L’impero oligarchico sta lavorando di più per bloccare le nostre menti al servizio dei suoi programmi. E QUESTO ci dà speranza…


di Caitlin Johnstone
I propagandisti lavorano così duramente per fabbricare il nostro consenso per lo status quo, anche se sempre più persone, comprese quelle estremamente influenti, iniziano a chiedersi se siamo stati deliberatamente ingannati su tutto.
Silicon Valley sta lavorando di più e più apertamente in collaborazione con il governo degli Stati Uniti, ed i suoi algoritmi di elevare narrazioni dell’impero autorizzato , nascondendo quelli non approvati con l’aumentare della sfacciataggine.

I mass media sono diventati così sfacciatamente propagandistici che gli agenti dell’intelligence statunitense sono ora apertamente impiegati da agenzie di stampa che prima dovevano infiltrarsi di nascosto, negli USA come in Europa.

La NATO e le istituzioni militari stanno studiando e testando nuove forme di manipolazione psicologica su vasta scala per far progredire la scienza della propaganda ancora in via di sviluppo.

Un “informatore” trasparente e falso viene promosso dalla classe politica/mediatica degli Stati Uniti per sostenere una maggiore censura di Internet e sostenere il controllo monopolistico per istituzioni come Facebook che sono disposte a farlo rispettare.

La stessa Wikipedia è un’operazione di controllo narrativo imperiale .

Hanno imprigionato un giornalista per aver denunciato crimini di guerra statunitensi dopo che la CIA aveva complottato per rapirlo e assassinarlo .
I potenti lavorano così duramente in tali sforzi perché capiscono qualcosa che la maggior parte delle persone comuni non comprende: chiunque controlli le narrazioni dominanti sul mondo controlla il mondo stesso.

Il potere è controllare ciò che accade; il potere assoluto è controllare quello che la gente pensa che stia accadendo.

Se puoi controllare il modo in cui le persone pensano quanto stia accadendo nel loro mondo, se puoi controllare le loro storie condivise su ciò che sta accadendo e ciò che è vero, allora puoi portare avanti qualsiasi programma tu voglia. Sarai in grado di impedire loro di sollevarsi contro di te mentre rubi le loro ricchezze, sfrutti il ​​loro lavoro, sopprimi i loro diritti, distruggi il loro ecosistema e mandi i loro figli in guerra.
Puoi farli votare per le istituzioni politiche che possiedi e controlli. Puoi impedire loro di interferire nella tua capacità di condurre guerre in tutto il mondo e condannare intere popolazioni alla fame per far avanzare i tuoi obiettivi geostrategici.

Questo status quo di sfruttamento, ecocidio, oppressione e guerra avvantaggia immensamente i nostri governanti, portando loro più ricchezza e potere di quanto i re del passato potessero mai sognare. E come i re del passato, non abbandoneranno il potere di propria iniziativa, il che significa che l’unica cosa che porrà fine a questo status quo che distrugge il mondo è che le persone si ribelleranno e useranno il potere del loro numero per porre fine al dominio di una oligarchia globalista.

Eppure i popoli non si sollevano. Non lo fanno perché sono stati propagandati con successo nell’accettare passivamente questo status quo, o almeno nel credere che sia l’unico modo in cui le cose possono essere mantenute in questo momento. Il controllo narrativo imperiale è quindi la fonte di tutti i nostri maggiori problemi.

E stanno diventando sempre più aggressivi al riguardo. Sempre più energici, sempre meno furbi e subdoli nella loro campagna per controllare i pensieri che sono nelle nostre teste.

Molti di coloro che hanno questa cognizione la vedono come motivo di disperazione. Personalmente lo vedo come motivo di speranza.

Lavorano così duramente per fabbricare il nostro consenso per lo status quo perché richiedono assolutamente quel consenso; la storia ci mostra che i governanti non se la passano bene dopo che una massa critica della popolazione si è rivoltata contro di loro. E stanno lavorando sempre più duramente per produrre quel consenso, anche se persone estremamente influenti iniziano a chiedersi se siamo stati deliberatamente ingannati su tutto.

Mnipolazione meditiatica del paensiero unico

L’appello dell’ex capo della CIA a perseguire le fonti che hanno rivelato il presunto complotto di Assange per colpire la storia narrativa, “CONFERMA” , afferma il caporedattore di WikiLeaks
Sembravano qualcuno che usa un secchio per tirare fuori l’acqua da una barca che perde. Ora sembrano qualcuno che cammina nell’acqua, riuscendo a malapena ad alzare la bocca e il naso abbastanza da respirare a pieni polmoni.

Stanno lavorando sempre di più affannosamente perché ne hanno bisogno.

Il fatto che i propagandisti debbano lavorare così duramente per mantenere la nostra società così folle significa che la naturale attrazione gravitazionale è verso la sanità mentale. Devono educarci a modi di pensare sempre più folli dal momento in cui andiamo a scuola fino alla morte, perché altrimenti ci risveglieremo collettivamente e ci libereremo dalle loro catene.
Ci vuole un sacco di educazione psicologica per mantenerci così stupidi.

Pensi di essere in difficoltà? Dovresti vedere le persone che cercano di fabbricare il consenso per uno status quo che è sia chiaramente folle che evidentemente insostenibile. Sono loro a fare tutto il lavoro pesante in questa lotta. Sono quelli che combattono la forza di gravità.

La speranza non è una posizione popolare da assumere in un mondo che viene abusato, sfruttato e reso pazzo da sociopatici manipolatori. Il che è comprensibile.

Ma non posso farne a meno. Guardo come stanno lottando duramente per impedire alla luce di irrompere e scacciare l’oscurità, e non posso fare a meno di pensare: “ Quei poveri bastardi non possono resistere ancora per molto. “

Trduzione: Luciaano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM