L’Iran sequestra due petroliere greche per violazioni nel Golfo Persico


A seguito del sequestro di una petroliera iraniana parte delle autorità greche, il corpo iraniano dei Guardiani della Rivoluzione ha proceduto oggi al sequestro di due petroliere dalla Grecia per aver commesso violazioni nelle acque del Golfo Persico.

Il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC) dell’Iran ha riferito in una dichiarazione del sequestro di due petroliere greche da parte della sua forza navale.
Nei giorni scorsi l governo iraniano aveva comunicato che avrebbe adottato misure punitive contro la Grecia in risposta al sequestro della sua nave, afferma un rapporto.

L’agenzia di stampa iraniana Nour News ha annunciato venerdì la decisione della Repubblica islamica dell’Iran di adottare misure punitive contro la Grecia, a causa del sequestro di una nave battente bandiera iraniana dopo una sosta di emergenza effettuata nelle acque greche a causa di un guasto tecnico .

Mercoledì, il ministero degli Esteri del Paese persiano ha convocato l’incaricato d’affari della Grecia a Teheran, la capitale iraniana, per esprimere la propria protesta.

Nave iraniana nel Golfo Persico

In reazione alla confisca della spedizione di petrolio greggio iraniano con un’ingiunzione del tribunale e avvenuta in coordinamento con il governo degli Stati Uniti, l‘Iran ha chiesto questo venerdì che Washington rilasci presto la nave detenuta e restituisca la sua spedizione di petrolio confiscata al paese persiano, perché la loro azione costituisce una flagrante violazione delle leggi e dei regolamenti internazionali del diritto del mare.

L’Iran applica misure di ritorsione contro i sequestri illegali effettuati in mare ad opera degli Stati Uniti e dei suoi alleati. Tali sequestri sono qualificati come atti di pirateria internazionale.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento