L’Occidente conferma le dure sanzioni ai paesi vittime della pandemia e si smaschera la sua retorica sui “diritti umani”

placeholder

di Luciano Lago
Nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite i paesi occidentali, al seguito degli Stati Uniti e del Regno Unito, hanno bloccato la risoluzione russa con cui si richiedeva la cessazione delle sanzioni contro quei paesi che in questo momento stanno lottando contro la pandemia del Covid- 19 e necessitano importare medicinali e presidi sanitari.
I paesi che hanno rigettato la risoluzione sono gli stessi che, a più riprese, si sono riempiti la bocca con i loro discorsi sulla difesa dei “diritti umani” e, in nome di questi, hanno intrapreso guerre ed aggressioni militari contro paesi accusati di violare tali diritti. Vedi il caso della Libia di Gheddafi o, ancora prima, vedi la Serbia di Milosevic.
Alla luce di quanto è accaduto ieri all’ONU si è manifestata in tutta evidenza l’ipocrisia e la doppiezza dei paesi occidentali che non hanno voluto ascoltare neppure la richiesta del segretario delle Nazioni Unite, Guterres, ma piuttosto hanno optato per appoggiare l’atteggiamento statunitense che approfitta della pandemia per cercare di ottenere un cambio di regime nei paesi sovrani che non si piegano alle direttive di Washington. Questo il caso in particolare del Venezuela, di Cuba, dell’Iran, dello Yemen e della Siria.
I paesi della UE, assieme a Ucraina e Georgia (notoriamente Stati vassalli degli USA), piuttosto che accogliere la richiesta di Guterres, quella di una moratoria nelle sanzioni, hanno preferito anteporre i loro interessi geopolitici, rispetto ai valori umani, alla responsabilità ed al senso comune che suggerisce di evitare le sofferenze e la morte di persone innocenti che risiedono in qui paesi per la carenza di medicinali ed attrezzature sanitarie.
Come ha dichiarato anche l’esponente russo della Camera Alta (Parlamento russo) , Konstantín Kosachev, il rifiuto dell’Occidente di accogliere la risoluzione russa sulla sospensione delle sanzioni nelle attuali circostanze, ha dimostrato la perdita totale di quella pretesa leadership morale di cui i paesi occidentali si vantavano a più riprese.
Al contrario si evidenzia il contrasto fra i paesi come Russia Cina, e perfino la piccola Cuba, che si sono prodigati a inviare aiuti sotto forma di medici, specialisti ed attrezzature sanitarie, mentre i paesi occidentali manifestavoiano la loro totale mancanza di solidarietà anche fra loro stessi.
Si manifesta in questo modo che la politica estera del blocco occidentale, del tutto subordinato agli Stati Uniti, consiste esclusivamente in sanzioni, minacce e ricatti economici verso i paesi che rifiutano di sottomettersi alle direttive di Washington e dei suoi paesi satelliti.
Da notare che la risoluzione russa alle Nazioni Unite (sottoscritta anche da 28 stati) era arrivata in risposta del richiamo fatto dal segretario generale Guterres, il quale aveva insistito nella necessità di cancellare le restrizioni economiche per motivo che l’attuale pandemia minaccia la salute e la sopravvivenza delle popolazioni di tutte le nazioni, inclusi quei paesi che hanno capacità limitate di accesso ai medicinali ed alle attrezzature sanitarie.

Bambini ammalati nello yemen

L’approvazione di questo documento avrebbe permesso l’accesso urgente di tutti i paesi ai medicinali, agli alimenti ed ai prodotti di prima necessità, così come di evitare le speculazioni finanziarie su tali prodotti.
L’Occidente ha risposto in maniera negativa, rigettando tale risoluzione.
Bisogna prendere atto quindi di questo atteggiamento cinico e disumano in cui si sono distinti gli Stati Uniti, la UE ed i loro alleati e valutarne le conseguenze.
Da questo momento in avanti sarà opportuno rovesciare secchiate di sterco su qualsiasi esponente politico dei paesi occidentali che voglia ancora ammantarsi della retorica dei “diritti umani” in qualsiasi occasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus