APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

L’Iran promette una risposta “rapida e decisiva” dopo l’attacco terroristico saudita sul suo territorio

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha diochiarato che l’Iran risponderà “rapidamente e in modo decisivo” in difesa della sua popolazione, poco dopo che un attacco terroristico ha causato quasi una dozzina di vite nell’Iran meridionale.

“I terroristi reclutati, addestrati, armati e pagati da un regime straniero hanno attaccato Ahvaz. I bambini e le donne [sono] tra le vittime “, ha scritto sabato Zarif.

L’Iran annienterà gli “sponsor regionali del terrore” e i loro “padroni degli Stati Uniti” responsabili dell’attacco, ha affermato.

Almeno tre persone sono stati uccise quando uomini armati hanno aperto il fuoco sulla gente da dietro una tribuna al viale Qods di Ahvaz , durante la sfilata mattutina tenuta per celebrare la resistenza all’invasione dell’Iran da parte dell’ex dittatore iracheno Saddam Hussein negli anni ’80.

“Le persone mascherate nelle divise della Rivoluzione islamica e le uniformi Basij hanno sparato a funzionari e gente del pubblico da dietro un banco, lasciando un certo numero di persone innocenti tra cui donne e bambini martirizzati o feriti”, ha detto il governatore della provincia del Khuzestan Gholamreza Shariati.

“Finora, il martirio di tre persone è stato verificato in questa azione sovversiva e anti-sicurezza, con oltre 20 feriti che sono stati trasferiti in ospedale”, ha detto all’agenzia ufficiale IRNA.
Il portavoce del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC), Ramezan Sharif, ha detto che gli aggressori sono affiliati a un gruppo terroristico sostenuto dall’Arabia Saudita.

All’inizio di settembre, l’IRGC ha confermato di aver sparato sette missili a corto raggio a un raduno di comandanti terroristi nella regione semi-autonoma del Kurdistan iracheno.

Il Corpo dell’IRGC ha detto che il bombardamento era arrivato come ritorsione per le “azioni malvagie” fatte nei mesi precedenti da gruppi terroristici affiliati alla potenza globale (USA) contro le aree di confine dell’Iran.

Fonti: Press Tv   HispanTv

*

code

  1. MONDO FALSO 4 settimane fa

    Fate partire i missili iraniani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 4 settimane fa

    Russia e Iran, nella guerra contro l’asse del male usanato-ebrei-sauditiwahabiti-ottomani avrebbero dovuto usare strategie diverse da quelle che hanno usato, e applicarle già quattro/cinque anni fa.
    Avrebbero dovuto ripagare i bastardi assassini con la loro stessa moneta, cioè destabilizzando gli anelli più deboli della catena del male, che sono Arabia saudita+emirati (in passato anche l’infame Qatar sponsor isis) e la turchia del boia Erdogan, senza però interventi militari diretti (per non offrire il destro agli usanato).
    Yemen patriottico e sciiti perseguitati in arabia saudita avrebbero dovuto essere assistiti con ogni mezzo, comprese armi veramente letali, per prepararli militarmente a sopraffare le bestie di Ryad, mentre i curdi del PKK e l’estrema sinistra a Istanbul avrebbero dovuto essere armati fino ai denti per scatenare un benefico e mortifero caos fra i turcoidi.
    Adesso Ryad e Ankara starebbero bruciando, o sarebbero già bruciate, pronte per spargere il sale in modo che non le ricostruiscano più …
    La fogna ebraica chiamata israele sarebbe praticamente circondata (destabilizzando un po’ anche la Giordania e sottraendola al controllo dell’asse del male), ma lì la faccenda sarebbe un po’ più delicata, a causa degli armamenti nucleari in mano alla feccia ebrea.
    Purtroppo così non è stato.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The roman 4 settimane fa

    La verita’ . Solo la verita’ puo schiantare il sistema impiantatosi in occidente . La Russia dovrebbe rilasciare tutti i documenti che provano che certi avvenimenti storici , recenti e remoti , sono stati raccontati in un modo falso per favorire un potere occulto. Ma la dirigenza attuale della Russia ha deciso di non farlo. La Russia vuole rimanere ancorata alla falsa narrativa della crociata contro il cattivo Hitler e alle favole che accompagnano la teoria della ” giusta guerra” . Putin , che personalmente ritengo un grande statista , e’ attento a non mandare in frsntumi questo edificio di menzogne , e strizza l” occhio a certi poteri , cercando di dividere gli ” eletti”. Non sono in grado di pronunciarmi sull’ esito di tale strategia , che sembra vile ma potrebbe invece esere alla lunga vincente. Vincente per la Russia e il suo gruppo di potere si intende, perche’ solo con l’ emersione della verita’ e la liberazione dell’ europa da questo giogo satanico , puo’ esserci una vera vitoria per gli europei e per i loro discendenti ovunque nel mondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eugenio Orso 4 settimane fa

    Apprezzo il commento di The Roman, in particolare perché scrive “La Russia vuole rimanere ancorata alla falsa narrativa della crociata contro il cattivo Hitler e alle favole che accompagnano la teoria della ” giusta guerra” . Putin , che personalmente ritengo un grande statista , e’ attento a non mandare in frsntumi questo edificio di menzogne , e strizza l” occhio a certi poteri , cercando di dividere gli ” eletti”.”
    E’ proprio così.
    I globalisti utilizzano la storia ( con indubbi accenti drammatici) del Novecento come un “giacimento di risorse simboliche” (Costanzo Preve) per la loro fottuta e invasiva propaganda e per stabilire tabù a loro esclusivo vantaggio.
    In tal modo, si può santificare la democrazia occidentale mercatista e liberale, sul piano politico, contrapponendola alle dittature novecentesche, con il Novecento che diventa il secolo del male assoluto (nazismo) e dell’utopia sanguinaria (comunismo staliniano).
    Secondo la propaganda liberista, liberaloide, libertaloide e radicaloide, a supporto degli interessi della Global class, per non tornare al secolo degli orrori, delle guerre e delle dittature, nonché dell’olocausto degli ebrei che diventa quasi una religione, dobbiamo accettare, senza alternative (da qui T.I.N.A.) democrazia e mercato sovrano, che procedono a braccetto maciullandoci …
    Concordo con The Roman che il grande statista Putin e il suo gruppo dirigente non sono ancora pronti al cruciale superamento della falsa narrativa che ci imprigiona e ci domina.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The roman 4 settimane fa

      Ringrazio Eugenio Orso per l’apprezzamento. In un mondo dominato dalla menzogna , soffocato dalla stupidita’ e drogato dall’edonismo , resta solo una soddisfazione per l’uomo che pensa: la comprensione e la corrispondenza di altri uomini che dotati di intelligenza , abbiano deciso di non svenderla .Grazie ad Eugenio Orso , a Luciano Lago e alla redazione di questo sito che e’ ormai una delle poche isole dove il libero pensiero puo’ attraccare, in un mare di prezzolato conformismo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Brancaleone 4 settimane fa

    Con i cervelli attualmente in circolazione e’ ragionevole credere che se la russia svelasse verita’ non sarebbero credute, troppi decenni di lavaggio del cervello hanno trasformato putride menzogne in cristalline verita’. E’ forse per questo che putin uomo avveduto tiene ben stretti i suoi assi che comunque come spada di damocle inquietano i grandi falsari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace