L’Iran sta trasferendo armi in Siria attraverso la base aerea russa. Israele furiosa


L’Iran continua a trasferire armi in Siria attraverso la base aerea russa Khmeimim.
L’incapacità dei militari israeliani di contenere gli attacchi in corso sul territorio siriano, che hanno ucciso civili, creato danni alle infrastrutture, ha costretto la Russia ad adottare metodi radicalmente nuovi per contrastare Tel Aviv e le sue politiche aggressive e intimidatorie contro la Siria e l’Iran.

Aereo cargo iraniano

Secondo la pubblicazione araba Al-Masdar News, la Russia ha continuato a fornire la sua base aerea all’esercito iraniano: tutti gli aerei militari iraniani nell’area sono automaticamente protetti dai sistemi di difesa aerea russi. Un tentativo da parte dell’esercito israeliano di colpire un aeroporto militare russo sarà considerato come un attacco con tutte le conseguenze che ne deriverebbero per Tel Aviv.
“Per la seconda o terza volta in due settimane, un aereo in volo dall’Iran alla Siria è atterrato alla base aerea russa Hmeimim nel sud-ovest di Latakia. Secondo un rapporto del governatorato di Latakia, un aereo da carico siriano è volato dalla capitale iraniana alla base aerea di Khmeimim, dove in seguito sono stati scaricati, senza timore di subire un attacco aereo militare israeliano che avrebbe bombardato le loro posizioni.
Una fonte a Damasco, la capitale della Siria, ha riferito ad Al-Masdar News che la ragione per l’atterraggio alla base aerea di Khmeimim è quella di evitare attacchi aerei precedentemente effettuati all’aeroporto internazionale di Damasco.
Israele non ha nascosto il fatto che stanno osservando ogni passo dell’Iran in Siria, poiché hanno ripetutamente attaccato le forze della Repubblica islamica e i loro alleati paramilitari, e alcuni aerei israeliani hanno persino effettuato l’attacco al vicino Iraq ” , – riferisce Notizie Al-Masdar.

Base russa in Siria


Va chiarito che i voli di aerei militari iraniani sul territorio della Siria non sono sempre monitorati, e quindi esiste la possibilità che, in realtà, la base aerea di Khmeimim abbia effettuato molti più voli militari dall’Iran.
“La Russia ha lasciato l’esercito israeliano con un palmo di naso, per non dire altro. Ovviamente, Tel Aviv non considera nemmeno la probabilità di attaccare una base aerea militare russa, rendendosi conto che in questo caso, gli aerei israeliani non solo non arriveranno alle loro basi, ma Israele stesso potrebbe benissimo essere attaccato da missili russi Iskander, ” osserva lo specialista.
Non ci sono reazioni ufficiali dalle autorità israeliane ma alcuni osservaori riferiscono che il governo israeliano è fortemente irritato dalla mossa russa.

https://avia.pro/news/rossiya-ostavila-izrail-s-nosom-iran-perebrasyvaet-oruzhie-v-siriyu-cherez-rossiyskuyu-aviabazu

Fonte: Avia Pro
Traduzione: Sergei Leonov

9 Commenti

  • eusebio
    14 Maggio 2020

    Speriamo che sia un primo passo verso la liberazione del Golan.

    • Teoclimeno
      15 Maggio 2020

      Egregio Signor EUSEBIO, “Speriamo che sia un primo passo verso la liberazione del Golan”, e aggiungerei…della Palestina. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

      • atlas
        15 Maggio 2020

        e aggiungerei … del mondo intero

        • franco
          15 Maggio 2020

          Si perché non se ne può più, c’hanno scassata a min……a

  • Hannibal7
    15 Maggio 2020

    Iskander su Israele!!!

  • Giuseppe Grande
    15 Maggio 2020

    Intanto mi accontenterei che Hezbollah fosse organizzato per impedire ad Israele il sorvolo del Libano dotandosi di una rete radar e molte postazioni antiaeree tra loro connesse.
    Per fare questo occorre formare migliaia di tecnici ed avere le attrezzature russe (S300-S500).

  • Man
    15 Maggio 2020

    Sembra un gioco delle parti tra il “buon” Putin e i cattivoni sionisti; ogni tanto bisogna alzare la posta o bluffare, diversamente da mo’ che la storia siriana era finita. Al buon Putin i soldi sionisti servono?

  • Blackcrow
    15 Maggio 2020

    A Putin interessa tenere sotto controllo una larga fetta di Medio Oriente per tenere Israele e il suo alleato americano a cuccia.
    E gli interessa pure evitare una guerra nucleare tanto cara alla pedosatanica Hillary.

    Putin non è affatto buono, è uno che sa governare un paese come la Russia e lo fa bene da tanti anni.

    Noi invece abbiamo dei politici che non saprebbero organizzare una riffa alla sagra dell’anguilla in carpione.

  • Eugenio Orso
    16 Maggio 2020

    Continua la politica difensiva e prudente della Santa Russia, condivisa dall’Iran resistente, evitando così di offrire il destro ai demokrat liberal-ebreo-occidentaloidi per un confronto militare su larga scala.
    Per questo i potenti sistemi missilistici anti-aerei russi non annientano le zanzare ebree a reazione, che abitualmente infestano i cieli del Libano e lanciano missili in Siria …

    Cari saluti

Rispondi a Giuseppe Grande cancella risposta

*

code