L’incendio dall’Ucraina si sta allargando all’Europa ma era tutto previsto

Il capo del servizio del servizio di intelligence dell’Ucraina, Kirill Budanov, ha annunciato nuovi attacchi terroristici  sul territorio russo, il capo del servizio di intelligence ucraino ha avvisato che nel prossimo futuro saranno incrementati gli attacchi terroristici sul territorio russo con obiettivo delle  infrastrutture critiche civili e militari.
Le parole di Budanov rappresentano un segnale allarmante e indicano  la gravità della minaccia che incombe sul territorio russo e le contromisure che la Russia debba prendere per fronteggiare possibili atti di aggressione terroristica come quelli già verificatisi a Belgorod, come a Donetsk e a Lugansk che hanno colpito la popolazione civile.
La lista degli obiettivi include tutte le infrastrutture importanti e centri di comando e di logistica in Russia, nel Donbass e in Crimea.
In precedenza erano circolate notizie circa la morte di Budanov, come risalente ad un attacco russo sulla direzione principale dell’intelligence ucraina. Le notizie sono state poi smentite.

Gli oligarchi ucraini con la complicità occidentale stanno sacrificando tutta una nazione, la loro nazione, mettendo a rischio la loro popolazione per soddisfare le loro ambizioni personali e la sete di potere e le aspirazioni colonialiste.
Tra le altre notizie, un prigioniero di guerra ucraino, Fyodor Dibits,  ha parlato delle grandi perdite subite nelle file delle forze ucraine. Il militare catturato in Russia ha parlato delle grandi perdite subite in un corto periodo di tempo, nelle ultime due settimane, dal suo battaglione, decimato al 70% dei suoi effettivi.
Secondo il militare, il comandante aveva inviato i soldati al fronte  con un minimo di armi e senza mezzi di difesa e di sussistenza, tanto che lo stesso militare ha parlato di militari con arti congelati o lesioni per mine e incapacità di proteggersi dai droni russi e dall’artiglieria. Una situazione disastros
Soltanto in gennaio le forze dell’ Ucraina hanno subito decine di migliaia di perdite oltre, 23.000 persone tra morti e feriti, come confermato da altre fonti.
Inoltre, durante l’interrogatorio, ha parlato di come le persone in Ucraina vengono catturate ed arruolate a forza per inviarle al fronte senza sufficiente addestramento ed equipaggiamento.

Prigionieri ucraini

In Polonia il ministro della difesa polacco, Kosiniak-Kamysz, ha parlato di preparativi per il peggiore scenario possibile e incluso una guerra con la Russia che, secondo lui, si preparerebbe ad attaccare.
Non solo la situazione in Ucraina ma anche quella nel Mar Nero, nel Baltico e in altre aree si riscontra un forte incremento di tensioni.
Il carattere delle sfide militari che si presentano obbliga la Polonia a incrementare le spese militari ed a partecipare alla sicurezza europea con la mobilitazione delle proprie forze armate. Le autorità polacche hanno preavvisato l’aviazione civile di una situazione di emergenza che può verificarsi nel loro spazio aereo nazionale.

Il segretario di stampa del pres. Russo, Dmitri Peskov ha dichiarato che le azioni della Nato, il suo ampliamento e le massicce esercitazioni sotto i confini russi non contribuiscono a rafforzare la sicurezza del continente e  che la Russia potrebbe attaccare una base aerea polacca in relazione all’abbattimento dell’aereo da trasporto  russo sul territorio russo, avvenuto ad opera di un missile statunitense. Si parla di una base polacca da cui vengono trasbordate una buona parte delle armi occidentali trasferite in Ucraina. Un centro di smistamento che funziona a pieno ritmo. Questo sarebbe un obiettivo molto ovvio ma prima la Russia deve avvertire e spiegare tutto in modo molto chiaro all’occidente, ed è questo che stanno facendo.

Soldati polacchi

Un deputato della Duma russa, Kostantin Zatulin, ha già parlato dichiarando che è necessario agire direttamente contro le basi della Nato da cui l’Ucraina riceve armi occidentali. I media polacchi ritengono che i russi stanno entrando in emergenza e preparano contromisure dirette contro la Nato.

Il sub comandante delle forze speciali della Bielorussia ha iniziato il rafforzamento della frontiera con forze speciali e  il comando operativo della Polonia ha emesso un avviso per l’aviazione civile, questo riflette il pericolo di un imminente conflitto.

Nel frattempo gli USA continuano i bombardamenti sullo Yemen con 11 attacchi aerei anglo USA in varie parti della regione. Queste azioni porteranno ad una reazione delle forze yemenite  e gli Houthi dello Yemen hanno annunciato operazioni militari contro Israele.
Questo mette in rilievo le connessioni della guerra di Gaza con gli altri fronti di guerra esistenti in Libano, nello Yemen, in Iraq, in Siria ed anche in Ucraina.
Sembra chiaro che qualcuno sta appiccando gli incendi per mantenere la sua egemonia  (declinante) sul Medio Oriente ed in Europa
.

Fonti Varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

15 commenti su “L’incendio dall’Ucraina si sta allargando all’Europa ma era tutto previsto

  1. i governi USA GB UE sono colpevoli dei genocidi in Ucraina e in Palestina … un nazismo mascherato ha tinto l’ Occidente … e gli imbecilli tra i popoli … addomesticati dal Mainstream pandemico .. continuano a vivere come struzzi … sembra di essere tornati agli anni 1938 1945 … ma il popolo ipnotizzato e rimbecillito non conosce la storia … ed è stato costantemente addestrato all’ Ubbidienza come i cani da lavoro e compagnia … Viva San Zcemo … Viva Zinner … Italo.tedeschi a Montecarlo … La Società del Porno Familiare

    1. La Società del Porno familare…vabbè,tu sei chiaramente un demente ma chi ti pubblica ha una propensione all’autosputtanamento che fa pensare

      1. Mi spiace ma anche il porno è un’altra arma di distrazione di massa, come tante altre che la società liberal democratica ci propina h24, calcio, shopping, social, canne e droghe varie, psico farmaci … e potrei continuare ! Non si può negare che i risultati si vedono tutti !

  2. Stiamo marciando allegri verso la rovina! Qualcuno si e’ approfittato della nostra imbecillita’, mettendoci gli uni contro gli altri. Ad apocalisse finita… Andrebbe denunciato per circonvenzione di incapaci.-

  3. Chi con il terrorismo si fa strapagato strumento del fascismo anglosassone non meriterebbe nessun aiuto, dovrebbe bastare il fascismo.
    Il fascismo è ” un virus mutante” ; il fascismo anglosassone è una mutazione.

  4. Apprezzo molto, in questo probabile “collage” di articoli presentato da Luciano Lago, la connessione operata fra ciò che accade a Gaza e la OMS russa in ukraina, perché non si tratta di conflitti separati, con motivazioni particolari che prevalgono sulle ragioni dello scontro geopolitico in atto, ma sono episodi bellici intimamente connessi a tale scontro, che per volontà dell’impero del male sta (ormai rapidamente) degenerando in una guerra globale, in cui i singoli episodi si salderanno e tutto diventerà tragicamente più chiaro anche per la massa ignava, completamente soggetta alla propaganda menzognera dell’impero (vedi Italia).

    L’impero del male è alle strette e le sue peggiori componenti – ebrei dominanti, statunitoidi, perfida albione – mostrano crescente aggressività, attaccano proditoriamente in vari punti del mondo, secondo convenienza, e fanno carta straccia del diritto internazionale, degli accordi, delle relazioni fra stati, usando dove possono a loro favore le organizzazioni internazionali … Ne consegue che siamo tutti soggetti all’arbitrio dei guerrafondai, che si incaponiscono usando ogni mezzo – i bombardamenti pirateschi, la guerra “per interposta persona” (ukraina) o anche diretta con annesso genocidio (gli ebrei a Gaza), il terrorismo, l’omicidio politico, eccetera eccetera – per cercare di vincere, o almeno di “mettere una pezza” con crescente violenza alla loro perdita di potenza e di prestigio a livello mondiale.

    Come sempre concludo ricordando che “la bestia ferita è la più pericolosa”, senza offesa per le bestie …

    Cari saluti

  5. I vecchi trucchi degli anglosassoni (attentati, guerre, rivoluzioni fasulle, destabilizzazione, ecc.) NON FUNZIONANO PIU’ !!!!!!!!!!!
    I destabilizzati da soli sono i paesi dell’occidente! Con la genìa di idioti al potere! E aldilà di tutto, la Storia distrugge un Sistema quando non è più funzionale, come lo è l’ovest. Inoltre non hanno i numeri …… pochi soldi, pochi soldati, poca voglia di morire dei militari svuotati di valori virili.
    Auguri, IDIOTI !

  6. Un altro problema è che noi paghiamo le tasse e queste vengono impiegate per finanziare il terrorismo. Noi, io, sto dando i soldi allo Stato, che poi li invierà in Europa, che poi li invierà a Budanov per effettuare sempre più atti terroristici.
    È sconcertante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM