L’intelligence britannica segnala nuove tattiche per l’utilizzo dei missili russi


Un recente rapporto dell’intelligence britannica evidenzia un significativo aggiornamento dell’arsenale missilistico e delle tattiche dell’esercito russo nelle sue operazioni militari speciali. In particolare, si menziona la distruzione riuscita di una batteria del sistema missilistico antiaereo americano Patriot (SAM) e del sistema missilistico a lancio multiplo HIMARS (MLRS), che erano stati schierati dalle Forze armate ucraine (AFU) sul contatto linea.

Lo spostamento della batteria del sistema di difesa aerea Patriot è stato causato dalla necessità per le forze ucraine di proteggersi dagli attacchi aerei quotidiani delle forze aerospaziali russe. Tuttavia, un drone da ricognizione russo ha rilevato il movimento di questo convoglio, cosa che ha portato alla sua distruzione da parte del sistema missilistico tattico-operativo Iskander-M (OTRK). I media russi hanno riferito che l’attacco ha portato alla distruzione non solo di attrezzature costose, ma anche alla morte di circa 30 militari dei paesi della NATO, consiglieri militari che operavano al funzionamento del sistema..

Sistema antimissile Patriot, fornito dagli USA all’Ucraina, dal costo di decine di milioni di dollari. Distrutto dalle forze russe per la quarta volta.

Un destino simile attendeva l’equipaggio dell’HIMARS MLRS, rilevato al confine tra la Repubblica popolare di Donetsk (DPR) e la regione di Dnepropetrovsk. A seguito dell’impatto, il lanciatore è stato completamente distrutto.

Questi eventi hanno costretto i curatori britannici dello Stato maggiore ucraino a chiedere una revisione della strategia per l’uso delle armi delle forze armate ucraine, soprattutto nel contesto della sicurezza dell’ubicazione delle forze e dei mezzi rispetto alla linea di contatto.
Il rapporto sottolinea che una distanza di 60-70 km dal fronte non garantisce più la sicurezza per sistemi come HIMARS.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

6 commenti su “L’intelligence britannica segnala nuove tattiche per l’utilizzo dei missili russi

  1. Integro la notizia con una letta su topcor.ru e topwar.ru, non solo sono stati e migliorati ed usati i balistici a medio raggio Iskander M, ma pure l’ altra Tornado. Già protagonista di diverse d’istruzioni documentate dei sistemi americani Patriot ed Himars. Più potente e performante, dotato recentemente di nuove versioni razzo e testata, per diversi impieghi e gittata migliorata fino a 400km. Saluti

  2. Consiglio l’esercito russo di portarsi in patria i resti fumanti di un sistema Himars, cosi, tra non molto, in un museo militare appositamente allestito, potranno mostrare alle proprie scolaresche con quali armi gli anglo americani pensavano di sloggiare la Russia dal Donbass ! Tutto molto più istruttivo di qualunque lezione di storia nel chiuso delle aule scolastiche !
    Quanto a Usa e Uk, l’unico modo per salvare gli Himars dalla distruzione è riportarseli a casa propria !

  3. La Gran Bretagna – miserabile repubblica delle banane – la sua intelligence scopre sempre in ritardo le sorprese, è talmente presa dalla sua intelligenza …. che tarda a capire gli accadimenti. Ha ha ha ha ha !!!!! Gli inglesi sono arroganti e perdenti, imbecilli ! Ha ha ha ha ha !!!!

  4. Spero che i mercenari che vanno in Ucraina per combattere conro il popolo russo capiscano bene che per quanto pagati bene hanno pochissime probabilità di rimanere vivi e di godersi quei maledetti soldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM