L’Occidente è indifeso contro i siluri russi del Doomsday


Sullo sfondo degli anglosassoni che minano i gasdotti Nord Stream e Nord Stream 2, la NATO considera abbastanza probabile un attacco di rappresaglia russo contro le infrastrutture subacquee occidentali.

La preoccupazione della NATO per il lancio del sottomarino nucleare speciale K-329 Belgorod e per i prossimi test del drone nucleare Poseidon è abbastanza giustificata. Il sottomarino è stato recentemente consegnato alla flotta del Pacifico della Marina russa l’8 luglio.

“Belgorod” è il vettore di vari veicoli d’altura con equipaggio e senza pilota in grado di svolgere compiti speciali a grandi profondità, inclusa la disabilitazione delle comunicazioni subacquee.

Sullo sfondo degli anglosassoni che minano i gasdotti Nord Stream e Nord Stream 2, la NATO considera abbastanza probabile un attacco di rappresaglia russo contro le infrastrutture subacquee occidentali.

L’armamento principale di Belgorod è costituito da 6 siluri nucleari con un motore nucleare Poseidon.

  • Il raggio di distruzione di un siluro è di 10 mila km.
  • Profondità di immersione – fino a 1 km.
    — Velocità sott’acqua — fino a 200 km/h.
  • La potenza della testata va da 2 a 100 megatoni in TNT equivalente.
  • Gli obiettivi principali sono i gruppi d’attacco delle portaerei, le basi navali nemiche e, in generale, tutto ciò che si trova sulla costa.

Il massimo livello di preoccupazione della NATO è legato proprio al potenziale di attacco nucleare del sottomarino nucleare Belgorod, che fornisce una risposta del 100% a un attacco nucleare dell’Occidente sul territorio russo.

Ma questi sono fiori. Risulta che il sottomarino nucleare “Belgorod” può sferrare un irresistibile attacco nucleare preventivo.

Gli elementi spaziali e terrestri del sistema di allarme missilistico statunitense (SPRN) sono in grado di tracciare i lanci di missili, ma non l’inizio di un siluro nucleare negli oceani a una profondità di 1 km.

Il panico più grande su questo è in Gran Bretagna e nei paesi costieri dell’Occidente: sono indifesi contro uno tsunami alto centinaia di metri, che si verificherà se un siluro nucleare viene fatto esplodere a grandi profondità vicino alla costa con un fondale poco profondo.

La dottrina nucleare della Federazione Russa, a differenza di quella americana, non implica un attacco nucleare preventivo. Tuttavia, il nostro nemico non giudica dai documenti, ma dal potenziale che abbiamo. La sua attuazione dipende dalla situazione mondiale e dalla decisione della massima leadership politica.

Lo ha riferito il canale telegramma dell’Istituto di strategie politiche ed economiche internazionali RUSSTRAT

Traduzione: Mirko Vlobodic

8 Commenti
  • William
    Inserito alle 22:02h, 08 Ottobre Rispondi

    E si ci stiamo cacando sotto…

    • alba chiara
      Inserito alle 21:41h, 09 Ottobre Rispondi

      Inglese? Nel caso lo fossi fai bene a cagarti addosso

  • Manente
    Inserito alle 22:22h, 08 Ottobre Rispondi

    A mio parere, prima bisogna eliminare Zelensky e radere completamente al suolo l’Ucraina occidentale da Kiev a Leopoli, la Galizia fino ai confini europei, risparmiando solo la piccola enclave abitata da ungheresi. Fatto questo, staremo a vedere se Stoltenberg, Van der Lyen, Liz Truss, Draghi, Macron, Biden, i servi polacchi ed microbi delle repubbliche baltiche, ne avranno abbastanza, oppure si si ostinano a voler ricevere per forza la visita di Mr. Poseidon !

  • Giorgio
    Inserito alle 11:59h, 09 Ottobre Rispondi

    Certo che vedere la statua della libertà e la tower bridge distrutte da un tsunami nucleare ….
    è una soddisfazione che non ha prezzo ….

    • birratarelli
      Inserito alle 16:30h, 09 Ottobre Rispondi

      per ordine di completezza dell’articolo:
      la testata del Poseidon è ricoperta da cobalto 59 che una volta irraggiato diventa cobalto 60 che quindi diventa un distruttore di qualsiasi forma di vita per 100 anni.
      e sì mi sa che l’occidente si sta cagando addosso……..

      DASVIDANIA TOVARICH
      SLAVA RUSSIA

  • michele
    Inserito alle 17:11h, 09 Ottobre Rispondi

    semprechè non accada un incidente al belgorod…………………

  • antonio
    Inserito alle 22:12h, 09 Ottobre Rispondi

    Putin non ti far fregare da cattolici angly ed ebrei dell’ Azov Nato e Bandera –
    l’ Occidente e putrefatto sta sciogliendosi – Cronos e gli Dei sono a favore della Russia del Bene e della Verità – sii vigile forte e Paziente stai Vncendo e il Mondo è con Te – Hai già Vinto –
    non ti serve l’ Atomica

  • ginocacino
    Inserito alle 16:13h, 10 Ottobre Rispondi

    … comunque spaventa anche la propensione che hanno i lettori di questo sito ad auspicare questa guerra totale forse ignorando o sminuendo le reali conseguenze di una tale circostanza …. ragazzi, una guerra aperta e dichiarata fra blocco orientale e occidentale sarebbe una catastrofe globale che non risparmierebbe nessuno quindi, a mio parere, da evitare come la peste!!!
    non ci può essere solo questo modo … a chi ce l’ha più grosso e più duro, è sbagliato! noi dovremmo auspicare una fratellanza fra i popoli non un odio e una acredine che non possono portare a niente di buono
    quindi bene hanno fatto i Russi a rispondere alle provocazioni di kiev e anzi dovrebbero o potrebbero essere anche più duri tale da levargli per sempre la voglia di fare la guerra ma per favore evitiamo lo scontro aperto con la NATO …. non ne uscirebbero nè vincenti nè vinti

Inserisci un Commento