L’MGU ha proposto di erigere un monumento a Nelson Mandela a Mosca

Di Natalia Makeevka

Leonid Savin, capo della Fondazione Fidel Castro, il 30 marzo 2023, all’Università Statale di Mosca Lomonosov (MGU) intervenendo al Forum dei giornalisti russi e africani ha proposto di erigere a Mosca un monumento dedicato allo statista e politico sudafricano, presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999 Nelson Mandela.

Nel suo intervento, Savin ha notato la natura globale dell’interazione tra Russia e Africa:
“Mackinder ha parlato di due Heartlands: la Russia-Eurasia e i paesi dell’Africa. Il nostro stesso destino geopolitico è destinato alla cooperazione con i paesi africani. Dobbiamo aspirare ad un nuovo ordine mondiale più giusto, quello che viene regolarmente considerato dai leader africani, dal presidente russo Vladimir Putin e dal leader cinese Xi Jinping, che ha recentemente visitato il nostro Paese. Stiamo parlando di un mondo multipolare. È necessario sviluppare nuovi approcci in geopolitica, superando i doppi standard occidentali”.

Savin è convito sia necessario rafforzare la reciproca cooperazione tra Russia e paesi africani:
“Là, certamente ci sono problemi che dovrebbero essere chiariti da sforzi congiunti, e non lasciare la loro interpretazione alla mercé dei media occidentali”.

Nelson Mandela

Secondo Savin, caporedattore di Geopolitika.Ru, un altro aspetto importante è la conservazione della memoria storica:
È necessario creare opere d’arte monumentali che colleghino Russia e Africa”.
A questo proposito ha proposto di erigere un monumento a Nelson Mandela a Mosca – centro di formazione di un mondo multipolare, già diventato un punto di attrazione per le forze antioccidentali e antiglobaliste.

Savin ha riferito che questa idea è stata sostenuta dal nipote stesso di Nelson Mandela, Zwelivelile Mandela, membro dell’African National Congress. Savin non ha specificato esattamente dove dovrebbe essere installato il monumento.

Il Forum è stato organizzato dal Club russo-africano dell’Università Statale Lomonosov di Mosca e dalla Fondazione Fidel Castro per la promozione delle relazioni russo-cubane.
All’evento, che si è svolto nell’ambito dei preparativi per il 30° anniversario della proclamazione della Giornata mondiale della libertà di stampa, presso la sede della Facoltà dei Processi Globali, hanno preso parte esperti, giornalisti, personalità pubbliche e politiche provenienti dalla Russia e dai paesi africani.

Ricordiamo che alla fine del 2022, su iniziativa della Fondazione Fidel Castro, a Mosca è stato eretto un monumento al leader della rivoluzione cubana. Il 22 novembre, il presidente cubano Miguel Diaz-Canel e il presidente russo Vladimir Putin hanno preso parte alla cerimonia d’inaugurazione del monumento.

Leonid Savin – Russia Sud Africa, Fondazione

Nelson Mandela, statista e politico sudafricano, divenne presidente del Sudafrica il 10 maggio 1994 e guidò questo paese fino al 14 giugno 1999. È considerato uno degli attivisti più famosi nella lotta per i diritti umani durante l’apartheid, ragione per la quale trascorse 27 anni in carcere. Conseguì il Premio Nobel per la Pace nel 1993.

Secondo gli esperti, fu proprio Mandela, stabilendo stretti contatti con l’URSS, a gettare solide basi per le relazioni tra Sudafrica e Russia, così come con altri paesi africani.

Fonte: https://zavtra.ru/events/v_mgu_predlozhili_ustanovit_v_moskve_pamyatnik_nel_sonu_mandele

Traduzione di Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM