L’Iran è preoccupato per “terroristi e sionisti” al confine settentrionale – ministro degli Esteri

l ministro degli esteri iraniano ha ribadito le preoccupazioni di Teheran per le politiche dell’Azerbaigian, compresi i suoi legami militari con Israele. Le tensioni tra le nazioni vicine sono aumentate il mese scorso a causa di esercitazioni militari e tasse di transito.
Parlando in una conferenza stampa a Mosca, Hossein Amir-Abdollahian ha detto che l’Iran vuole avere buoni rapporti con tutti i suoi vicini, ma non esiterà ad agire di conseguenza, se una “certa nazione” al suo confine settentrionale non ricambierà questo atteggiamento.

Il funzionario, che si trovava nella capitale russa per incontrare il suo omologo, Sergey Lavrov, si riferiva all’Azerbaigian, le cui relazioni con l’Iran sono peggiorate a settembre.

“Certamente non tollereremo cambiamenti geopolitici o un cambiamento della mappa nel Caucaso meridionale. E abbiamo serie preoccupazioni per la presenza di terroristi e sionisti in quella regione”, ha detto.
L’anno scorso, l’Azerbaigian ha combattuto con successo una guerra con la vicina Armenia e le forze della regione separatista del Nagorno-Karabakh.

Baku aveva ripreso il controllo di alcuni dei territori che aveva perso durante la guerra per l’indipendenza del Nagorno-Karabakh degli anni ’90, prima che i combattimenti cessassero sotto un accordo di pace mediato dalla Russia.

Prima della guerra, l’Iran aveva accesso ai trasporti virtualmente esentasse verso l’Asia occidentale e la Russia attraverso il Nagorno-Karabakh sostenuto dall’Armenia. Il vittorioso Azerbaigian ha iniziato a imporre tasse ai camionisti iraniani che passavano nel territorio che aveva riconquistato. Ha inoltre arrestato due conducenti, innescando una lite diplomatica con Teheran.

Un’altra lamentela iraniana deriva da un’esercitazione militare, che l’Azerbaigian ha tenuto a metà settembre sul suo territorio insieme a Pakistan e Turchia, una nazione che ha aiutato l’Azerbaigian a costruire le sue forze armate per la guerra con l’Armenia. L’esercitazione è stata percepita come una minaccia dall’Iran, che ha risposto con manovre militari proprie, condotte la scorsa settimana vicino al confine settentrionale con l’Azerbaigian. Baku, a sua volta, ha considerato le azioni iraniane aggressive.

Ad aggiungere benzina al fuoco sono gli stretti legami dell’Azerbaigian con l’arcinemico dell’Iran, Israele, che è un importante fornitore di equipaggiamento militare per l’Azerbaigian. Teheran teme che Baku possa concedere agli israeliani o a qualche altra forza l’accesso al suo territorio per lanciare operazioni ostili contro l’Iran.
Alla richiesta di commentare la posizione della Russia sulla questione , Lavrov ha affermato che Mosca ha favorito i legami economici e la diplomazia regionali e ha avuto un atteggiamento cauto nei confronti degli sviluppi militari. Ha espresso la speranza che Baku e Teheran siano in grado di risolvere le loro divergenze attraverso un nuovo meccanismo di consultazione denominato 3+3, che includa le tre nazioni del Caucaso di Armenia, Azerbaigian e Georgia e i suoi vicini, Russia, Turchia e Iran.

“Siamo contrari a un aumento dell’attività militare nella regione. Contro qualsiasi esercitazione militare di natura provocatoria” , ha detto il ministro russo, sottolineando che anche l’Azerbaigian è preoccupato per le manovre iraniane.

Lavrov ha invitato Teheran a ratificare una convenzione sul Mar Caspio del 2018, che prevede una disposizione contro la concessione di una piattaforma a nazioni terze per lanciare atti di aggressione contro altre nazioni membri. L’Iran è l’unico dei cinque firmatari che deve ancora ratificare il trattato.

Fonte: RT News

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • mario
    Inserito alle 20:42h, 06 Ottobre Rispondi

    …ammazzare ebrei unica liberta” possibile per tutta l ” umanita ………………… w cina w russia

    • atlas
      Inserito alle 13:36h, 07 Ottobre Rispondi

      con queste ‘sparate’ (continue) senza proiettili, stai solo esponendo il sito, e magari parte dei suoi commentatori, a ritorsioni

  • atlas
    Inserito alle 17:06h, 07 Ottobre Rispondi

    vai a sukare la minkia da qualche altra parte troll democratico. Il programma politico del tuo PD: ‘matrimoni’ omofili, trans, gender, stranieri senza documenti, ius soli, vaccinazioni di massa, green pass, suinocrazia, militari per le strade, liberismo, antifascismo militante, distruzione completa della famiglia, negazione dei valori religiosi. S forza italia e la destra nè più nè meno

    • Giorgio
      Inserito alle 18:40h, 07 Ottobre Rispondi

      Pd + Leu + 5 stalle + Forca Italia + Lega + FdI + radicali ……… = Partito unico sanitario ……. ovvero ……..
      i migliori servi di usa – nato – ue – sionisti – sistema bancario – industria farmaceutica – militare – petrolifera – nucleare – batteriologica ……….. per la felicità dei troll democratici …..

    • atlas
      Inserito alle 18:58h, 07 Ottobre Rispondi

      tu prima di trollare devi kiavarti tutte le femmine che ho posseduto io, quindi taci per sempre troll democratico. E rottinkulo

  • eusebio
    Inserito alle 19:51h, 07 Ottobre Rispondi

    Secondo alcune voci sui social media sembra che sia stato raggiunto un accordo tra Iran e Armenia per lo schieramento di consiglieri militari iraniani in Armenia, pare che gli iraniani l’abbiano giurata agli azeri perchè i sionisti avrebbero eliminato l’ingegnere nucleare iraniano Fakhrizadeh partendo dalla base azera Sitalchay”.
    Intanto l’Iran starebbe mobilitando milizie e religiosi azeri per rovesciare Aliev ed insediare un governo azero filo-iraniano.
    In caso di conflitto tra Armenia e Iran da un lato e l’Azerbaigian dall’altro i russi, tenuti ad intervenire, potrebbero passare per la Georgia, insediare un governo filorusso e salvarla dall’aggressione turca.

  • SALVATORE RICCIARDINI
    Inserito alle 11:07h, 08 Ottobre Rispondi

    visto che facebook mi ha sanzionato x tre giorni ed io ho raddoppiato, per ricambiarli, non posso girare l’articolo alla mia pagina.Però che Israele difenda la patria di provenienza degli ebrei azeri ,biondi sparsi negli USA, questo è naturale.Credo che gli iraniani questo lo sappiano Mi pare che in Azerbaijan ci sia una città abitata, solo di ebrei azeri.

Inserisci un Commento