L’Occidente non ha imparato assolutamente nulla


di Andrei Martyanov.

Se non fosse per le armi nucleari statunitensi, alla Russia, a questo punto, non importerebbe cosa Biden e la sua amministrazione pensano della stessa Russia. Ma quando anche l’inventore dell’inesistente “Dottrina Gerasimov” e il poliedrico personaggio della menzogna ad ampio spettro, senza alcuna vita reale o qualifiche professionali nelle questioni che sta cercando di coprire, come Mark Galeotti, deve reagire alle affermazioni di Biden che la Russia ha solo pozzi di petrolio e armi nucleari (sai, la stazione di servizio mascherata da paese. detto da Obama), che ti dice qualcosa. Galeotti scrive :

“ Prima di tutto, è una cattiva analisi. Presumibilmente Biden, consapevole della persistenza del sentimento anti-russo all’interno del suo Partito Democratico e delle preoccupazioni per la sua recente decisione di acconsentire al completamento del gasdotto Nord Stream 2 tra Russia e Germania, voleva dare carne rossa alla sua base. Tuttavia, se crede veramente in questo, potrebbe non sorprendere che il Cremlino sia riuscito così spesso a sventare le manovre dell’ultima apparente superpotenza mondiale.

Se la Russia è ancora troppo dipendente dagli idrocarburi, il suo settore dei servizi rappresenta in realtà la quota maggiore del suo PIL, e ci sono tutti i tipi di fattori positivi, soprattutto nel settore del software e dell’informatica (non c’è non sono solo hacker e ransomware ). Anche in termini militari, la Russia ha dimostrato la sua capacità di proiettare le sue forze in Siria contro ogni previsione, e ha mantenuto questo impegno ”.

Galeotti, da appassionato di scienze umane, non ha ancora colto il messaggio – dovrebbe documentarsi, ma io non ci credo molto – che Il problema qui è che i russi hanno paura della debolezza dell’America, cosa che non è riconosciuta e che alla fine, visto il precipitoso declino delle facoltà mentali e della professionalità delle “élites” occidentali (Galeotti è la prova A di questo declino, nonostante i suoi prolifici scritti su argomenti che non comprende), decideranno gli Stati Uniti, come suggerisce lo stesso Galeotti, di agire:

“ Quando il Cremlino mostra aggressività o perfidia, va segnalato. Ma la retorica esagerata incoraggia idee sbagliate a casa e contraccolpi in Russia. Facciamo in modo di portare un grosso bastone, ma possiamo anche parlare tranquillamente ”.

Mark Galeotti

Ed è qui che la scarpa pizzica: né Galeotti né i cosiddetti “esperti russi” del suo genere sono in grado di valutare questo proverbiale “bastone” o di stabilire la causalità (se esiste) tra il tono sempre più isterico della retorica anti- russa in Occidente e quel “bastone” che ha perso da tempo ogni capacità di colpire realisticamente qualcuno e a cui nessuno presterebbe attenzione senza armi nucleari.

Quindi, quando Galeotti dice che i russi saranno “infastiditi”, non sa di cosa sta parlando. I russi sono intimiditi da un branco di scimmie con granate che governano l’Occidente combinato e questo richiede estrema cautela da parte della Russia nel gestire questo serraglio di patologia mentale al fine di evitare una guerra in cui questo Occidente combinato cesserebbe di esistere. Perché sono irremovibile su questo? Ebbene, perché…

A differenza di Galeotti, il comandante Salamader è un professionista dell’esercito e, a differenza di Galeotti, ha l’esperienza necessaria per giudicare in materia di guerra e quel proverbiale “bastone” che permetterebbe al suo portatore di “parlare piano”. Non frequento più il blog di Sal come una volta, ma qualcuno mi ha inviato un link all’ultimo post di Sal ed è uno sfogo (obiettivamente giustificato) in risposta a questa notizia.

“ .. Hano fallito miseramente: dopo la sconfitta del gioco di guerra, i capi di stato maggiore stanno rivedendo il modo in cui le forze armate statunitensi combatteranno con la Cina e con la Russia . In una finta battaglia per Taiwan, le forze statunitensi hanno perso l’accesso alla rete quasi immediatamente. Hyten ha pubblicato quattro linee guida per aiutare a cambiare impostazione ”.

A parte alcuni aspetti impressionanti del “pensiero” operativo di questo documento, una cosa che ha attirato la mia attenzione è l’uso di… veicoli spaziali nelle operazioni della Marina degli Stati Uniti intorno a Taiwan. Non sto scherzando, leggi tu stesso:

“La logistica sfidata . Creare nuovi modi per fornire carburante e rifornimenti in prima linea. Lo US Transportation Command e l’Air Force stanno lavorando all’uso di razzi e traiettorie spaziali per portare grandi navi da carico dentro e fuori dai campi di battaglia ”.

