L’Impero bombarda lo Yemen per proteggere il genocidio di Israele

di Caitlin Johnston
Dopo aver sostenuto per anni le atrocità dell’Arabia Saudita nello Yemen, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno bombardato il paese più povero del Medio Oriente per aver tentato di fermare un genocidio. Questo è l’impero americano. (Nella foto: Blinken al suo arrivo in Medio Oriente).
Secondo quanto riferito , gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno colpito oltre una dozzina di siti nello Yemen utilizzando missili Tomahawk e aerei da combattimento, sostenuti dal supporto logistico di Australia, Canada, Bahrein e Paesi Bassi.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, in una dichiarazione , afferma che gli attacchi contro “obiettivi nello Yemen utilizzati dai ribelli Houthi” sono una “risposta diretta agli attacchi Houthi senza precedenti contro navi marittime internazionali nel Mar Rosso”.

Ciò che Biden non menziona nella sua dichiarazione sulla “risposta” della sua amministrazione agli attacchi Houthi contro le navi nel Mar Rosso è che quegli attacchi nel Mar Rosso sono essi stessi una risposta ai crimini israeliani contro l’umanità a Gaza .
Non viene nemmeno menzionato il fatto che gli attacchi hanno avuto luogo dopo il primo giorno di procedimenti presso la Corte internazionale di giustizia in cui Israele è accusato dal Sudafrica di aver commesso un genocidio a Gaza.

Quindi gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno appena bombardato il paese più povero del Medio Oriente per aver tentato di fermare un genocidio. Non solo, hanno bombardato lo stesso paese in cui hanno appena trascorso anni sostenendo le atrocità genocide dell’Arabia Saudita che hanno ucciso centinaia di migliaia di persone tra il 2015 e il 2022 nel tentativo fallito di impedire agli Houthi di prendere il potere.

Gli Houthi, formalmente conosciuti come Ansarallah, hanno minacciato prima dell’attacco di reagire ferocemente contro qualsiasi attacco degli Stati Uniti e dei loro alleati. Abdulmalik al-Houthi, che guida il movimento Houthi, ha affermato che la risposta a qualsiasi attacco americano “sarà maggiore di” una recente offensiva Houthi che ha utilizzato dozzine di droni e diversi missili.

“Noi, il popolo yemenita, non siamo tra coloro che hanno paura dell’America”, ha detto al-Houthi in un discorso televisivo. “Siamo a nostro agio con uno scontro diretto con gli americani”.

Un anonimo funzionario statunitense che ha informato Akbar Shahid Ahmed dell’Huffington Post degli imminenti attacchi sullo Yemen poco prima che avvenissero, si è lamentato del fatto che gli attacchi aerei “non risolveranno il problema” e che l’approccio “non si inserisce in una strategia coesa”.

Ahmed ha precedentemente riferito che dietro le quinte, i funzionari di questa amministrazione sono diventati sempre più nervosi per il rischio che Biden scateni una guerra più ampia in Medio Oriente . Quest’ultima escalation, insieme alla promessa di ritorsioni degli Houthi, aggiunge molto peso a questa preoccupazione. [Alcuni legislatori e gruppi per i diritti umani statunitensi hanno condannato gli attacchi come incostituzionali.]

E tutto per cosa? Per proteggere la capacità di Israele di condurre un massacro di palestinesi a Gaza durato mesi.

Questo è ciò che è l’impero americano. Questo è ciò che è sempre stato.
Queste persone ci stanno mostrando esattamente chi sono.
Probabilmente dovremmo credergli.

Fonte: Consortium News

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “L’Impero bombarda lo Yemen per proteggere il genocidio di Israele

  1. Gli usa , inglesi e israeliani hanno perso medioriente e Africa e gli usa devono occuparsi del popolo americano e saranno un popolo felice e ben organizzato,adesso credono di difendere i loro interessi in realtà sono usati come marionette da altri, god save America.

  2. USA e UK hanno fatto combattere i sauditi al loro posto per anni, per piegare lo Yemen e riportare al potere a Sanà la loro marionetta cacciata a furor di popolo dai combattenti Houti, pensavano ad una facile vittoria, ma hanno fallito miseramente ! Per cui ora devono sporcarsi le mani direttamente, ma vista la determinazione yemenita sono destinati a beccarsi un’altra legnata. Le navi dirette all’entità sionista possono scordarsi di passare per il canale di Suez ! E potrebbe essere bloccato il transito anche a tutte le navi appartenenti ai paesi che hanno aderito alla crociata Usa per la “libertà di navigazione”, che significherebbe un’altra mazzata per le declinanti economie europee. Senza contare che anche l’IRAN potrebbe fare altrettanto bloccando l’accesso al golfo persico !
    Campane a morto per USA-UK-UE-SIONISTI !

  3. ” mettete i scarponi sul terreno…………….. qui non si farà come i francesi nella seconda guerra mondiale che metà scapparono e metà si allinearono con l’invasore, qui si combatterà casa per casa, valle per valle, fino alla sconfitta di satana ………………………” come in Afghanistan, come in Siria, come in Palestina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM