L’inganno antirazzista” con l’autore Stelio Fergola


«Siano benedetti i confini nazionali: perimetrano il territorio, ma garantiscono diritti, spazi giuridici ed economici, tutelando anche coloro che hanno il permesso di entrare, per ragioni turistiche o di affari. I confini sono garanzia di politiche sociali, manifestazioni di uno Stato forte e interventista per le fasce deboli della popolazione». Stelio Fergola

Basterebbe solo questa breve citazione per far capire quanto il libro di Stelio Fergola, “L’inganno antirazzista “(Passaggio al Bosco edizioni, pp. 224, € 15), pubblicato di recente, voglia schiaffeggiare il politicamente corretto e il suo clero intellettuale: professori, giornalisti e politici quotidianamente impegnati a gettare fango sull’Italia e la sua storia, oltre che su qualsiasi forma di orgoglio nazionale, nel nome dell’apertura indiscriminata dei confini. E soprattutto nel segno di un «antirazzismo» di facciata dietro il quale si nasconde un’ideologia spesso violenta e una vasta gamma di interessi finanziari, come testimonia l’appoggio delle fondazioni di Soros a cooperative e partiti impegnati nel «business dell’accoglienza».

Fergola scrive un’opera agile e rigorosa, che diventa un vero e proprio atto di coraggio nell’epoca dell’impossibilità di dichiararsi contrari a questo nuovo verbo «internazionalista, omologante e progressista che sta letteralmente decostruendo le differenze culturali e identitarie dei nostri popoli, innalzando il cittadino apolide a modello antropologico e riferimento polare».

Nota: Dopo l’ennesimo episodio di odiosa censura accaduto a Bologna, dove tra intimidazioni e pretestuosi attacchi giornalistici la presentazione del lbro “L’inganno antirazzista” é stata cancellata ,l’associazione La Terra dei Padri ,come già successe con il reporter Sebastiano Caputo, invita l’autore del libro “censurato” ,chi interverrà potrà farsi la sua opinione sul libro stesso ,senza nessun condizionamento.

La presentazione avrà luogo Giovedi 28 febbraio alle ore 21 , in via Nicolò Biondo, 297, a Modena, introdurrà il prof Eduardo Zarelli ,già titolare di Ariana Editrice.

1 commento

  • Streicher
    25 Febbraio 2019

    Digitate” immigrato alla Germania prendiamo le vostre donne video” roba da disossarlo lui e I sinistroidi come LA Boldrini e Del Rio delinquenti che hanno Fatto piu danni Della peste da esilio iimmediato in Africa tra gli Zulu ,i sinstri verranno ricordati come la piu grossa sciagura capitata sulla testa degli italiani,LA boldrini comincia gia inizia a a far fatica nel prendere aerei viene insultata che e’ una bellezza

Rispondi a Streicher cancella risposta

*

code