L’intelligence russa monitora il trasferimento delle forze armate ucraine da Kherson a Zaporizhia

di Aleksandr Grigoriev

In un briefing appositamente convocato, il generale Mark Milley, capo di stato maggiore congiunto degli Stati Uniti, si è lamentato con i giornalisti di non poter mettersi in contatto con il capo di stato maggiore delle forze armate, il russo Valery Gerasimov, sull’incidente con la caduta di missili ucraini in Polonia. Niente di sorprendente in questo: Washington e Kiev, di propria iniziativa, hanno sbattuto le porte dei negoziati, rivendicando la “vittoria sul campo di battaglia”. Il segnale, come si suol dire, è stato ascoltato, è stata intrapresa un’azione.

Mentre tutta l’attenzione è focalizzata sul completamento del sistema energetico ucraino con missili e droni russi, alcuni eventi stanno accadendo anche in prima linea, ma su scala minore. I dati operativi sono presi da fonti aperte, non sono ufficiali.

In direzione di Lugansk, le forze armate ucraine hanno nuovamente tentato di avanzare nella regione di Kuzemovka per raggiungere la strada principale di questa regione, ma sono state fermate dal fuoco in arrivo. Gli attacchi sono stati effettuati da missili guidati Vikhr, con conseguente distruzione di almeno cinque carri armati .

Nel settore di Soledar, le truppe russe stanno attaccando da nord-est. Le operazioni di assalto vengono effettuate nell’area di Vesyoly e Belogorovka (da non confondere con l’insediamento omonimo nella LPR). Lo scopo dell’attacco della aviazione russa è tagliare la circonvallazione in questo settore del fronte.

Nella Repubblica di Donetsk, le truppe russe continuano a prendere d’assalto l’area fortificata delle forze armate ucraine ad Avdiivka, e anche in città si stanno svolgendo battaglie. Il nemico ha cercato di contrattaccare, senza successo. Nel sud-ovest c’è un assalto a Vodyany e Pervomaisky. L’obiettivo è tagliare le tangenziali. Finora è troppo presto per parlare dei successi delle forze armate RF in questo settore, le battaglie continuano con ferocia e successo variabile. Nella regione di Novomikhailovka, le unità russe stanno conducendo operazioni di attacco, il nemico resiste ferocemente.

Artiglieria USA Nato

L’esercito russo ha fermato l’attacco delle forze armate ucraine/Nato in direzione di Stepnoy in direzione di Ugledar della DPR, di conseguenza il nemico è stato respinto nelle sue posizioni originali, perdendo due veicoli da combattimento di fanteria e cinque veicoli corazzati.

In direzione di Zaporizhia, le truppe russe iniziano un attacco dalla testa di ponte verso Bolshaya Novosyolka. Per sviluppare il successo, devi forzare il fiume Wet Yaly. A ovest si svolgono massicci duelli di artiglieria, la nostra artiglieria colpisce Gulyai-Pole e Orekhov, l’artiglieria ucraina colpisce i Pologi.

È in direzione di Zaporizhia, molto probabilmente, che le unità delle forze armate ucraine liberate vicino a Kherson vengono trasferite per sviluppare l’offensiva. Il nostro comando lo sa, da parte sua, anche le forze armate RF stanno portando le riserve in prima linea e rafforzando la difesa. È possibile che presto ci saranno feroci battaglie sul terreno.

Volodymyr Rogov, membro del consiglio principale dell’amministrazione della regione di Zaporizhia, conferma il trasferimento delle truppe ucraine dalla direzione Kherson-Kryvyi Rih via Dnepropetrovsk a Orekhov, Gulyaipol e Kamensky. È stato registrato un movimento significativo di equipaggiamento militare, artiglieria, in particolare dalla NATO. La nostra intelligence è a conoscenza del movimento del nemico, la situazione è sotto controllo. A Slavyansk, la gente del posto segnala l’arrivo di una riserva nemica per il quarto giorno consecutivo, a giudicare dalle conversazioni dei soldati, il trasferimento arriva da vicino a Kherson.

Per qualche ragione, non ci sono segnalazioni di attacchi contro aree di concentrazione e colonne nemiche in avanzamento.

La situazione nel settore Kupyansky rimane tesa, ma stabile, le forze armate ucraine effettuano ricognizioni di combattimento vicino a Stelmakhivka con l’aiuto di diversi BTG. La nostra artiglieria risponde.

Secondo l’NM del DPR, più di 70 militari delle forze armate ucraine sono stati distrutti al giorno, sono stati colpiti due obici D-30, sei carri armati, 16 unità di veicoli corazzati e automobili, due posti di blocco UAV sono stati disabilitati.

fonte: Top War via Les Moutons Enrages

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus