L’Iran prevede di collegare la sua rete elettrica con la Russia attraverso il Caspio

L’Iran sta lavorando a un progetto per collegare la sua rete elettrica a quella della Russia e di altri paesi del blocco di Shanghai attraverso il Mar Caspio.

In un’intervista esclusiva concessa questa domenica all’agenzia di stampa statale IRNA , il consigliere del ministro dell’Energia iraniano per gli affari internazionali, Mohamad Ali Farahnakian, ha spiegato che si stanno compiendo sforzi per collegare la rete nazionale del Paese alla Russia e ad altri stati membri dello Shanghai Organizzazione per la cooperazione (SCO) attraverso una linea di trasmissione che passa attraverso il Turkmenistan nel Mar Caspio orientale.

L’alto funzionario iraniano ha affermato che questa nuova linea è stata concordata al Secondo Caspian Economic Forum tenutosi a Mosca (capitale russa) dal 5 al 6 ottobre, dove il primo vicepresidente iraniano, Mohamad Mojber, ha proposto di creare una zona di libero scambio tra i nazioni sulle rive di questo mare .

Perché il piano possa essere attuato, è solo necessario realizzare la terza linea di trasmissione tra Iran e Turkmenistan perché le prime due sono già state messe in funzione, ha precisato.
Secondo l’alto funzionario persiano, l’Iran ha completato la costruzione della linea verso il confine comune e non appena il Turkmenistan avrà completato la sua parte, la capacità di trasmissione di energia sarà aumentata del 200 per cento.

Con l’avvio del progetto, l’Iran potrà così esportare la sua elettricità dalla costa orientale del Mar Caspio, ha affermato Farahnakian, concludendo che l’Iran sta tenendo consultazioni per consentire la connessione della sua rete nazionale a quelle del membro SCO stati attraverso il Turkmenistan e il Tagikistan.

Raisi sottolinea la volontà dell’Iran di collaborare con le SCO in vari settori
La Repubblica Islamica assicura che una delle sue politiche è quella di trasformare il Paese nell’epicentro energetico della regione, sfruttando la sua posizione strategica per fornire energia sia in estate ai caldi paesi limitrofi del sud che in inverno ai paesi più freddi del il Nord.

Fonte : Hispantv

traduzione: Luciano Lago

1 Commento
  • Roberto
    Inserito alle 18:46h, 10 Ottobre Rispondi

    Si si sono tutte cose interessanti e notevoli. Ma abbiamo un criminale nel mondo gli USA, la sua invidia per tutto ciò che non li vede protagonisti ee la sua indole terrorista, che li porta a distruggere e sabotare. Non si sarà mai in pace finché ci sarà il deep state con tali industrie belliche.

Inserisci un Commento