L’Italia si sta incendiando

Pubblichiamo una testimonianza dalla Provincia di Piacenza. La rivolta contro i decreti del governo Conte arriva anche nelle province dell’Emilia Romagna, una volta feudo del Partito di Zingaretti e soci.

Piacenza, 26 Ottobre 2020:
Dopo Napoli e Roma e altre grandi città, manifestazione quasi spontanea (2 giorni di preavviso), che oggi è avvenuta a Piacenza, cittadina conservatrice e dormiente.

Oltre 500 persone, fra cui il sottoscritto, hanno partecipato ad una manifestazione e corteo, nonostante la pioggia battente; Piacenza dice NO.
Piacenza ha meno di 100.000 abitanti, compresi bimbi e vecchi, 500 sarebbe il 5% dell’intera popolazione, che sarebbe il 10% della popolazione al netto di bimbi e vecchietti, mi sembra un dato significativo.

Le forze dell’ordine sono state discrete ed hanno solo monitorato.
C’era solo una manifestazione autorizzata dalla Questura, ma poi, non autorizzati, il corteo ha marciato verso la sede del Comune di Piacenza, nella piazza più importante della città, Piazza Cavalli, e poi scorrazzato in tante vie prossime al centro storico, solo ‘accompagnati’ dalle forze dell’ordine e senza celerini in vista ne in odore; a mio avviso ottima scelta ‘politica’ o forse solo perchè oramai gli “stringe il culo” e non desiderano creare ulteriori scintille verso una popolazione oramai sull’orlo di una guerra civile (perchè quasi alla fame) giusta e giustificata,
Una popolazione oramai ridotta quasi allo stremo da un governo incompetente e colluso con chi sta usando questa farlocca pandemia per schiavizzare la popolazione (fenomeno ormai su scala mondiale), italiani in primis.
Nei secoli e nei millenni passati la storia è passata ed è stata creata da noi, italiani, ed ora come tante altre volte, siamo divenuti cavie e laboratorio di esperimenti psico-sociali: se passa in Italia, si può usare dappertutto.
Da notare che più della metà dei partecipanti erano donne e mamme con bambini.
Onore agli italiani ed onore al risveglio in atto, anche e forse soprattutto per il lavoro che sta compiendo l’informazione indipendente tutta.
Il risveglio delle coscienze.

Protesta lavoratori e partite IVA di Piacenza

Tanti focolai sono ora già in atto nelle varie regioni italiane e il fuoco che fino ad ieri era sotto alle ceneri sta prendendo vita: soffiamo ed aiutiamo il vento della rinascita dei diritti e della costituzione.
Altre centinaia di città si stanno risvegliando: non siete soli, siamo in tanti, coraggio e facciamo quello che è giusto fare, mettiamo in atto la Costituzione della Repubblica Italiana e puniamo chi l’ha finora calpestata in modo indegno e da traditori della patria: LA GALERA LI ATTENDE…..

Ascanio Montisci

18 Commenti

  • Monk
    27 Ottobre 2020

    Scorrerà molto sangue sulle strade italiane, chi vincerà? Gesù. Ma prima della vittoria dovremo fare i conti con i traditori in divisa che difenderanno i tangheri politici, dalla volpe meloni al coglione salvini (le forze di governo manco le prendo in considerazione, sono amici di quelli che ho citato).
    Preghiamo il nostro Signore Gesù, miscredenti, e abbandonate le altre religioni negative e sataniche.

  • giorgio
    27 Ottobre 2020

    La rivoluzione non è un pranzo di gala …… prepariamoci a sporcarci le mani ……. e, per ora, non per affermare questa o quella visione del mondo, ma solo per sopravvivere ……. un giusto modello di società si fa strada e si affina con la pratica, non con le prediche ……. fermo restando alcuni principi fondamentali, che molti in questo sito condividono, e cioè, per citare probabilmente il principale, no alla democrazia parlamentare mercantile di stampo anglo sionista …….

    • Sandro
      27 Ottobre 2020

      Leggendo il tuo commento mi è parso di vivere qualche milione di anni. E’ sempre così. Prima, belle parole; la rivoluzione, la costituzione , il popolo, il “…giusto modello di società…”; poi, dopo la carneficina, si presentano e si acclamano uomini che dalla carneficina si sono ben guardati e che riporteranno tutto alle origini. Sai dov’è il punto? Nulla cambierà e si ripeterà all’infinito fin quando non si riuscirà a modificare in qualche modo la chimica che da qualche milione di anni ci governa dall’interno della nostra scatola cranica.

      • Nessuno
        27 Ottobre 2020

        Evvabbè Sig. Sandro, ma un pò di ottimismo anche ci vuole! Altrimenti tanto vale spararsi subito…

        • atlas
          27 Ottobre 2020

          del Signor Sandro si devono leggere le prime righe, se ci si addentra si penetra in una galleria buia e triste che può portare al suicidio

        • Sandro
          27 Ottobre 2020

          Più che ottimismo occorre essere realisti e se la realtà non incoraggia almeno rendiamo difficile la vita a chi difficile ce la rende. Non per vantarmi, ma chi ha tentato, ripeto, tentato – è sufficiente l’intento – di rendermela difficile, ha maledetto il giorno in cui mi ha incontrato – beninteso – senza torcergli un capello..

        • michy
          27 Ottobre 2020

          Purtroppo é la nostra condizione umana…in un loop continuo….

  • Hannibal7
    27 Ottobre 2020

    ANDRÀ TUTTO BENE
    ANDRÀ TUTTO BENE…dicevano…
    …e invece È ANDATO TUTTO A PUTTANE!!!

    • atlas
      27 Ottobre 2020

      io sono stato in qualche modo costretto, non mi fanno andare in Tunisia ! Però, pare che gli piaccia alla cinese, se no non verrebbe a mangiare al ristorante con me. Secondo me è una nuova ennesima relazione sentimentale che si prospetta, ci sono puttane di vario tipo, per ora mi tratta benissimo

  • AlessandroV
    27 Ottobre 2020

    Una mia amica che è un osservatrice molto acuta della realtà molto concretamente e intelligentemente ha detto che una soluzione efficace sarebbe quella di creare dei comitati cittadini Anti Covid nelle varie città e poi con un legale esperto e con i fondamentali e ingaggiando quei virologi che da sempre stanno denunciando che il Covid non esiste, recarsi tutti insieme di persona negli ospedali della tua città e vedere bene con queste persone esperte se, effettivamente tutta le terapie intensive sono piene realmente di malati covid oppure di altri degenti che fanno passare per malati di quel virus. Oppure sono vuoti. Girano infatti già molte riprese sul web di ospedali (vedi quello denunciato da un coraggioso medico dell’ ospedale di Acireale) che dicevano fossero pieni di gente malata di Covid ma che in realtà le immagini hanno smentito molto bene. mostrandoli semideserti e creando anche molti problemi a chi ha rnvece realmente problemi di salute. E non è un caso che davanti a molti ospedali vi siano spesso in questo periodo gazzelle dei carabinieri, perché questi scellerati politici e i media nazionali occultatori della verità sanno che una falla di questo inganno mondiale è proprio rappresentata dalla realtà di molti ospedali. I quali sono l opposto di quello che continuano a dire. In Germania, ho sentito dire, sono riusciti a creare addirittura un controcomitato a quello scientifico ufficiale, composto da virologi scienziati negazionisti e legali esperti in questo ramo, e stanno girando in tutti gli ospedali tedeschi per raccogliere prove delle false notizie che vengono divulgate, e prepare denunce ad Organismi internazionali come la Corte dei Diritti Dell uomo e nazionali. Ecco, una cosa simile dovrebbe succedere anche da noi anche se si sa che non è facile per i costi di una simile soluzione. Però non sarebbe male.

    • atlas
      27 Ottobre 2020

      e la democrazia ? Dove l’hai lasciata. Negli ospedali democraticamente non si può entrare, nemmeno se il padre sta schiattando, sono le peggiori carceri, i reparti che curano il nulla come il pandemico virus prendono 2000€ a caso, tutti soldi dell’FMI che ci faranno cagare col sangue, la tua amica vuole rompere questo sistema ? La prendono e la ricoverano, gli ospedali diverranno i prossimi centri di rieducazione dei sociali, i medici militari non mancano

      essere negazionisti in un sistema giudaico non è una bella cosa

  • giorgio
    27 Ottobre 2020

    Caro Atlas …… W la Cina e le cinesi ………
    Per Sandro ….. per rendere la vita difficile a chi ce la rende tale non è che si porge l’altra guancia, purtroppo non è simpatico ma occorre sporcarsi le mani

    • atlas
      28 Ottobre 2020

      IN QUESTO CLIMA NON CI VUOLE NIENTE A TRASFORMARE GLI STADI IN OSPEDALI, CIOE’ SALE CHIRURGIA PER DISSIDENTI SOCIALISTI NON DEMOCRATICI

  • giulio
    27 Ottobre 2020

    Sarebbe importante e utile poter fare un’analisi sociologica del tipo di gente che sta facendo queste manifestazioni…la mia impressione è che si tratti soprattutto di ceti medi : commercianti, ristoratori e via dicendo.
    Fin quando non si aggiungeranno anche altri ceti che stanno più in basso (operai licenziati, precari ecc.) temo che la cosa non abbia molte prospettive di vittoria.
    Siccome sono quasi certo che non si tratta di manifestazioni del tutto spontanee e auto organizzate mi domando chi ci sia ad alimentarle! non credo che ci siano nè i salvini nè le meloni …forse ci sono cani sciolti leghisti o meloniani! Se è così a loro va tutto il mio plauso ma, ripeto, se non si allarga la platea dei manifestanti c’è rischio che tutto rifluisca dopo qualche carica di polizia!
    Spero che la loro protesta regga perchè più regge e più è probabile che a loro si associano molti altri e si riesca a mettere in crisi questo sistema mafioso criminale rappresentato solo da omuncoli traditori e venduti di tutti i tipi!

    • atlas
      28 Ottobre 2020

      è muro contro muro, il regime non si tirerà mai indietro, piuttosto arriva l’eurogendfor, dopo i black blok

      è questione di principio; e di dover obbedire a disposizioni democratiche internazionali e farle attuare. Ma non ce ne sarà bisogno, qualche spicciolo in tasca e tutti zitti

      diventeremo tutti anglosassoni, visto che i ristoranti chiudono alle 18 e poi c’è il coprifuoco si pranzerà alle 10 e si cenerà alle 16. La sera pigiama e cuffietta in testa e un brodino caldo o un pò di latte, come i vecchietti sdentati e paralitici

      però quando c’era il democristiano Tambroni nel 1960 appoggiato dall’MSI sono stati capaci di farli ritirare, a Genova e Reggio emilia eh

      sinistri e democratici, l’ossatura italiana e duosiciliana, gente dimmerda, la maggior parte, il mio problema è solo che non mi fanno spostare, per me non è cambiato niente, tutto previsto da tempo

  • Sandro
    27 Ottobre 2020

    No, non occorre sporcarsi le mani anche perché, spesso, non si aspetta altro per aggredirti quando diversamente non si può*. E’ possibile, invece, re-agire (agire, cioè, non in prima istanza ma perché si rende necessario) elegantemente riempiendo, metaforicamente, un capiente calamaio e trasformarne il contenuto in situazioni molto imbarazzanti per il malcapitato per le quali, talvolta, occorrono decenni di impegni sia economici, ma non necessariamente, sia soprattutto congetturali che gli impediscono di aver una vita fluida al fine di evitare complicanze conseguenti il detto “chi la fa l’aspetti”.

    Puoi anche non crederci, ma vi sono state varie persone che mi hanno dedicato buona parte della propria esistenza nell’illusione di danneggiarmi o, nella migliore delle ipotesi, darmi fastidi. Il tutto, talvolta, con apprezzabile impegno. I più sfortunati sono stati due; uno mi ha consacrato 30 anni della sua misera vita – ulteriormente immiserita per aver mal scelto il soggetto da colpire; l’altro, solo, si fa per dire, 26 anni di impegno personale attivo, scemato, a seguire, in una conduzione di “vita” quasi passiva ma comunque vigile per evitare effetti collaterali, per il resto della propria esistenza.

    Condizione necessaria, però, per condurre questo tipo di comportamento propedeutico per il disadattato di turno e guidarlo passo passo, è quella di mantenere un costante distanziamento emotivo – nessun risentimento o desiderio di rivalsa – senza il quale presto si “getta la spugna” esausti. La qual cosa invece – stizza, risentimento e simili nei confronti dell’educatore – si cerca di instaurare in chi va instradato.

    *questo a livello personale. A livello collettivo, è un classico quello di infiltrare disturbatori pagati al fine di accusare gli organizzatori di pacifiche manifestazioni reclamanti diritti che non è conveniente al manovratore rispettare.

    • Sandro
      27 Ottobre 2020

      Per Giorgio.

  • ANDREAROSSI
    28 Ottobre 2020

    500 in realta’ sarebbe lo ~0,5%!? Comunque evviva il risveglio delle coscienze!

Inserisci un Commento