L’Occidente conferma le dure sanzioni ai paesi vittime della pandemia e si smaschera la sua retorica sui “diritti umani”

di Luciano Lago
Nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite i paesi occidentali, al seguito degli Stati Uniti e del Regno Unito, hanno bloccato la risoluzione russa con cui si richiedeva la cessazione delle sanzioni contro quei paesi che in questo momento stanno lottando contro la pandemia del Covid- 19 e necessitano importare medicinali e presidi sanitari.
I paesi che hanno rigettato la risoluzione sono gli stessi che, a più riprese, si sono riempiti la bocca con i loro discorsi sulla difesa dei “diritti umani” e, in nome di questi, hanno intrapreso guerre ed aggressioni militari contro paesi accusati di violare tali diritti. Vedi il caso della Libia di Gheddafi o, ancora prima, vedi la Serbia di Milosevic.
Alla luce di quanto è accaduto ieri all’ONU si è manifestata in tutta evidenza l’ipocrisia e la doppiezza dei paesi occidentali che non hanno voluto ascoltare neppure la richiesta del segretario delle Nazioni Unite, Guterres, ma piuttosto hanno optato per appoggiare l’atteggiamento statunitense che approfitta della pandemia per cercare di ottenere un cambio di regime nei paesi sovrani che non si piegano alle direttive di Washington. Questo il caso in particolare del Venezuela, di Cuba, dell’Iran, dello Yemen e della Siria.
I paesi della UE, assieme a Ucraina e Georgia (notoriamente Stati vassalli degli USA), piuttosto che accogliere la richiesta di Guterres, quella di una moratoria nelle sanzioni, hanno preferito anteporre i loro interessi geopolitici, rispetto ai valori umani, alla responsabilità ed al senso comune che suggerisce di evitare le sofferenze e la morte di persone innocenti che risiedono in qui paesi per la carenza di medicinali ed attrezzature sanitarie.
Come ha dichiarato anche l’esponente russo della Camera Alta (Parlamento russo) , Konstantín Kosachev, il rifiuto dell’Occidente di accogliere la risoluzione russa sulla sospensione delle sanzioni nelle attuali circostanze, ha dimostrato la perdita totale di quella pretesa leadership morale di cui i paesi occidentali si vantavano a più riprese.
Al contrario si evidenzia il contrasto fra i paesi come Russia Cina, e perfino la piccola Cuba, che si sono prodigati a inviare aiuti sotto forma di medici, specialisti ed attrezzature sanitarie, mentre i paesi occidentali manifestavoiano la loro totale mancanza di solidarietà anche fra loro stessi.
Si manifesta in questo modo che la politica estera del blocco occidentale, del tutto subordinato agli Stati Uniti, consiste esclusivamente in sanzioni, minacce e ricatti economici verso i paesi che rifiutano di sottomettersi alle direttive di Washington e dei suoi paesi satelliti.
Da notare che la risoluzione russa alle Nazioni Unite (sottoscritta anche da 28 stati) era arrivata in risposta del richiamo fatto dal segretario generale Guterres, il quale aveva insistito nella necessità di cancellare le restrizioni economiche per motivo che l’attuale pandemia minaccia la salute e la sopravvivenza delle popolazioni di tutte le nazioni, inclusi quei paesi che hanno capacità limitate di accesso ai medicinali ed alle attrezzature sanitarie.

Bambini ammalati nello yemen

L’approvazione di questo documento avrebbe permesso l’accesso urgente di tutti i paesi ai medicinali, agli alimenti ed ai prodotti di prima necessità, così come di evitare le speculazioni finanziarie su tali prodotti.
L’Occidente ha risposto in maniera negativa, rigettando tale risoluzione.
Bisogna prendere atto quindi di questo atteggiamento cinico e disumano in cui si sono distinti gli Stati Uniti, la UE ed i loro alleati e valutarne le conseguenze.
Da questo momento in avanti sarà opportuno rovesciare secchiate di sterco su qualsiasi esponente politico dei paesi occidentali che voglia ancora ammantarsi della retorica dei “diritti umani” in qualsiasi occasione.

12 Commenti

  • Teoclimeno
    4 Aprile 2020

    I diritti umani, sono sempre stati il comodo paravento, da parte di USA, e dei loro servi, per portare avanti le loro politiche predatorie a danno di intere popolazioni. Maledetti!

  • ouralphe
    4 Aprile 2020

    “Prima o poi i crimini (e i criminali ndr) vengono fuori, anche se tutta la terra del mondo li copre agli occhi degli uomini.”

  • Hannibal7
    4 Aprile 2020

    Mi piacerebbe sapere se fra questi paesi occidentali che hanno votato contro c’è anche l’Italia….che schifo!

  • ouralphe
    4 Aprile 2020

    Nel frattempo in Italia…:
    ” Uno scudo penale per il Coronavirus: nel decreto Cura Italia spunta l’emendamento PD per sanare le responsabilità politiche
    I medici italiani chiedono lo scudo penale durante l’emergenza Coronavirus, contro eventuali denunce e azioni legali. Un emendamento del Pd, a prima firma Andrea Marcucci, vorrebbe però una tutela anche per le figure amministrative, che cancellerebbe il reato di epidemia colposa ”

    https://www.tpi.it/politica/coronavirus-scudo-penale-medici-amministrazioni-emendamento-pd-decreto-cura-italia-20200402578347/

    Ragazzi miei, lo “scudo penale” non vi salverà dalla collera popolare.

  • ouralphe
    4 Aprile 2020

    …e da quella di Dio.

    • franco de marchi
      5 Aprile 2020

      di quella di dio non credo che se sbattino tanto

  • Sandro
    4 Aprile 2020

    “Nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite i paesi occidentali…….hanno bloccato la risoluzione russa con cui si richiedeva la cessazione delle sanzioni contro quei paesi che………necessitano importare medicinali e presidi sanitari.”
    “I paesi che hanno rigettato la risoluzione sono gli stessi che……. si sono riempiti la bocca con i loro discorsi sulla difesa dei “diritti umani”…….

    Certo che l’hanno rigettato, questo in ottemperanza alla “DICHIRAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO” sotto-firmata in data 10 /12/1948, da 48 su 58 stati membri ed in ottemperanza alla “CONVENZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI DELL’UOMO E DLLELIBERTA’ FONDAMENTALI sotto-firmata da 47 stati – Italia compresa – naturalmente.

    Chi conosce, però, anche non tutti gli articoli di tali documenti, mi contesterà che L’assemblea delle Nazioni Unite non sta affatto ottemperando al dettato di questi documenti, ma sta facendo l’esatto contrario. Non è esatto, rispondo, perché gli articoli contenuti in essi “non vanno” applicati ma – parola magica – “interpretati”. Detto ciò anche se, a scanso di furbastri, vi sono ben 2 articoli, uno per ogni Dichiarazione, rispettivamente il n. 17 della Convenzione e il n. 30 della Dichiarazione, che avvertono i “creativi” a non provarci.
    Della medesima opinione – quella che la legge non va interpretata – vi è un signore non di poco conto che ha scritto il seguente articolo: – da digitare – “la legge si applica e non si interpreta.”

    p.s. Non sono pochi i casi di sentenze diametralmente opposte (assoluzione/colpevolezza) per rati gemelli dovute ad interpretazioni personali affidati a giudici distinti per ogni singolo equivalente caso.

  • atlas
    4 Aprile 2020

    che Russia e Cina escano dall’onu e da tutte le istituzioni internazionali, altre Nazioni li seguiranno. Il B.R.I.C.S. è forte abbastanza per andare avanti da soli. Profittare di questo periodo di casino per fare ordine: chiudersi tutti a riccio come la Corea del nord

    TUTTO ciò che è internazionalismo impestato è giudaico

  • Suor Nadia Pax
    4 Aprile 2020

    Dio ha creato e mandato il Covid-19 a sterminare gli esseri umani, dopo essersi accorto che un virus è più efficace dell’acqua del diluvio Universale col quale c’aveva provato una volta.
    Se solo chi crede in Lui si fosse comportato come Lui aveva ordinato, magari Dio non sarebbe stato costretto anche questa volta a dover placare la sua ira ed il suo disprezzo verso i falsi credenti, cercando di sterminare tutti.
    Amen

  • ouralphe
    4 Aprile 2020

    Paradossalmente, con un ordinamento giuridico costituito da 187.000 leggi (emanate dalla nascita dello Stato unitario italiano ad oggi) noi popolino ci troviamo nella medesima condizione dei plebei dell’ antica Roma prima della redazione delle XII Tavole che introducono il concetto di “certezza del diritto”. A quel tempo Roma non aveva leggi scritte e l’ amministrazione della giustizia e annessa interpretazione della legge era monopolio del collegio (patrizio) dei pontefici i quali, niente di nuovo, se la cantavano e se la suonavano come gli pareva a loro. I plebei riuscirono pertanto a conquistare una cosa che per noi può apparire ovvia, che la legge, cioè, fosse resa scritta e pubblica per superare l’ arbitrio dei pontefici. Da quella storica conquista, nel corso dei secoli. è stato fatto il percorso a ritroso, abusando dello strumento legislativo (nelle forme e nei modi in cui si fa ricorso ad esso) per cui la certezza del diritto è andata a farsi benedire e l’ interpretazione della legge (che ormai trascende le leggi scritte) è tornata ad essere monopolio di un collegio di sacerdoti che non si chiamano più “pontefici”, ma “magistrati”. Con la bizzarra conseguenza che Sandro ha evidenziato nella chiusa del suo intervento. Poichè il diritto, o è certo o non è diritto, si è eliminato il diritto per mezzo della legge.

  • Teoclimeno
    4 Aprile 2020

    Ha ragione OURALPHE:
    “Corruptissima re pubblica plurima leges”. Tacito (Annales, libro III, 27): moltissime sono le leggi quando lo Stato è corrotto. È l’Italia di oggi.

  • Paolo
    4 Aprile 2020

    Tutti avranno visto certamente l’interventista fatta da Oliver Stone a Putin attualmente caricata su you tube. Io l’ho vista solo ieri sera è molto lunga lì con grande stile ed acume, Putin ha chiaramente spiegato il deep state o come diavolo si chiama ed ha con semplicità illustrato la situazione. È un uomo di una statura irraggiungibile. Con i mentecatti che comandano il mondo speriamo duri a lungo. Se non ci fosse stato, già era accaduto l’irreparabile. Da questi psicopatici messi lì da chi comanda veramente in occidente non dobbiamo meravigliarci di nulla, fanno tutto quello che gli dicono, tutto, e da quello che fanno e che dicono comprendiamo bene la natura di chi li comanda. La musica è sempre quella ma in sistematico peggioramento.

Inserisci un Commento

*

code