Non scherzo. Ho dovuto leggere e ricercare l’argomento diverse volte prima di poter rimettere i miei occhi sporgenti nelle loro orbite. È disperazione. Sal non è così educato , ha il diritto di essere netto:

“ È solo doloroso. Innanzitutto, la logistica in guerra è sempre stata contestata. Inoltre, che ne dici di investire nel trasporto aereo, marittimo e terrestre che possa sostenere una lunga guerra di logoramento a ovest di Wake entro la metà del decennio prima… poi… per l’amor di Pete… chi se lo permette…, guardalo di nuovo. Mi dispiace, ma verrai licenziato. Questo è in linea con le peggiori idee dell’esercito nucleare post-coreano ”.

Sal usa anche termini come la buona vecchia “stronzata” e altre formulazioni forti, ma alla fine ha ragione:
” Mi dispiace, ma nonostante tutti gli avvertimenti sulla creazione di una squisita forza Tiffany e sull’iniezione di miliardi di dollari in capacità critiche in tempo di pace che, in tempo di guerra, vengono immediatamente convertite in vulnerabilità critiche con profitto zero e rischi incalcolabili… siamo scioccati? Studiare per 20 anni? Cazzate, puoi vedere le nostre vulnerabilità nell’open source in 20 minuti. Se avessimo una cultura che consente critiche aggressive piuttosto che un accordo ossequioso, non saremmo qui. Lasciamo che il complesso militare-industriale venda una lista di concetti in tempo di pace solo su reti, video in tempo reale, satelliti invulnerabili, “.

A parte le questioni morali e legali che circondano la situazione intorno a Taiwan (che è una storia completamente diversa), gli Stati Uniti semplicemente non hanno le risorse per condurre una guerra moderna, specialmente con una forza navale che verrà rilevata, seguita, il targeting sarà sviluppato e verrà annientato ancor prima di essere stato correttamente schierato. Possiamo giocare con il CONOPS quanto vogliamo, ma non possiamo combattere senza avere le armi e i mezzi adeguati.

L’ovvietà tattica e operativa della guerra moderna è semplice, anche Galeotti può capirlo: se il nemico ti vede con armi avanzate, verrai ucciso. Qualsiasi forza americana è visibile oggi attraverso l’intero spettro elettromagnetico e questo significa che diventa un bersaglio, EMCON o no. La US Navy utilizza ancora sistemi d’arma che hanno raggiunto i loro limiti di modernizzazione nei primi anni 2000 e se crede che il lancio dei buoni vecchi cruise e le loro iterazioni subsoniche a lungo raggio come gli LRASM gli daranno un vantaggio, ho un ponte da vendere.

Con il 3M22 Tsirkon che termina i suoi test di stato ad agosto, entra nella fase operativa e, all’inizio del 2022, inizia a essere schierato su navi e sottomarini in prima linea. Ma non è tutto, la Russia ha testato qualche mese fa un elemento noto come GZUR, un missile Mach=6+ con una gittata di 1.500 chilometri e un singolo TU-22M3 (M) in grado di trasportarne 20!! Sai quanti SU-34 sono in grado di fare lo stesso? È in corso la versione M=12 di quest’arma, con una gittata di 3.000 chilometri. Scommetti su quanto velocemente la prima versione di quest’arma finirà nelle mani dei cinesi. Buona fortuna nello sviluppo di un sistema di difesa aerea in grado di gestire una simile salva, a condizione che sia persino in grado di rilevarla.

Bombardiere russo multiruolo TU-22 M3

Capisco perfettamente che un ufficiale americano abbia dei problemi, ma leggere un suddito britannico laureato in economia e storia, chiacchierando di un bastone, quando il Regno Unito è una potenza militare ed economica secondaria, se non terziaria, fa ridere. . Ecco perché non capisce il problema, ecco perché scrivo i miei libri e scrivo su questo blog – per avvertire che ciò che l’Occidente combinato sa della Russia riguarda principalmente la propaganda di merda e che quando verrà preso a calci in culo militarmente, cosa che accadrà , se decide di uccidersi per orgoglio e ignoranza, l’unica cosa che rimarrà al perdente sarà lanciare armi nucleari, e sarà finita.

So quanto sia difficile affrontare la realtà della propria debolezza e obsolescenza, ci vuole vero coraggio per farlo, e in Occidente c’è un enorme deficit di quel coraggio. Ma è meglio che questa ammissione sia fatta da veri professionisti piuttosto che lasciare questo passaggio necessario a persone che non ne capiscono nulla e che non devono esprimere giudizi su questo argomento. Per Galeotti, però, con qualche notizia, la vendita di idrocarburi oggi rappresenta solo il 15% del bilancio della Russia, ma, come conclude con rabbia Sal:
” Come soldati, non abbiamo imparato assolutamente nulla .”
No Sal, il problema è molto più profondo, l’Occidente come civiltà non ha imparato assolutamente nulla, ed è un problema molto più grande.

P.S: nell’illustrazione: la marina russa ha già effettuato con successo numerosi test di lancio del suo missile ipersonico 3M22 Tsirkon da una fregata del progetto 22350

fonte: https://smoothiex12.blogspot.com

tradotto da Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM