Lo “tsunami” delle bugie sistemiche

di Lucien Samir Oulahbib.

Quando il portavoce del governo francese, per quanto incompetente in materia sanitaria, parla di una scelta tra “ vaccinazione generale” e “tsunami virale ”, quando un quotidiano come La Croix osa affermare che sabato ci sarebbero state solo “ poche migliaia di manifestanti ” 17 luglio 2021 contro il passato politico (e non “sanitario”), si stabilisce necessariamente una correlazione tra due volontà sistematiche: quella di aumentare un problema di salute facilmente controllabile da una parte e quella di ridurne la sfida di proposito, dall’altra altro.

Tuttavia, le cifre sono testarde, negano questo presunto “tsunami” (sempre) a venire e soprattutto la sua potenziale pericolosità , tanto più che abbiamo le cure necessarie, pienamente adeguate anche per questa variante “D” che viene utilizzata, quindi come pretesto per l’ondata di igienismo/scientista globalizzata che, come sempre e volutamente, confonde “casi” e “pazienti”, mentre questa variante non sembra più virulenta delle altre.

Infatti, se confrontiamo le curve dell’estate scorsa (senza iniezione di vaccini) e quelle di oggi (con iniezione di vaccini) è chiaro che quest’ultima è inutile poiché non evita nulla, in particolare nei paesi con popolazioni altamente iniettate di vaccini (Israele, Regno Unito, Cile , Malta, ecc.). Anche spiegare che sarebbe “a causa” dei non iniettati (sic!) che si sarebbe verificato lo “tsunami” solleva un pensiero profondamente perverso.

Proteste in Francia

Perché c’è sempre questa illusione di poter “sradicare” i fenomeni naturali (più o meno…) invece di cercare di ridurli senza far soffrire gli altri. Questo è ciò che sarebbe una politica veramente altruista. Ma la Setta (che non è solo una Casta, in genere molto meno fanaticamente posseduta) vuole ubriacarsi di potere, e quindi di capacità di demiurgo, credendo di poter piegare virus e clima (confuso con il tempo con maltempo sempre localizzato) nel nome di una cosiddetta “emergenza” esacerbata quando sono disponibili politiche adeguate, e lo sono da secoli.

Le manifestazioni del 17 luglio n Francia contro il “passato” totalitario hanno appunto suscitato la speranza di liberazione da questo giogo settario. Facciamo in modo che questo si amplifichi senza escludere nessuna corrente di pensiero dal momento in cui si accetta la base comune, quella della libertà al servizio di tutti.

Nota: Dobbiamo sperare che le manifestazioni contro la dittatura scientista/sanitaria, iniziate in Francia, si propaghino anche agli altri paesi, come in Italia in particolare, a difesa della libertà contro la menzogna del sistema di potere globale che minaccia la libertà e la salute di tutti.
Ricordiamoci del famoso detto del nostro sommo poeta, Dante Alighieri: “…Uomini siate e non pecore matte affinchè il giudeo di voi non rida”…-V canto del Paradiso (74-81)

fonte: https://nouveau-monde.ca

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM