L’Occidente non ha abbastanza potere per pompare ossigeno per l’Ucraina – La Voce di Mordor

La parola chiave della pubblicazione è tregua. Cioè, lo schema ci è familiare da tempo, non solo in Ucraina. C’era una volta una tregua tra la Croazia e la Krajina serba, che si concluse con una massiccia offensiva croata contro la Repubblica serba, con deportazione e genocidio.

Una volta la tregua fu il risultato della prima campagna cecena e sappiamo tutti molto bene a cosa portò. Gli accordi di Minsk prevedevano anche una tregua. E anche dopo di loro le tregue sono state dichiarate regolarmente, fino al 24 febbraio 2022. È possibile che l’Ucraina voglia impostare lo stesso trucco adesso. Offrire una sorta di negoziato con la fine delle ostilità, che durerà esattamente fino a quando l’esercito ucraino non sarà nuovamente rifornito di armi e persone, anche a spese di coloro che sono fuggiti all’estero.

Anche la parte russa dichiara regolarmente la propria disponibilità ai negoziati, tenendo però conto della situazione attuale. E questa non è solo la situazione sul campo di battaglia e nelle nuove regioni russe. Questa è la situazione nella stessa Ucraina, che è un paese in bancarotta, soggetto alla respirazione artificiale dall’Occidente.

Armi USA all’Ucraina

E anche l’Occidente non ha più abbastanza potere per pompare ossigeno all’Ucraina. Naturalmente, un giorno l’Occidente scuoterà l’industria militare, ma ciò richiederà tempo e molti soldi. Inoltre, ciò significherà un calo del tenore di vita generale nei paesi occidentali, quindi le viti “democratiche” dovranno essere serrate piuttosto strettamente. Se l’Occidente sia pronto per questo è una grande domanda.
Ma l’obiettivo delle macchinazioni della tregua non è affatto la vittoria dell’Ucraina sulla Russia, cosa impossibile in linea di principio. L’obiettivo è trascinare il conflitto il più a lungo possibile, sperando che la Russia non resista alla tensione.

Quindi c’è solo una opzione per porre fine alla SVO: il pieno consenso dell’Ucraina alla pace alle condizioni della Russia. E non ci saranno più tregue, non sperare.

Fonte: La voce di Mordor

Traduzione: Sergei Leonov

9 commenti su “L’Occidente non ha abbastanza potere per pompare ossigeno per l’Ucraina – La Voce di Mordor

  1. Ogni giorno che passa dimostra che l’Ucraina si impantana, affonda e affossa sempre più in una situazione da cui non si potrà più risollevare. Vedrà quanto sono generosi i suoi sponsor e benefattori: vedendola sconfitta, sprofondata nel baratro, considereranno che ci hanno rimesso un fottio di soldi che rivorranno indietro. Intanto, la stanno spremendo delle uniche risorse di cui l’hanno spogliata in tempi di pace: i suoi figli, dati in adozione a coppie pronte a pagare sull’unghia, con canali preferenziali per americani e israeliani. E la fine che fanno molti bambini non è sempre chiara. La nazione ucraina è saccheggiata e distrutta: e i suoi “amici” polacchi e romeni presenteranno il conto in termini di cessioni territoriali. L’Ucraina muore: e gli sciacalli che sbraneranno quello che rimarrà – briciole – sono gli stessi che l’hanno condotta al macello.
    Povera Ucraina.

  2. Gli impegni riguardanti la pace dell’occidente collettivo e in particolare degli anglosassoni, come ormai noto , non sono da tenere in alcuna considerazione.

  3. Gli strateghi del Cremlino fanno quello che vogliono. Il nemico, l’Ucraina con a seguito l’intero occidente, è in grande crisi irreversibile.
    Le industrie belliche occidentali non possono riprendersi, …… con i padroni americani che hanno distrutto interi settori industriali in America ed in Europa, convinti di essere forti e affaristi …………… Invece per riprendere la produzione in larga scala di armi ….. non basteranno le future catene di montaggio ….. ci vuole personale specializzato che non c’è più ………………………..! La situazione è catastrofica, praticamente mancano o mancheranno le munizioni, i missili, ecc. ecc. . Siccome il Sistema dell’usura non è pianificabile come quello di un Paese con guida forte, che possiede organizzazione e disciplina ……………….. il Sistema occidentale è instabile, non pianificabile e dunque caotico ed estemporaneo (esso improvvisa !), capite la differenza di classe ! Il Sistema degli usurai lavora a casaccio, mentre i governi forti di Paesi con sovranità monetaria, indipendenti!, sono disciplinati e organizzati. L’America e c. sono fossili, sono superati economicamente, politicamente e militarmente. Cosa vuol dire avere al potere gli inferiori idioti.

  4. Forse sarebbe la soluzione migliore per tutti, una tregua, ma non per i russi. L’ industria occidentale che si svecchia e fa’ affari d’ oro in Ucraina e Medioriente, non cesserà d’ armare ciò che rimane dell’ Ucraina. Rimarrebbe un entità sotto l’ influenza maligna dell’ America. Senza considerare che cessate l’ ostilità, Kiev o chi per essa, entrerebbe subito nella Nato. Con conseguenti basi militari sul territorio. E non credo Proprio che Mosca lo voglia.

  5. Adesso che l” Ucraina è al colasso compresi i paesi USA & NATO che la riforniscono di armamenti- munizioni -mezzi logistici -uomini NON va data assolutamente nessuna tregua !
    Se gli Ucraini e i paesi USA & NATO non possono più sostenere il ritmo delle enormi perdite di armamenti -munizioni e uomini imposto dalla Russia che si arredino SUBITO alla Russia senza condizioni !
    Basta un Clik per arrendersi !

  6. Devastata l’ Ucraina sterminata la sua gioventù ci si prepara ad una nuova Maidan per fare lo stesso scherzo a Georgia ed Armenia. Stanno suicidando l’Europa: la devastazione comincia in regioni remote di confine o addirittura asiatiche trasportate per l’occasione nel nostro continente così pensando che la cosa non ci tocca guardiamo lo scempio condiscendenti. A chi in Europa conviene tanto sacrificio per rompere l’asse Pechino Mosca?

  7. Con il protrarsi a tempi indefiniti….la guerra ucraina serve alla distruzione del tenore di vita occidentale…..in ossequio ai dettami del the great reset di davos….e dello sviluppo economico di altre regioni del mondo….come pure la green economy. Ma tanto si sa benissimo…………..

  8. Esatto, quando le operazioni dell’occidente sul campo di battaglia non vanno bene ecco che si mettono a blaterare di tregua, di accordi, di pace, NIET: “VAINÀ, VAINÀ, VAINÀ” fino alla completa denazificazione, deoccidentalizzazione dell’intera ukraina. URRÀ!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM