L’ipotesi di un movimento strategico russo

di Bruno Bertez .

È apparsa una foto raffigurante la costruzione di una sorta di “linea Wagner” nella regione di Belgorod.

Alcune persone percepiscono questa notizia come se la Federazione Russa volesse prendere Kiev, mentre allo stesso tempo è obbligata a difendere anche il proprio territorio dall’Ucraina.

Ma se si pensa in modo logico, questa costruzione non si adatta alla tendenza generale di mobilitazione nella Federazione Russa.

L’ammodernamento di 800 carri armati, la concentrazione di 800 aerei, la trasformazione dell’economia su base semimilitare, la mobilitazione di un gran numero di coscritti non corrispondono affatto alla posizione che: ” La Federazione Russa è sulla difensiva .

Considera come questo si confronta con le fortificazioni?

In combinazione con la creazione di una “milizia popolare” nella regione di Belgorod, ciò significa che la Federazione Russa sta valutando un sistema di difesa fortificato su una vasta area e trasferirà le sue unità principali altrove.

La Russia, infatti, ripeterà la manovra di aprile, quando ritirandosi da nord ha ridotto la prima linea e ha potuto concentrarsi su aree chiave.

Quindi la domanda è: dove andrà allora tutta la massa di forze così liberata?

Ci sono informazioni che nella Federazione Russa è stata presa la decisione di andare verso una vittoria mondiale.

E per questo è necessario tagliare le forniture di armi occidentali all’Ucraina, e più precisamente tagliare l’Ucraina dal confine con la Polonia.

In condizioni in cui il complesso militare-industriale ucraino è praticamente distrutto, i resti della base di riparazione sono costantemente attaccati da missili e droni e le risorse sovietiche si stanno esaurendo, l’Ucraina è estremamente dipendente dagli aiuti occidentali.

Se Kiev perde rifornimenti dall’Occidente, allora con una probabilità del 90% la guerra andrà persa in 2-3 mesi per mancanza di munizioni, se la NATO non entra in guerra, e questo non è il caso, almeno ora .

Le truppe russe devono raggiungere Stryi per interrompere completamente i rifornimenti dalla Polonia.

L’Ungheria non fornirà il suo territorio e, anche se lo farà, la Transcarpazia è collegata logisticamente all’Ucraina da due passi che possono essere distrutti.

Rimarrà solo la possibilità di consegne via Romania, ma due colli di bottiglia non consentiranno di mantenere il livello di munizioni e attrezzature con l’attuale intensità dei combattimenti.

Secondo lo stato maggiore delle forze armate ucraine, le forze combinate di Bielorussia e Federazione russa possono attuare questo piano, l’unica domanda è in quale forma e con quali forze sarà fatto.

Lo Stato Maggiore dell’Ucraina sembra prepararsi a un possibile sviluppo degli eventi.

fonte: Bruno Bertez

Traduzioe: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM