“L’Occidente ha perso la guerra in Siria”, lo ha riconosciuto l’ex capo di Stato Maggiore del Regno Unito

In alcune dichiarazioni rilasciate alla BBC, il generale Lord Richards ha dichiarato che l’Occidente deve riconoscere il suo fallimento nel conflitto in Siria.
“Il governo britannico deve riconoscere che Bashar Al-Assad continuerà a mantenere il potere”, ha segnalato.
Avendo diretto lo Stato Maggiore dell’Esercito Britannico tra il 2010 ed il 2013, il generale Lord Richards, interrogato circa una sua valutazione sul conflitto in Siria, ha continuato dicendo: “Mi dispiace molto dirlo, tuttavia bisogna riconoscere che abbiamo perso la guerra”. Questo perchè il Regno Unito (assieme agli USA ed alla Francia) è stato implicato in quella guerra.

“Questo non signjfica che dobbiamo anche perdere la pace a condizione però di mettere in marcia una strategia corretta. Nel 2013 e nel 2013, abbiamo perso l’occasione di rovesciare Bashar al-Assad perchè abbiamo voluto lanciarci in un nuovo intervento militare attraverso terzi” (i gruppi jihadisti armati ed addestrati dai servizi anglo USA).
“Attualmente i ribelli sono stati sbaragliati e c’è bisogno di riconoscere che abbiamo perso questa opportunità”.

Ex capo di Stato Maggiore GB, Lord Richardson

Ex capo di Stato Maggiore GB, Lord Richardson

“In quel tempo, io personalmente avevo consigliato i responsabili britannici di appoggiare Bashar al-Assad nel caso che loro non volessero lanciare una operazione per rovesciarlo.  Questo perchè pensavo che i risultati di una opposizione ad Assad sarebbero peggiori rispetto a qualsiasi altra cosa”, ha affermato il generale.

La guerra civile (?) sembra che sia ormai arrivata alla sua fine, ma al contrario la spaventosa situazione umanitaria andrà avanti per anni. Dopo l’aver affrontato questa situazione, l’Occidente dovrà affrontare lo Stato Islamico ed in terzo luogo focalizzare una strategia per “vincere la pace”.

Fonte: Standard.co.uk

Traduzione e sintesi: Manuel de Silva

3 Commenti

  • Michele
    22 Dicembre 2016

    Ma questi personaggi non dovrebbero essere processati per crimini contro l’umanità? Insomma chi risponderà di quelle centinaia di migliaia persone sgozzate, stuprate, crocifisse, bruciate vive ecc in nome e per conto della democrazia? Mah!

    • Citodacal
      23 Dicembre 2016

      Come dice Snake Plissken: “Benvenuto nel regno della razza umana”.

  • nessuno
    23 Dicembre 2016

    Un’altro “fenomeno”, uno di più o uno di meno a questo punto non fa differenza,
    farebbero meglio a starsene in silenzio…e pregare il Signore che li perdoni per
    il disastro umanitario che consapevolmente hanno causato a una intera Nazione,
    e che di sponda ne subisce le conseguenze pure l’€uropa….

Inserisci un Commento

*

code