Lo spettacolo decadente del passaggio del comando negli Stati Uniti

di Pepe Escobar

L’inaugurazione della stagione del “programma di cambio di regime” di Joe (Biden) e Kammy (Harris) non poteva essere altro che una stanza piena di specchi che riflettono l ‘”élite politica” americana.
Lo spettacolo decadente del passaggio del comando negli Stati Uniti

Durante gli anni 2000, mi sono trovato faccia a faccia con la Green Zone di Baghdad diverse volte. Sono rimasto e ho lavorato nella instabile e pericolosa Zona Rossa, come puoi leggere nel mio libro scritto nel 2007.
Quindi abbiamo pensato che il retrocesso dell’Impero americano sarebbe stato inevitabile.
Ma anche così, non avremmo mai immaginato una tale ripetizione grafica: una replica integrale della Green Zone di Baghdad nel cuore della capitale imperiale, Washington; con muri, filo spinato, posti di blocco e guardie pesantemente armate.
Questo panorama è tanto più significativo perché pone fine a un ciclo geopolitico, la fine del “nuovo ordine mondialequando l’impero iniziò a bombardare l’Iraq 30 anni fa: la Desert Storm lanciata il 17 gennaio 1991.
La Zona Blu è ora “protetta” con un massiccio dispiegamento di truppe: ci sono più di 26.000 soldati dentro e intorno al Campidoglio, molto di più dell’Afghanistan e dell’Iraq messi insieme. “The Forever Wars”, sono tornate al punto di partenza.
Proprio come a un normale iracheno non è stato permesso di entrare nella Green Zone, a un normale americano non è permesso entrare nella Blue Zone.
E come la Green Zone irachena, quelli all’interno della Blue Zone sono visti da metà della popolazione come una forza di occupazione.

Solo la satira è in grado di rendere giustizia poetica. Quindi benvenuto al presidente più popolare della storia, solo Joe assumerà il timoroso comando della sua guardia pretoriana. Il Sud del mondo ha già visto questo orribile spettacolo molte volte. Ma non l’avevamo mai visto come un film di successo di Hollywood, girato nella mecca dell’Occidente-
In caso di dubbio, diamo la colpa alla Cina

Stato d’assedio a Washington

Nel frattempo, intrappolata nella Blue Zone, la Casa Bianca nei discorsi ufficiali ha messo insieme una lista infinita di “realizzazioni”. La folla si scatenerà quando gli orribili disastri di politica estera di Trump saranno finiti, una cortesia dello psicopatico americano Mike Pompeo che ha fatto di tutto per screditare la diplomazia ufficiale.
Tuttavia, grande attenzione deve essere rivolta a un elemento chiave: “La colossale ricostruzione delle forze armate” così definita dai media mainstream.

Questo è il fattore che giocherà un ruolo chiave oltre il 20 gennaio. Per più di una ragione il generale Flynn è stato estremamente impegnato a mostrare “le prove” che i militari sono “impegnati” nell’ologramma del nuovo capo.

E poi c’è il dramma senza fine del 3 novembre. La colpa deve essere adeguatamente condivisa. L’arresto dei “terroristi domestici” non è sufficiente. Vedremo presto come sarà essenziale considerare “l’interferenza straniera”.

Giuramento Biden e Harris


Abbiamo già sentito il direttore dell’intelligence nazionale (DCI) John Ratcliffe affermare categoricamente che “la Repubblica popolare cinese ha cercato di influenzare le elezioni del 2020”.
Ratcliffe si riferiva a un rapporto inviato al Congresso il 7 gennaio dal “difensore civico” Barry Zulauf.
Tutta questa farsa impazzisce quando il documento viene letto, Zulauf accusa nientemeno che l’alto comando della CIA, di aver nascosto i dati dell’intervento straniero.
L’alto funzionario afferma che gli analisti hanno utilizzato standard diversi. La Russia, ovviamente, è colpevole dall’inizio. Ma la Cina ha il vantaggio del dubbio.
Ascolta Langley, abbiamo un problema .

Per Pompeo Minimo (ex capo della CIA, “… noi mentiamo, imbrogliamo, rubiamo abitualmente”) il Partito Comunista Cinese è il più grande male della storia. Quindi come non avrebbe interferito con le elezioni?
Allo stesso tempo, per la fazione Deep State (Democratici), la Russia è perennemente colpevole di … qualunque cosa.
Questa spaccatura all’interno delle fogne americane – ora “piene di specchi” -si riverbera deliziosamente sulla Zona Blu / Zona Rossa.
Inutile dire che, sia nel rapporto del “difensore civico” che nella lettera di Ratcliffe, non c’è assolutamente alcuna prova concreta di “interferenza cinese”.
Per quanto riguarda la Russia, ancora una volta, questa è solo una falsa accusa. La fazione democratica dello “stato profondo” è ancora impegnata a cercare prove per incolpare Mosca (l’ultima tattica si concentra su una giovane donna che potrebbe aver rubato il laptop “Pelosi” per venderlo presumibilmente all’intelligence russa).

L’intero Sud del mondo, compresa la “Green Zone” di Baghdad, non ha avuto spettacolo migliore di cui ridere Le banane sono vendute nella Blue Zone?

Fonte: Portalba.org

Traduzione. Luciano Lago

21 Commenti
  • Maria chiara
    Inserito alle 22:01h, 20 Gennaio Rispondi

    Odio antiamericano…ma si sa democratici repubblicani schifo unico….poco importa come finisce la partita.

  • AlessandroV
    Inserito alle 00:59h, 21 Gennaio Rispondi

    A proposito di Covid permettendo, Covid acconsentendo e fregature varie che ci rifilano con questa falsa psicosi montata ad hoc per emarginare le persone più semplici. Dovrei dare un esame universitario la settimana prossima. Purtroppo lavoro fuori dal mio luogo di residenza e non ho il computer. Non pee motivi economici ma perché un cellulare connesso ad una semplice rete e che ha sempre funzionato. Ho provato a connettermi alla mia casella di posta dell università per scaricare un applicazione per potersi iscrivere e sostenere l esame telematicamente. Ma purtroppo la pagina web non riconosce le mie credenziali e non mi fa accedere al programma. . E l esame sarà obbligatoriamente on line. Ho sollecitato la segreteria per un supporto tecnico ma, a parte il docente di riferimento che ha ricevuto la mail che ho inviato per conoscenza è che è stato l unico a rispondermi subitocon molta umiltà, ne la segreteria ne il comitato tecnico del portale online mi hanno risposto. E l esame è martedì prossimo. Faccio questo esempio perché penso che ci siano tantissime persone in situazioni simili e per ribadire che questa è la vera democrazia a cui vogliono portarci gli speculatori che sono dietro il Covid. Quella cioè di mettere le persone nelle condizioni di non poter far nulla e a cui tutto deve essere imposto. E non hai speranze, se non hai i soldi si è già emarginati in partenza. Scusate ma chi non ha soldi per esempio per comprarsi un computer, non sto parlando di me personalmente, non è questo il problema. Dicevo, allora chi non ha per forza il computer nell era della falsa pandemia di massa non può quindi fare nulla in questa società totalitaria è disumanizzante come poche. Neanche aspirare a migliorarsi umanamente, per una gratificazione personale e culturale. Allora le persone più semplici, che pure sono intelligenti e vogliono fare le cose bene ma che magari non hanno familiarità con procedure informatiche che si aggiornano in continuazione proprio per rendere la vita ancora più complicata sono già escluse in partenza? Purtroppo si. Questa è la deriva a cui stiamo andando incontro. . Una emergenza sanitaria inventata ad hoc sotto la cui maschera si cela una delle dittature politiche e antisociali più feroci della storia.
    Rendiamocene conto. Perché con questo falso terrorismo psicologico in realtà ci stanno manipolando come cavie per escludere a priori e in modo antidemocratico. Facendo precipitare i più indifesi sacche su sacche di povertà morale prima ancora che terrena. Dobbiamo lottare con tutta la nostra forza spirituale contro questa nuova forma di totalitarismo i digitale che vuole uccidere l uomo come essere pensante. Un totalitarismo molto insidioso perché cela queste pericolose devianze antisociali e disumanizzanti, dietro un apparente e quasi divina solidarietà, un eroico umanitarismo, un senso del dovere quotidiano di assistenza e cura che non ha eguali e sensazionalismo simili.

    • atlas
      Inserito alle 01:35h, 21 Gennaio Rispondi

      ma sai cosa cazzo me ne frega di te e dei tuoi esami di merda. E delle tue connessioni mancanti di merda

      ma ancora che scrivi di democrazia sei ? Ma perchè mi devi fare vomitare che mi sto così tranquillo a casa mia. Ma ti meriti solo merda dalla vita. E una vita di merda. E una morte di merda. Ma crepa

      • Mardunolbo
        Inserito alle 01:53h, 22 Gennaio Rispondi

        Ecco Atlas nei momenti migliori ! Lo riconosco, è lui, l’apostata ringhioso con sè con gli altri…..per fortuna non si definisce più cristiano !

        • atlas
          Inserito alle 03:24h, 22 Gennaio Rispondi

          anche a te ti riconosco. Metti in mezzo la religione che non c’entra un cazzo. La tua poi…informati bene delle ultime sparate del DEMOCRATICO Biden, autodefinitosi presidente ‘cristiano’, e le sue ultime posizioni sui ‘gender’ e l’aborto

          democratici di merda

          • Kaius
            Inserito alle 12:14h, 22 Gennaio

            Al massimo presidente pedo satanico…

  • giorgio
    Inserito alle 10:09h, 21 Gennaio Rispondi

    E basta con le lamentazioni per la perdita della bellissima liberal democrazia …….
    Quando si capirà che è questa la conseguenza della liberal democrazia e del libero mercato …..
    Questa è la vera tirannia, sanitaria, finanziaria, tecnocratica, scientista …… altrochè nazionalsocialismo, dittatura del proletariato o regimi teocratici ……

  • ugo
    Inserito alle 14:35h, 21 Gennaio Rispondi

    Giorgio questo non sa manco dove si trova…..viene a piangere su un sito dove si menziona la “Terra dei Padri”.

  • giuliano
    Inserito alle 15:39h, 21 Gennaio Rispondi

    Caro ATLAS per le tante ragioni che tu possa avere nel trattare come ha fatto con ALESSANDROV
    ce ne sarebbero tante altre per trattare Lei alla stessa maniera, Ma non ne vale la pena.
    Lei è sempre presente in questo sito. Tipico caporione che sa tutto.
    Spero che il signor LAGO se ne renda conto. Le persone come lei sono da evitare.

    Giuliano

    • atlas
      Inserito alle 16:52h, 21 Gennaio Rispondi

      eccolo, il giulio è tornato. Avanti saboia

      • Hannibal7
        Inserito alle 11:09h, 22 Gennaio Rispondi

        Ma sai Atlas
        Uno si può presentare anche come Benito o Adolfo se vuole…ma se è un giulio verrà scoperto comunque…basta saperlo leggere

    • atlas
      Inserito alle 16:57h, 21 Gennaio Rispondi

      ecco perchè è diventata una terra dei giuli, democratici sino al midollo

      distanziati fisicamente ? Me lo auguro, te lo consiglio. E come me sono tanti che hanno in odio la suinocrazia: alta tensione, rischio di folgorazione

      eccolo il mondo sinistro e democratico dei giuli

      “CIBO, NETFLIX E PORNOGRAFIA, COSÌ SI RIASSUME LA VITA ATTUALE DEI MIEI AMICI COVIDIOTI (di Clara Carluccio)

      Ormai non è più una questione di virus. La partita si sta giocando tra i disperati e i paraculo. La nostra classe politica è composta da esseri immondi e malefici, senza il minimo scrupolo a portare la gente alla disperazione.

      L’altro giorno, dopo aver saputo che la mia regione, la Lombardia, stava per essere messa ancora in zona rossa, ho visto lo sconforto e l’angoscia negli occhi delle mie amiche. Una di loro, che tira avanti a Xanax, dice che la sua attività è prossima alla morte. E io sospetto che anche lei lo sia. Il suo pensiero va sempre a tutti quelli che si sono suicidati durante e oltre il grande lockdown, e di cui non si è nemmeno parlato. “io li capisco”, mi dice. Mi saluta con le lacrime agli occhi. Un mese di lavoro, tra l’altro scarso, ed è già bloccata, chissà per quanto. Un’altra ha iniziato a soffrire di attacchi di panico. Un’altra ancora non sa più come far passare il tempo ai bambini perennemente chiusi in casa. Ci stanno facendo vivere nel terrore, ci hanno tolto la libertà, la compagnia, lo svago, il lavoro.

      Qui non c’è negozio, casa di riposo, bar, biblioteca, persino chiesa, che non abbia rispettato gli obblighi di sicurezza. Bisogna prendere appuntamento per qualsiasi cosa. Non c’è più un solo cristo che, camminando per strada, non preferisca grattuggiarsi le chiappe contro il muro pur di mantenere le distanze dagli altri passanti. I vicini di casa sono diventati spie, le cassiere del supermercato sgridano i clienti con la mascherina appena sotto al naso, i giovani vengono additati come terroristi se si incontrano a casa di qualcuno per stare un pò in compagnia. La maggioranza della popolazione ha ormai traumi psichici, forse irreversibili, rispetta le regole maniacalmente e in modo disumano, eppure i bastardi chiudono e bloccano ancora tutto, perché ci sono i positivi. Questo può significare solo una cosa, che stanno uccidendo esseri umani e attività, obbligando gli anziani a dimenticarsi dei loro figli e nipoti, per delle restrizioni che non funzionano.

      La gente non sa più come vivere. In compenso un ragazzo che conosco, favorevole a mettere agli arresti domiciliari dei liberi cittadini, non avendo evidentemente problemi di soldi e lavoro, può permettersi di masturbarsi fino a 5 volte al giorno, pontificando su quante “teste di cazzo”, così mi ha detto, escono e fanno quello che vogliono, senza starsene a casa come dovrebbero. Cibo, Netflix e pornografia, così si riassume la sua vita attuale. Ma i segaioli come lui lo sanno che nemmeno ai tempi della peste nera si stava tutti chiusi in casa?

      I preti, divenuti già da tempo dei pagliacci sotto la guida di quel demente di Bergoglio, lo sanno che San Francesco abbracciava i lebbrosi? Lo sanno che hanno privato le anime del conforto spirituale, della fede, della speranza, della solidarietà, e soprattutto, della potenza del rito? Se in passato amavo almeno sedermi in una chiesa vuota ad ascoltare i canti gregoriani, oggi non riesco a farlo. Non posso nemmeno farmi il segno della croce in grazia di Dio, perché al posto dell’acqua santa ci hanno messo l’igienizzante. E sulla panca vedo gli adesivi con il numerino e le frecce per il distanziamento. Dissacrazione di un luogo di culto. Non ho altra definizione.

      Durante l’iniziativa di questi giorni, dei locali aperti, ci sono stati gli immancabili uomini in divisa, senza cervello e senza coscienza, che hanno distribuito multe ai clienti, con quel sadismo che abbiamo imparato a conoscere molto bene. L’arroganza degli intoccabili dallo stipendio sicuro. Un giorno non si potrà fare la spesa se non si avrà il patentino sanitario in ordine, prendere un aereo o un treno, lavorare, ricevere cure mediche. Lo dice persino Alessandro Gassman, un attore mediocre e con la faccia da stronzo, divenuto famoso grazie al padre.

      Chiariamo un po’ di cose, io sono una “testa di cazzo” che non resta a casa, una che non denuncia le feste di compleanno clandestine, anzi, le incoraggia. Sono una che stringe la mano e abbraccia chi ancora ha voglia di sentirsi umano e, nonostante questo, sono viva. Sono una che insulta chi la rimprovera di non avere la mascherina dall’alba al tramonto. Sono una che non accetta il senso di colpa che ci stanno pressando nel cervello. Se molti altri, dalla vita insulsa, godono nel nuovo ruolo di delatori, vivendo da reclusi, e hanno paura del virus, se ne stiano a casa loro a morire di stenti, finché non hanno problemi a mantenersi, ma lascino in pace me e quelli in difficoltà. Non nego che godrei immensamente nel vedere questa gente piangere, come chi sta già soffrendo da un anno di questa tragedia sociale. È inevitabile che tutto questo un giorno si riverserà anche su di loro, pur sentendosi al riparo. Ma io ho ancora tante cose che voglio fare e imparare per arrendermi adesso. La vendetta arriverà da sola, ma è nostro dovere portare ancora avanti la resistenza finché tutto non sarà finito.” Clara Carluccio

      • Hannibal7
        Inserito alle 21:37h, 21 Gennaio Rispondi

        Memorabile

        Sono una “testa di cazzo” pure io
        Ma di quelle toste proprio…essendo mezzo calabrese e mezzo barese
        Sono anch’io una di quelle teste che non ha paura di stringere la mano al prossimo
        E che non mi spavento se incrocio una persona che non indossa la mascherazza come faccio spesso io…
        …io amo respirare!!!
        E sono una testa di quelle che questa estate non si è fatta il minimo problema a condividere una bottiglietta d’acqua con una persona conosciuta da poco…in una sala d’attesa del commissariato di Gallipoli….e stando senza mascherina…tenendo la bottiglia in mano senza tappo…così le guardie non hanno potuto dirmi nulla…perché IO VOGLIO RESPIRARE E ESSERE LIBERO CAZZO!!!

        • Giorgio
          Inserito alle 22:11h, 21 Gennaio Rispondi

          Tanto di cappello Hannibal7 ha chi il coraggio di vivere …..
          10, 100, 1000 episodi di resistenza al regime liberista democratico sanitario ….

        • atlas
          Inserito alle 22:12h, 21 Gennaio Rispondi

          ti ricordi eh …… puttana la Harris … e stavamo ancora bene quest’Estate a Gallipoli. Non mi perdono mai di averti fatto aspettare tanto lì dentro. Però poi mi sono sdebitato, una passeggiata così sino a Santa Caterina forse non l’avevi mai fatta (musica Napoletana a parte…)

          io a chi mi da il gomito dico ‘nooo’ … non esisteee

          • Hannibal7
            Inserito alle 10:57h, 22 Gennaio

            Non ti preoccupare
            È stato un piacere accompagnarti lì
            Poi si,Santa Caterina non l’avevo mai vista…ma tutto il Salento è bello!

  • giuliano
    Inserito alle 23:44h, 21 Gennaio Rispondi

    meno male che te la canti e te suoni da solo caro atlas…….
    gli indiani con i prepotenti bianchi usavano l’espressione “lingua biforcuta”

    ringrazio il signor Lago per il suo lavoro, peccato per certi commenti.

  • Mardunolbo
    Inserito alle 02:02h, 22 Gennaio Rispondi

    Steve Bannon, dice, con prove varie, che tutto ciò è caustao volontariamente dal Partito comunista cinese. Ha comperato politici e banche ed industrie occidentali, poi ha generato un bel virus per rompere le balle ed istigare i politici comprati a chiudere tutto per rovinare l’economia.
    Tutto ciò col beneplacito di quelli del Forum di Davos che non vedono l’ora di gestire il mondo come vogliono loro dato che la Cina è il campo di concentramento perfetto ed ideale da applicare in ogni nazione..
    Ognuno pensi quel che vuole. Io ho voluto solo indicare un piccolo dubbio per tormentare quelli che ancora vogliono pensare.

  • giorgio
    Inserito alle 09:24h, 22 Gennaio Rispondi

    Aiutare le persone a dubitare (delle verità ufficiali e anche delle proprie convinzioni per verificarne la ragionevolezza) è l’essenza del pensiero …..
    l’alternativa è che qualcun altro (il regime, i media) pensi al nostro posto …….

Inserisci un Commento