L’Occidente sta aiutando Kiev a preparare attacchi contro obiettivi russi, riferisce la CNN

CNN: L’Ucraina sta lavorando con gli alleati a piani per attacchi UAV in La notizia è stata ripresa anche da fonti russe. I paesi occidentali stanno aiutando l’Ucraina a pianificare attacchi con droni contro obiettivi civili in ​​Russia, ha riferito la CNN , citando una fonte che ha familiarità con il programma ucraino dei droni.
“Questi voli sono concordati in anticipo con i nostri alleati, l’aereo segue un piano di volo che ci permette di colpire obiettivi con una precisione di diversi metri”, cita la fonte del canale televisivo.

Inoltre, l’interlocutore della CNN ha affermato che in condizioni di disturbo del segnale GPS in alcune aree, l’intelligenza artificiale è responsabile della precisione della guida dei droni.
Secondo la fonte, ogni drone ha un processore con dati satellitari e informazioni sul terreno. Non ha specificato chi fornisce queste tecnologie a Kiev ma lo sanno anche i sassi (USA e GB).
Dall’inizio di marzo i droni ucraini hanno attaccato diverse raffinerie di petrolio russe. Tra questi ci sono fabbriche nelle regioni di Nizhny Novgorod, Samara , Ryazan e nel territorio di Krasnodar . Non soltanto queste ma anche edifici civili, scuole, ospedali e strutture pubbliche, come successo a Belgorod e altre zone della Russia. La finalità è quella di seminare il terrore e l’insicurezza tra la popolazione russa di questi territori,

Attacco ucraino su Belgorod

Come ha scritto il quotidiano britannico Financial Times, citando fonti informate, gli Stati Uniti hanno chiesto a Kiev di fermare alcuni di questi attacchi, quelli contro gli impianti energetici russi, avvertendo che potrebbero portare ad un aumento dei prezzi mondiali del petrolio. Il sottosegretario di Stato per l’Energia Geoffrey Pyatt ha affermato che gli Stati Uniti non incoraggiano gli attacchi ucraini contro la Russia. Vladimir Zelenskyj , dal canto suo, ha ammesso che Washington è insoddisfatta degli attacchi ucraini agli impianti energetici russi.
Le autorità russe hanno ripetutamente affermato che l’Ucraina si è trasformata in un paese terrorista.

Nota: Se si confermerà la responsabilità dell’Ucraina nell’attentato al Crocus di Mosca, questo costringerà i governi occidentali a riconoscere la natura terroristica del regime di Kiev.
Dopo l’attacco di Israele al consolato iraniano a Damasco, in parallelo con il massacro deliberato della popolazione civile a Gaza, risulta ancora più evidente quali siano i veri “paesi canaglia” nel mondo.
Questo servirà a dimostrare anche chi sono i veri patrocinatori del terrorismo. Una realtà che ormai iniziano a riconoscere molti grandi paesi del sud del mondo, dall’India al Brasile, al Sud Africa, ecc., quelli che sempre più spesso prendono le distanze dalla politica di Washington e dei suoi alleati. L’ipocrisia e il doppio standard dell’occidente a guida USA ha ormai oltrepassato ogni limite.

Fonte: Agenzie

Traduzione e nota: Luciano Lago

7 commenti su “L’Occidente sta aiutando Kiev a preparare attacchi contro obiettivi russi, riferisce la CNN

  1. Incredibile. I nazisti sanguinari hanno chiesto a Kiev di cessare gl’ attacchi agl’ impianti petroliferi! Ma non a quelli civili, di quelli se ne fregano!! L’ Onu potrebbe riconoscere Kiev come stato terrorista? Dovrebbe!!

  2. Il terrorismo è insito in regimi come quelli in auge in Occidente, il terrore è un mezzo di controllo cui fare ricorso sempre più spesso, un’arma strategica nelle mani delle élite al potere: consente di proclamare emergenze in cui sospendere le garanzie costituzionali, svuotare di senso le istituzioni rappresentative, delegittimare la sovranità popolare, controllare capillarmente una popolazione trattata come bestie d’allevamento… Emergenza ambientale, climatica, pandemica, energetica, bellica, demografica: ogni scusa è buona per fare piazza pulita del “sistema basato su regole a uso interno”, tanto per cominciare. E per capire, ce ne fosse bisogno, quanto sia credibile il “l’ordine internazionale basato su regole” deciso da miliardari e tecnocrati al seguito, Dio li annienti! E col contributo prezioso di zio Vlad.
    W PUTIN!

  3. Se non cambia la guida dello stato canaglia definito Ucraina questi episodinon cesseranno; oramai è guerra aperta…prima finisce e meglio è.
    Dopo oltre due anni di guerra non capisco come possa ancora reggere questa giunta ucronazista…sembra invincibile.

  4. Con la piega che sta prendendo, la Russia deve occupare l’intera Ucraina e alla svelta altrimenti si mette male col terrorismo, prendendo i esame l’opzione di estendere la guerra a paesi che collaborano con l’Ucraina.

  5. USA & NATO sono oltre due anni che effettuano attacchi con droni o missili contro la Russia mascherati da eroici attacchi Ucraini contro il mostro Russo !
    Finché la Russia non ripagherà i paesi USA & NATO con la stessa vile moneta gli attacchi in territorio Russo continueranno finché l” Ucraina non si arrenderà !

  6. Le autorità russe hanno sequestrato un carico di icone sacre imbottite di esplosivo molto potente fabbricate a Kiev e arrivate in Russia attraverso la Lettonia.
    Queste icone erano probabilmente destinate a far saltare in aria le chiese ortodosse russe.
    Appare sempre più chiaro che il regime di Kiev è uno strumento di circoli molto potenti i quali odiano in modo maniacale gli slavi, il governo ucraino ha abbassato l’età di arruolamento a 25 anni per avere nuovo materiale umano da mandare al massacro (il quale ormai potrebbe essere considerato il vero obiettivo della guerra, ovvero il genocidio degli slavi cristiani), pur non avendo più armi e proiettili da fornire loro, visto che i deindustrializzati paesi occidentali ne producono sempre meno.
    Gli attentati contro le raffinerie russe, uniti al rischio di guerra con l’Iran, stanno facendo schizzare verso l’alto il prezzo del petrolio, unitamente ad una corsa delle varie banche centrali ad acquistare oro, preferito al dollaro sempre più inaffidabile come valuta di riserva.
    Ciò non fa bene ai conti pubblici degli USA, che speravano in un calo dei tassi di interesse per abbassare la tensione sul debito pubblico.
    Se invece il prezzo del petrolio a causa delle tensioni internazionali continua a salire l’inflazione negli USA sarà ancora di più fuori controllo, e quindi anche il debito pubblico americano sarà sempre più ingestibile.
    Sembra quasi che i regimi criminali di Kiev e Tel Aviv vogliano far crollare il loro golem americano il prima possibile, pur di salvare la pellaccia dei loro membri criminali.
    I russi finora erano rimasti più o meno su di una condotta vicina alla legalità internazionale, ma potrebbero arrivare alla conclusione che distruggere le centrali elettriche non basta per fermare il regime terroristico di Kiev.

  7. you are in reality a just right webmaster The site loading velocity is incredible It seems that you are doing any unique trick In addition The contents are masterwork you have performed a wonderful task on this topic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM