine dell’umanità, esci e dì qualcosa. Sii responsabile di te stesso, dell’umanità e del mondo. Non essere un cane delle pecore.

Fonte: Rock Solid Politics

Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. claudio 4 settimane fa

    Ma a leggere sto articolo, e se non fosse che io abito proprio sulla linea del fuoco, da fascista, quindi terzo a questi pezzi demmerda, mi verrebbe da dire: ben vi sta!! Scannatevi tra voi!! Raccogliete i frutti di quel che avete seminato, merde!! Cani d’ebreo!! Sto cerebroLESSO di cabana vorrebbe che io mi schierassi con lui?? E che son diventato, cane d’ebreo pure io?? Ammazzatevi tra voi, all’arma bianca, senza far rumore.. liberateci dalla vostra presenza immonda.. dalla puzza di zolfo che emanate.. fatelo di giorno, con le tv, che io possa godermi lo spettacolo come al colosseo i romani antichi.. voi fatelo nel nuovo colosseo di tel aviv o gerusalemme occupata, fate godere i vostri padroni, sventolate le vostre bandiere antifasciste, la vostra retorica antinazista.. vi piace scannarvi?? Fatelo.. non aspettate.. dovete morire tutti.. ma a me non mi troverete mai dalla vostra parte.. e vaffanculo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. La souzione 4 settimane fa

    Vogliono la guerra, ne usciranno con le ossa rotte. L’arroganza non paga mai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. La soluzione 4 settimane fa

    Chi ne avrebbe beneficio in una guerra mondiale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Walter 4 settimane fa

    Come dice Battiato: “Niente è come sembra…”. Bolton farà un passo avanti e due indietro. Parlano tutti a voce alta fintanto che non contano una sega; poi, quando assumono i ridimensionano, si rimangiano quello che avevano detto, lo ruminano e lo risputano trasformato nel contrario. Nessuno può permettersi di attaccare l’Iran, per fortuna. Possono stuzzicare, sanzionare, ingiuriare ma si fermano sempre un metro e mezzo prima della linea rossa. Le guerre le fanno proxy, magari tra qualche anno ne faranno una in Kazakistan. Per il resto, lanciano pietre e nascondono la mano. Intanto, il gabinetto americano somiglia sempre più ad un reparto di geriatria: Mrs. Alzheimer e Mr. Parkinson.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter 4 settimane fa

      Mi sono mangiato qualche mezza parola: quando assumono una carica si rimangiano…
      Per una volta, in questo scenario demenziale l’Italia sta facendo la cosa giusta: i cazzi suoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. atlas 4 settimane fa

    una cosa è certa, non si può servire a Dio e a mammona contemporaneamente, io stò con l’Eurasia

    salutiamo adesso che ancora possiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace