Lo Scientismo Dogmatico ha conquistato Conte ed il suo entourage di governo

di Luciano Lago
Una delle più significative affermazioni, fatta dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a nostro avviso è stata la seguente: “…….La ”disillusione è in grado di alimentare vere e proprie pulsioni antiscientifiche” che, a loro volta, si riflettono contro quelle ”decisioni di governo per la gestione della pandemia, che per quanto sofferte, ricevono il sostegno della migliore evidenza scientifica, quantomeno quella disponibile in questo momento”; e più avanti: “……questa disillusione è in grado di alimentare vere e proprie pulsioni anti-scientifiche, che si fondono con una radicale diffidenza nei confronti degli esperti ( quelli cooptati dal governo)”.


Da questa dichiarazione si ricava che il nostro Giuseppi Conte, si è anche lui convertito alla idolatria della scienza, in quella deformazione ideologica comune del nostro tempo che ha fatto diventare la scienza come un oracolo moderno, quasi una nuova religione.
In realtà questa ideologia della scienza, a cui si è convertito non solo Conte ma tutto il fronte progressista e mondialista, si è trasformata in una sorta di “scientismo dogmatico”, un comodo paravento ideologico che viene utilizzato per la manipolazione sociale e la propaganda per conto di coloro che controllano il mercato della salute o degli alimenti e che hanno bisogno di dare al loro discorso “garanzie scientifiche” per renderlo più credibile.

Questo si verifica per imporre i loro sistemi di controllo sanitario e per rendere più vendibili i loro prodotti, gli alimenti genericamente modificati (gli OGM) oltre ai dispositivi medici e alle vaccinazioni obbligatorie che, presentate come salvifiche, consentono i grandi profitti delle multinazionali del farmaco e degli organismi collegati.
I grandi interessi dietro questa campagna di convincimento sulla ineluttabilità di sottoporsi ai rimedi scientifici creati per i grandi bisogni dell’umanità, da quelli sanitari a quelli dell’alimentazione, vengono celati e nascosti dietro intenzioni benefiche ed eventi di coinvolgimento del pubblico, quasi sempre sponsorizzati dai grandi persuasori occulti, esperti nella manipolazione mentale, che sono dietro tutte le campagne di marketing mediatico.


I finanziatori di queste campagne sono spacciati per filantropi, quando in realtà sono miliardari assatanati di potere e di profitti per la loro megalomania missionaria (vedi Bill Gates il “missionaio” dei vaccini o Warren Buffet, il mago della finanza speculativa).
Nella dimensione reale ed umanistica della scienza diretta dall’uomo, piuttosto che in quella del falso scientismo dove l’uomo viene manipolato dalla scienza, la scienza autentica si basa su un metodo insensibile ai pregiudizi, quindi non basta che qualcuno scopra qualcosa; quello che si osserva, quello che si sperimenta, deve essere riproducibile, verificabile da altri. Ed è da questi dati che le teorie vengono distrutte, modificate o costruite in uno sforzo di ricerca continua dove non esistono i dogmi.
Questa dovrebbe essere la posizione di ogni persona, un moderato scetticismo iniziale fino a quando elementi di giudizio sufficienti non guidano il proprio approccio.

Come aveva previsto Huxley, nella sua opera profetica, “Un nuovo splendido mondo”, in cui osservava il sorgere della dittatura della scienza del futuro, allora lo scrittore proclamava: “Io penso che il ventunesimo secolo sarà l’era dei Controllori del Mondo, il sistema delle caste scientifiche, e del Nuovo Splendido Mondo. Vedi: Ec Planet.org

In che cosa si differenzia quindi lo scientismo dogmatico ? Sinteticamente nella convinzione che la scienza sia l’unica possibilità di conoscenza e l’unica fonte di speranza, che i suoi dogmi siano indiscutibili e obbligatori per tutti.
La visione dello scientismo ha permeato molte sfere, inclusa quella della salute che non è estranea a queste influenze perverse e questo spiega perchè stiamo assistendo a una medicalizzazione ingiustificabile del comportamento delle persone, una riduzione alla psichiatria ed alla genetica di quelli che sono i comportamenti umani.
Se crediamo di essere determinati dai nostri geni, di essere manipolabili attraverso farmaci psicotropi e che l’immagine del cervello spiega quello che ci accade e le nostre convinzioni, come ci sentiamo o ci divertiamo o pensiamo, o se ci divertiamo o se siamo depressi , secondo il nuovo scientismo, non siamo noi responsabili le nostre azioni. In quella ideologia dello scientismo si trova la negazione della libertà e della responsabilità di ciascuno.
A breve o medio termine, non si può escludere affatto una selezione positiva dei migliori geneticamente dotati. La tentazione eugenetica è evidente e richiama chiaramente le aspirazioni di miglioramento dell’umanità tipico di un sistema totalitario dove il controllo di massa e le terapie psicotiche sono la norma .

Il sistema di controllo dello scientismo, avvalendosi dei suoi comitati di esperti, in molti casi limita la libertà e la creatività che facilitano il vero progresso scientifico stesso. Si attribuisce valore soltanto a quello che affermano loro, gli esperti paludati e scienziati in linea con il potere politico e finanziario, il parere e le opinioni degli altri conta zero e, quando espresso, viene censurato dai grandi media, mentre gli scienziati non allineati vengono denigrati come “negazionisti” o “no vax”.

Il ministro Speranza: “La piazza dei negazionisti fa rabbrividire”. Gli stessi che avevano tagliato la sanità e fatto chiudere ospedali e posti letto in nome dell’efficienza del mercato oggi ci raccontano che “bisogna difendere la sanità come un bene pubblico”. Un esempio di politici “double face” buoni per tutte le stagioni.

Quello della ricerca non condizionata dagli interessi dei gruppi dominanti è un discorso sempre più difficile divenuto oggi quasi una missione impossibile. I ricercatori finiscono per essere canalizzati in linee ‘produttive’ determinate, i risultati verranno valutati in base al finanziamento accordato dagli sponsor, questo chiuderà il cerchio. Lo scientismo riesce così a soffocare la vera ricerca scientifica, la scienza al servizio del popolo non al servizio delle multinazionali.

Opinionisti del Pensiero Unico globalista e progressista


Nell’epoca in cui stiamo vivendo, sarebbe necessario ritornare alla fonti originarie del sapere, in particolare nel contesto dell’attacco che si sta compiendo all’istruzione e nel reiterato disprezzo verso le discipline umanistiche. Il tutto nella radicata convinzione che la scienza sia l’unica fonte del sapere, assistiamo alla perdita dell’universalità della cultura che un tempo caratterizzava gli atenei.
Gli effetti di questo trionfo della ideologia disumanizzante dello scientismo dogmatico si vedono nella diffusione dell’ignoranza, soprattutto nelle nuove generazioni private della conoscenza fondamentale di materie essenziali per la formazione critica quali la Storia, la Letteratura o la Filosofia.

Il sistema vuole un abbassamento del livello di cultura e in particolare un annichilimento del senso critico che consente di manipolare i cervelli e inculcare nella mante un pensiero unico omologato e indiscutibile , basato sui dogmi. Un obiettivo fondamentale per l’elite di potere che, come in ogni sistema totalitario, cerca di forgiare l’individuo sulla base delle sue convenienze. Se ne vedranno quanto prima gli effetti.

24 Commenti

  • Giorgio
    7 Settembre 2020

    L’unico rapporto possibile con la dittatura degli “esperti” è l’annientamento ….. Loro hanno bisogno della distruzione del pensiero autonomo e critico per dominare sempre più ….. noi abbiamo bisogno della loro distruzione per …… sopravvivere ……… la partita sembra impari …… ma abbiamo le risorse umane per scongiurare un esito che sembrerebbe scontato …..

  • atlas
    7 Settembre 2020

    premesso che quelli in foto sono il peggio dell’umanità, il male assoluto, da non guardare nè prima nè dopo aver mangiato, si sarà capito che io seguo molto questa pagina che su VK sta combattendo molto e a tutti i livelli sull’argomento principale di questo infausto periodo;

    perchè riguarda le nostre libertà fondamentali ed inviolabili come la locomozione e che a me personalmente preme tanto (si tratta di andarsene per un pò dalla merda per non soffocare, cosa che faccio da 22 anni a questa parte)

    Weltanschauung Italia

    ” Una cosa positiva della manifestazione del fine settimana è stata la completa assenza di maschere e di misure grottesche di distanziamento.

    Sui siti dei vari Scanzi, Mentana ecc una marea di commenti scandalizzati che chiedono di firmare per non essere curati. Allegano persino i moduli.
    Con chi stiamo combattendo?
    Questi sono convinti che se le persone stanno vicine finiscono intubate, e non gli basta vedere con i loro occhi che dopo altre manifestazioni ben più numerose dei mesi scorsi, sulle spiagge affollate ecc NON È ACCADUTO OVVIAMENTE NULLA.
    Niente da fare, se glielo dice Crisanti, Pregliasco, Mentana o l’infermiere con manie di protagonismo loro ci credono ciecamente.

    Restituitemi tutte le tasse che ho pagato fino ad oggi. Grazie ”

    si allega modulo di autocertificazione
    https://vk.com/id561511741?w=wall-183775946_3027

    • Sandro
      8 Settembre 2020

      Capisco che ogni tanto si può uscire dal seminato, è umano, ma ciò che proponi, è parte di un totale fuori programma. Una dichiarazione non può derogare da una disposizione costituzionale (art. 32). Per di più in essa – dichiarazione – manca la dicitura “nel pieno possesso delle proprie facoltà menali” che devono essere accertate. Oltre al fatto che il dichiarante può essere denunciato in merito all’art. 438 del c.p. (reato di pandemia colposa , non intendendo usare mascherina né distanziamento minimo personale) è da accertare se il medesimo non sia stato in qualche modo costretto a firmare tale dichiarazione.

      Qui in Italia non si crede a priori della genuinità delle dichiarazioni ufficiali di un libero cittadino, fino a prova contraria (a parte il gratuito “lo giuro”.) Ciò è data dalla presunzione, (visto il grado di civiltà raggiunta offertaci dal sacrificio di un totale di 97 milioni di omicidi – “femminicidi” compresi – risultanti dalle due guerre mondiali , senza contare quelli per ragioni di “umanità”) che il medesimo agisca in difetto di onestà, sia per interesse personale, se a favore, nonché da costrizione inconfessabile se tale dichiarazione è di dubbia resa.

      La prova provata di quanto poc’anzi è data dal fatto – è solo uno degli esempi – che in caso di separazione coniugale non giudiziale , il coniuge ritenuto non per legge ma per congettura dell’impiegato giudicante, in diritto di essere mantenuto dal coniuge obbligato, la medesima, in tal caso per non dire in tutti, la donna, non può, pur volendo, rifiutare quanto da essa stessa ritenuta una regalia ingiustificata, per i motivi suddetti.

      Un aneddoto di fatto accaduto: Premetto che per via del molto tempo passato, le frasi contenute tra virgolette non sono riportate alla lettera, ma sono significative:
      In un tribunale civile, una coppia sposata chiede al giudice di convalidare una richiesta di separazione non giudiziale, in quanto le condizioni sono state prese precedentemente in comune accordo. Una di queste clausole, però, l’unica, guarda caso, di norma convalidante, per l’uomo della strada, tutte le altre – quella economica –, non convinceva il giudice, il quale ripetette per ben due volte alla donna, in presenza del marito, se di fatto fosse convinta di rifiutare l’assegno di mantenimento come, secondo SUO personale giudizio ritenesse avesse “diritto”. Bene, per ben due volte la donna rispose positivamente. All’inizio del terzo tentativo da parte del giudice in merito al “problema” emerso INASPETTATAMENTE vista la consuetudine, il marito si permise di invitare il giudice a desistere anche in rispetto della volontà già espressa della donna. Con uno scatto d’ira anche se controllato il giudice rispose, all’incirca, al marito: “Se lei interviene una sola altra volta la sbatto fuori”

      • atlas
        8 Settembre 2020

        ma tu sei solo come un cane … ma perchè non vai con una puttana …

        • atlas
          9 Settembre 2020

          sinceramente avrei voluto scriverti una parola sola: ucciditi. Poi mi sono reso conto che è un’istigazione. Che per configurarsi come sottospecie di reato dev’essere accolta. E tu, nelle condizioni in cui sei, magari l’avresti fatto

          ti auguro una pessima notte

          (p.s.: ma non pensi che quì c’è gente che di questo sistema si è rotta il cazzo ? Io non ce l’ho con te, lo so che non lo fai apposta, ma è proprio quello il tuo difetto)

          • Sandro
            9 Settembre 2020

            A questa tua, concedo una risposta esclusivamente su tua richiesta espressa cortesemente. Questa concessione la riservo, eccezionalmente, solo per personaggi di sesso maschile. Per quelli di sesso femminile, a seguito di illazioni, dispenso sempre una risposta, comprendendone i limiti.

  • Marco
    7 Settembre 2020

    Ci sono dei punti che non mi tornano. Avevo anche io pensato ad una selezione genetica ma poi mi sono chiesto: perché la BigPharma farebbe un qualcosa che va contro i suoi interessi? interessi che si riassumono in: “ci preferisce malati”.
    Mi sembra più plausibile che stia raccogliendo DNA per creare vaccini mirati a far star male la gente. Gli italiani hanno xyz, i tedeschi yäö, etc. Infatti, non ricordo dove l’ho visto e non mi va di cercarlo, c’è il documento sui vaccini, firmato dall’Italia, che recita esplicitamente: il vaccino può essere creato dal paese ma il virus per esso verrà fornito dall’OMS (o qualcosa del genere ma il senso è chiaro).
    Credo sia qui: https://www.davvero.tv/la-casa-del-sole/videos/chi-ha-sottomesso-l-italia-all-industria-dei-vaccini
    Però resta il fatto che, più ne muoiono, meno soldi fanno. Quindi, cui prodest?
    Allora penso alla mia teoria transumanista dove, inevitabilmente, per l’accelerazione del progresso, dobbiamo evolvere in una specie digitale. Ma, di nuovo, cui prodest? A parte ad una manciata di illuminati (che giocano a fare dio ma stanno creando il dio che gli sfuggirà di mano), a nessun altro per come la vedo io.
    Allora l’unica spiegazione la trovo in quello che ho scritto: inevitabilmente, per l’accelerazione del progresso.
    Siamo attori del nostro destino, senza libero arbitrio?

    Secondo punto: come cazzo hanno fatto a convincere quasi tutti i governi del mondo??? Solo pagandoli?
    Voglio dire, una casalinga di Voghera (con tutto il rispetto per le casalinghe, si fanno un culo così e pure gratis, ma è un modo di dire), posso capire che ci caschi con tutte le scarpe in questa farsa. Vede la tv, ascolta la radio, non ha tempo e voglia di mettersi in discussione e accetta la “verità” così come le viene sugg… ehm, imposta. Ma Conte, di Maio e tutto il resto della banda bassotti, veramente non sanno che dietro c’è un piano diabolico? Cosa ci guadagnano da tutto ciò? Gli è stato promesso che la famigghia non verrà toccata? Sono idioti? Tutti tranne Sgarbi e la Cunial? Che forse vogliono solo fare gli alternativi.

    Insomma il punto è: possibile che tutti i capi e sottocapi del mondo si siano fatti abbindolare e comprare per muovere un progetto che potrebbe essere a loro sfavore? Sicuramente a sfavore del proprio popolo.
    Mi sembra di vivere una parodia di un film di Mel Brooks

    • atlas
      7 Settembre 2020

      una parola sola

      massoneria

      ne fanno parte 3/4 di casta governante nel mondo

    • Monk
      7 Settembre 2020

      Alla fine non ci sarà nessun massacro di massa, sono semplici prove tecniche di trasmissione per imbavagliare la gggente e farsi i cazzi loro, in questo caso hanno da guadagnare molto, alla faccia della casalinga lobotomizzata.

    • Sandro
      8 Settembre 2020

      intanto ti ringrazio per il filmato proposto, molto interessante. Per il resto, se a un chicchessia per convincerlo su di una sua perplessità, gli giungesse in casa una mazzetta di biglietti di carta stampata ambitissimi dalla moltitudine e una manciata di pallottole o l’equivalente in effetti, quale accettare, nell’obbligo di decidere su uno solo dei “beni” offerti?
      Ah dimenticavo un particolare che sfugge a chi conviene, per quanto in appresso: (…..con tutto il rispetto per le casalinghe, si fanno un culo così e pure gratis,….)
      Ti rispondo con un es. un po’ estremo, ma tanto per capirci : Quando sto sotto la doccia usando acqua calda che pago personalmente, sapone o bagno schiuma che pago personalmente, e tempo che usato diversamente potrebbe produrmi denaro, bene, tutto ciò lo faccio per la Patria o per mio beneficio personale?

  • Marco
    7 Settembre 2020

    Atlas, lo sai si che con quell’autocertificazione, se risulti CASUALMENTE positivo ed hai una malattia per la quale ti serve un ospedale, sei fottuto.

    • atlas
      7 Settembre 2020

      infatti. Io l’ho postato nel contesto di quel post non mio, ma non l’approvo per niente

      loro propongono finchè non impongono. Tra noi c’incontriamo, pianifichiamo e per ora possiamo per lo più fare circolare idee di area, magari controinformare, perchè ? Per farci trovare pronti quando inizieranno a imporre ? A parte che lo stanno già facendo…certo una reazione nella manifestazione di Roma, Sabato, c’è stata. Grazie anche alla rete informatica

  • AlessandroV
    8 Settembre 2020

    Condivido in toto il contenuto dell’articolo.
    Purtoppo é proprio così.
    Questo Governo di disonesti speculatori sta distruggendo la cultura eannientando la libertà di pensiero perché istruire e formare essere pensanti in un sistema politico dittatoriale a livello scientifico ,nel suo piccolo, può comunque nuocere.
    Recovery fund,next generation eu,smart working,tutte parolone molto in voga inquesto periodo e non italiane, che servono solo a fregare la gente.
    Riducendo la conoscenza della nostra lingua naturale con questi termini privi di sostanza, che servono solo a far fare bella figura a questi politici farabutti e alla loro casta di falsi scientisti, proprio per non farci ragionare e far accettare alla gente tutto quello che sta avvenendo con il sistema farsa – Covid come se fosse tutto fatalmente casuale.
    Manipolatori con la M maiuscola.

  • Aigsil
    8 Settembre 2020

    devo aggiungere che purtroppo non solo politici, giornalisti , intellettuali da tv, manager, medici, imprenditori , sono collusi con la grande menzogna ma anche i professori della scuola! …
    Lo vedo ogni giorno …colleghi senza senso critico, appiattiti sulla narrazione dominante …..anche quelli che insegnano discipline umanistiche …un vero schifo,….

    • atlas
      8 Settembre 2020

      mentre ai tempi di Hegel e Schopenhauer, ma anche ai tempi di Adorno, gli intellettuali erano generalmente più intelligenti delle persone comuni, oggi ci troviamo in una situazione nuova: gli intellettuali sono nella stragrande maggioranza più stupidi delle persone comuni. E’ una novità degli ultimi 50 anni e lo vediamo quando vengono interpellati nei talk show televisivi perchè dicono una quantità di stupidaggini molto maggiore di quelle che si sentono pronunciare dai tassisti, dai baristi o dalle casalinghe al mercato.

      Costanzo Preve

  • atlas
    8 Settembre 2020

    ecco in mano a chi sono gli eserciti e le polizie

    Oms: “Non sarà ultima pandemia”

    Pubblicato il: 07/09/2020 16:35

    “Questa non sarà l’ultima pandemia. La storia ci insegna che le epidemie e le pandemie fanno parte della vita. Ma quando arriverà la prossima, il mondo dovrà essere pronto, più pronto di quanto sia stato in questa occasione”. Sono le parole del direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus

    https://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2020/09/07/oms-non-sara-ultima-pandemia_fn7GhAo8bP0C3H9HjjLhmN.html?refresh_ce

  • atlas
    8 Settembre 2020

    CONTE ABOLISCE IL CONTANTE (veicola il contagio)

    La notizia è alla fine di un articolo di La Stampa che informa che Conte, con dpcm, ha prorogato le restrizioni anti-Covid fino al 7 ottobre.

    In fondo, a caratteri piccoli: “Inoltre è allo studio un piano per ridurre l’uso del contante, possibile veicolo di contagio. Il Presidente Conte ha incontrato questa sera i principali prestatori di servizi di pagamento in Italia (istituti di credito e Poste) nell’ambito del Progetto Italia Cashless. Tutti i partecipanti all’incontro sono pronti per partire e collaborare insieme al Governo per la piena riuscita del progetto”

    https://www.maurizioblondet.it/conte-abolisce-il-contante-veicola-il-contagio/

    «che i vili sian governati dai malvagi è giusto»
    disse Plotino

  • Idea3online
    8 Settembre 2020

    Biblicamente: Guerra – Carestia – Epidemia. Ma non solo biblicamente, per logica. Il nostro sistema immunitario crolla solo dopo una fase di denutrizione prolungata abbinata a stress. La guerra determina la crisi, determina denutrizione, determina attacchi di patogeni, sia quelli dentro il nostro corpo, circa 2 Kg dentro ad ognuno di noi, che patogeni esterni. A meno che non utilizzino i batteri, e non i virus, in caso di guerra batteriologica. Il virus non è essere vivente, i batteri lo sono, questi sono le armi di distruzione oltre l’atomica. Ma prima che usino i batteri…….morirebbero anche loro, i loro figli, i loro familiari, dovranno versare lacrime, ma li useranno solo alla resa dei conti. Quando per mantenere il potere, almeno quello che rimarrà, saranno pronti all’ultimo sacrifico, la morte dei propri familiari.

  • atlas
    8 Settembre 2020

    l’ultima dei giornalai “maestra muore davanti alla classe per coronavirus”.
    Era infarto. Menzogne 24h su 24.

    L’ordine dei medici e l’ordine dei giornalisti sarebbero da sciogliere immediatamente. Nell’acido

  • Giorgio
    8 Settembre 2020

    Un barista, un tassista, una casalinga a palazzo Chigi farebbero molto ma molto meglio dei politicanti cialtroni che ci propinano la dittatura di esperti e scienziati ….. ricordo un film con Claudio Bisio che recita la parte di un normalissimo cittadino che si vede costretto dai servizi segreti e da vari potentati ad assumere la carica di presidente della repubblica, naturalmente diretto da dietro le quinte dai veri poteri, ma si rivela incontrallabile agendo spontaneamente come agirebbe un presidente non eterodiretto ….. scusate la disgressione ….
    A proposito di ordini professionali ….. ma qualcuno non tanto tempo fa non ne aveva proposto l’abolizione …… ? Non faceva parte della lunga lista di proclami dei 5 stalle, subito rinnegata appena entrati nel palazzo ? Come tutte le altre : No NATO, no UE, no Euro, no TAV, no TAP, no VAX ecc. ecc. ……..

    • Sandro
      8 Settembre 2020

      “…….. No NATO, no UE, no Euro, no TAV, no TAP, no VAX ecc. ecc. ……..” Se ricordi bene vi era anche “no coerenza” – l’unica mantenuta – ma non elencata in quanto sottintesa per un “partito politico” . Oltretutto, “partito” è anche il participio passato del verbo “partire”. Gli elettori lo lasciano partire ma nessuno di essi, per legge*, ripeto per legge, conosce, né ha il diritto di sapere che strada prende, se quella preannunciata o la parallela che si percorre in senso opposto. Bisogna però riconoscere agli stellati, una genialità mancante a tutti i loro 56 predecessori per adescare clienti. Mi riferisco alla donazione alle aziende in crisi di buona parte dei loro proventi. Cosa “svampita” nel tempo.

      * Gli “stellati”, tra l’altro, avevano preannunciato di annullare l’art.67 della nostra costituzione in merito al mandato degli elettori affidato ai deputati. Cosa ne è stato? Dunque, ancora oggi, per legge il deputato può, in diritto, esercitare una politica letteralmente opposta a quella per qui si è candidato.
      Ah, per ultimo, ricordiamoci di votare, per chi si vuole, ma votare.

    • atlas
      8 Settembre 2020

      CIAO, IO INDOSSO SEMPRE LA MASCHERINA, ANCHE IN AUTO, ANCHE A CASA, IO RISPETTO LE REGOLE CHE MI DANNO. IO HO PAURA CHE ESERCITO E POLIZIA MI PORTINO VIA SOLDI O MI PICCHINO E MI METTANO IN CARCERE

      http://www.arciserviziocivilefvg.org/IMG/NEWS/ScemoGuerra526x394.jpg

  • Sandro
    8 Settembre 2020

    “…….. No NATO, no UE, no Euro, no TAV, no TAP, no VAX ecc. ecc. ……..” Se ricordi bene vi era anche “no coerenza” – l’unica mantenuta – ma non elencata in quanto sottintesa per un “partito politico” . Oltretutto, “partito” è anche il participio passato del verbo “partire”. Gli elettori lo lasciano partire ma nessuno di essi, per legge*, ripeto per legge, conosce, né ha il diritto di sapere che strada prende, se quella preannunciata o la parallela che si percorre in senso opposto. Bisogna però riconoscere agli stellati, una genialità mancante a tutti i loro 56 predecessori per adescare clienti. Mi riferisco alla donazione alle aziende in crisi di buona parte dei loro proventi. Cosa “svampita” nel tempo.

    * Gli “stellati”, tra l’altro, avevano preannunciato di annullare l’art.67 della nostra costituzione in merito al mandato degli elettori affidato ai deputati. Cosa ne è stato? Dunque, ancora oggi, per legge il deputato può, in diritto, esercitare una politica letteralmente opposta a quella per qui si è candidato.
    Ah, per ultimo, ricordiamoci di votare, per chi si vuole, ma votare.

    • atlas
      9 Settembre 2020

      ma sai cosa CAZZO me ne frega della costituzione dell’italia

      dai un’occhiata quì, a questo piccolo stralcio

      Capitolo III
      Del governo
      Art. 13 – L’oggetto del governo è la felicità della nazione; non essendo altro
      lo scopo di ogni politica società, che il ben essere di tutti gli individui che
      la compongono.
      Art. 14 – Il governo della nazione del regno delle Due Sicilie è una moderata
      monarchia ereditaria.
      Art. 15 – La potestà di far le leggi risiede nel parlamento col re.
      Art. 16 – La potestà di far eseguire le leggi risiede nel re.
      Art. 17 – La potestà di applicare le leggi alle cause civili e criminali risiede
      ne’ tribunali fissati dalla legge.
      Capitolo IV
      De’ cittadini delle Due Sicilie
      Art. 18 – Son cittadini quelli che per parte di padre traggono origine dai
      dominii del regno delle Due Sicilie, e che sono domiciliati in qual si voglia
      luogo degli stessi dominii.
      Art. 19 – È parimenti cittadino lo straniero, che godendo dei dritti di
      nazionalità, ottenga dal parlamento il decreto speciale di cittadino.
      Art. 20 – Perché uno straniero possa conseguire dal parlamento il decreto di
      cittadinanza, dovrà avere per moglie una nazionale premorta; o esser benemerito
      di aver portata, o stabilita nel regno delle Due Sicilie qualche industria, o
      invenzione importante; o possedervi beni stabili, per cui paghi una
      contribuzione diretta, ed esservi insieme, domiciliato; o esercitare il
      commercio con un capitale di sua proprietà e di considerazione, a giudizio del
      parlamento; o aver reso dei servigi segnalati per lo bene e per la difesa della
      nazione.
      Art. 21 – Sono parimenti cittadini i figli legittimi degli stranieri domiciliati
      nel regno delle Due Sicilie, i quali oltre di esser nati nei dominii del regno
      medesimo non ne sieno usciti senza permesso del governo, contino di età 21 anni
      compiti, sieno domiciliati in alcun luogo degli stessi dominii, ed ivi
      esercitino qualche professione, uffizio o industria utile.
      Art. 22 – Quelli soltanto che sieno cittadini del regno delle Due Sicilie
      potranno eleggere, o essere eletti per gli impieghi municipali ne’ casi
      preveduti dalla legge.
      Art. 23 – La qualità di cittadino del regno delle Due Sicilie si perde:
      I. Per nazionalità acquistata in paese straniero;
      II. Per accettazione d’impieghi di altro governo;
      III. Per effetto di decisione irrevocabile, colla quale si imponga pena
      afflittiva per misfatto, tranne il caso di esser nuovamente abilitato;
      IV. Per avere riseduto cinque anni consecutivi fuori del territorio del regno
      delle Due Sicilie senza commissione o permesso del governo.

      “Immigrazione. La legge emanata il 17 dicembre 1817 dal re Ferdinando I di Borbone, cui seguì il
      decreto n. 10406 del 19 ottobre 1846 del re Ferdinando II, regolamentava la concessione della
      cittadinanza agli stranieri. Essa, composta da soli tre articoli, fu la prima normativa della storia
      sull’immigrazione; il suo “principio informatore” era quello secondo cui, per poter acquisire la
      cittadinanza nel regno, uno straniero doveva risultare concretamente utile alla collettività ed, in
      nessun caso, poteva costituire un problema sociale od un peso economico per lo Stato. In particolare,
      all’articolo 1, così recitava: «Potranno essere ammessi al beneficio della naturalizzazione nel nostro regno delle Due Sicilie: 1. gli stranieri che hanno renduto, o renderanno importanti servizi allo Stato; 2. quelli che porteranno dentro lo Stato de’ talenti distinti, delle invenzioni, o delle industrie utili; 3. quelli che avranno acquistato nel regno beni stabili su’ quali graviti un peso fondiario almeno di ducati cento all’anno; al requisito indicato ne’ suddetti numeri 1, 2, 3 debbe accoppiarsi l’altro del domicilio nel territorio del regno almeno per un anno consecutivo; 4. quelli che abbiano avuto la residenza nel regno per dieci anni consecutivi, e che provino avere onesti mezzi di sussistenza; o che vi abbiano avuta la residenza per cinque anni consecutivi, avendo sposata una nazionale».

      vi era pace sociale e lavoro. La differenza di cultura, di religione e di lingua non erano motivi di discriminazione né, tanto meno, di emarginazione. In sostanza, la legislazione del Regno delle Due Sicilie, in materia di concessione della cittadinanza agli stranieri ed ai loro figli, era avanti, rispetto a quella attualmente in vigore nello Stato italiano (ad iniziare dalla legge del 5 febbraio
      1992, n. 91), di ben centosettantacinque anni !”

Inserisci un Commento

*

code