Liberi di difendere il nostro territorio, che include la Crimea: la Russia critica la risoluzione delle Nazioni Unite guidata dall’Ucraina

Lunedì l’Assemblea generale dell’Onu ha approvato una risoluzione sul “problema della militarizzazione” della Crimea, così come di parti del Mar Nero e del Mar d’Azov, presentata dall’Ucraina.
La Crimea è il territorio sovrano della Russia e il paese ha il diritto di fare tutto ciò che è necessario per garantire la sua sicurezza in conformità con le norme stabilite dal diritto internazionale, ha detto mercoledì ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando sulla risoluzione avviata dall’Ucraina sulla “militarizzazione” della Crimea approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

“In questo caso, la questione in esame è il territorio sovrano della Federazione Russa, dove la Federazione Russa è libera di fare tutto ciò che è necessario per garantire la propria sicurezza ai sensi del diritto internazionale e nel quadro di i suoi obblighi internazionali, «Specificato Peskov.

Lunedì l’Assemblea generale dell’Onu ha approvato una risoluzione sul “problema della militarizzazione” della Crimea, così come di parti del Mar Nero e del Mar d’Azov, presentata dall’Ucraina. Sessantatré paesi hanno votato a favore della mozione, 17 stati hanno votato contro e altri 62 si sono astenuti. Un numero abbastanza elevato di paesi, tra cui Azerbaigian, Libano, Emirati Arabi Uniti e Uzbekistan, non ha affatto espresso la propria posizione. Oltre alla Russia, i paesi che si sono opposti alla risoluzione includevano Bielorussia, Armenia, Cina, Serbia, Kirghizistan, Iran, Corea del Nord e Venezuela.

La risoluzione esorta la Federazione Russa, “in quanto potenza occupante”, a ritirare le sue forze militari dalla Crimea. Chiede inoltre alla Russia di interrompere il trasferimento di sistemi d’arma avanzati, inclusi aerei e missili in grado di trasportare armi nucleari, munizioni e personale militare “nel territorio dell’Ucraina”.

Truppe russe in Crimea

Da parte sua, il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, ha sottolineato nella sessione che le iniziative dell’Ucraina sulla questione erano inutili.
Nota: La Crimea è un territorio tradizionalmente russo (nella storia degli ultimi secoli) abitato in grande prevalenza da popolazione russa che ha espresso in un libero referendum celebratosi nel 2014 la sua volontà di essere reintegrato nella madre Patria Russa.
Questa si chiama autodeterminazione di un popolo, previsto dalla carta dell’ONU e come tale è stato riportato nei territori della Federazione Russa.
La Russia difenderà e garantirà la integrità dei suoi territori, inclusa la Crimea, contro chiunque possa metter in questione tali territori e metterà in pratica tutte le difese di cui dispone per garantire questo principio per la Crimea e ogni lembo di territorio russo.

Fonte: Tass.com

Traduzione e nota: Luciano Lago

fonte

Consiglio delle Nazioni Unite

13 Commenti
  • Alex
    Inserito alle 15:47h, 09 Dicembre Rispondi

    tiè, ciapa e porta a cà!

  • Teoclimeno
    Inserito alle 16:23h, 09 Dicembre Rispondi

    L’ONU è notoriamente un circolo mondialista. Gli ebreo-anglo-sionisti-ameri-cani stanno infestando il Mondo con le loro basi e le loro armi, ma la Santa Madre Russia non ha il diritto di difendere il suo territorio.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 17:46h, 09 Dicembre Rispondi

      le faccio notare che Russia, e Cina purtroppo, hanno un seggio permanente, e diritto di veto.
      quindi l’articolo fa il tempo che trova, come può essere stato approvata una risoluzione contro la Russia quando essa fa parte di chi approva ? i membri russi stavano tutti in bagno o a prendere un caffè in quel momento ?
      bah

      • Teoclimeno
        Inserito alle 20:12h, 09 Dicembre Rispondi

        Egregio Signor ARDITI, avevo letto: “Oltre alla Russia, i paesi che si sono opposti alla risoluzione includevano Bielorussia, Armenia, Cina, Serbia, Kirghizistan, Iran, Corea del Nord e Venezuela”. Davo quindi per scontato che la Russia non l’avesse approvata, ma forse ho capito male. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 01:14h, 10 Dicembre Rispondi

          non accusavo lei, ma anzi come lei aggiunge, non mi spiego come una risoluzione possa passare se ad opporsi sono non uno, bensì due membri permanenti del consiglio di sicurezza
          per cui mi viene il dubbio che l’articolo sia fuorviante e creato soltanto per far passare i russi come dei calimeri, ce l’hanno tutti con me perchè sono piccolo e nero

        • Emil
          Inserito alle 01:18h, 10 Dicembre Rispondi

          Semplice. Non è il consiglio di sicurezza che si espresso, di cui la Russia è membro permanente e con diritto di veto.

  • giulio
    Inserito alle 16:30h, 09 Dicembre Rispondi

    i nazisti ucraini (totalmente venduti alla Nato e agli americani) presentano una risoluzione in cui descrivono la russia come “occupante” della Crimea e i russi la fanno passare? Ma la russia non ha diritto di veto all’Onu? c’è qualcosa che mi sfugge!

  • IVANDRAGO
    Inserito alle 18:34h, 09 Dicembre Rispondi

    La risoluzione votata NON ha carattere vincolante, e non è stata votata dal consiglio di sicurezza
    ( cioè i 5 membri permanenti ) ma dall’intera assemblea generale.

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 18:41h, 09 Dicembre Rispondi

    il diritto di veto riguarda il consiglio di sicurezza e non l’assemblea generale.

  • eusebio
    Inserito alle 19:40h, 09 Dicembre Rispondi

    Questo voto delle Nazioni Unite potrebbe anche fornire copertura ad operazioni militari internazionali contro la Crimea, la Russia si deve preparare ad aggressioni militari della NATO, forse la Cina dovrebbe cooperare militarmente con la Russia, altrimenti tra poco potrebbe esserci un voto contro l’occupazione militare di Hong Kong o del Tibet.

    • atlas
      Inserito alle 04:00h, 10 Dicembre Rispondi

      e le ‘risoluzioni’ “contro” la Palestina ?

      So io le risoluzioni da prendere

    • MADRE NATURA
      Inserito alle 07:46h, 10 Dicembre Rispondi

      Scordatelo FRATELLO …… la CINA non muoverà un dito per MADRE RUSSIA se non attaccate israhelll. Prima il dovere e poi il piacere ….. dice un vecchio proverbio….. finchè difenderete israhelll e l’India la CINA sarà totalmente CONTRO di voi … ricordati di queste mie SANTE PAROLE.

    • Hannibal7
      Inserito alle 13:20h, 10 Dicembre Rispondi

      Sono d’accordo con lei sig Eusebio
      Più che una risoluzione a me suona come una dichiarazione di guerra
      Mi chiedo…ma quanta pazienza ha e avrà ancora Putin???
      Io a questo punto,se fossi in lui,armerei la Crimea subito in modo adeguato….bombardieri e missili nucleari…sempre che non ce ne siano già…

Inserisci un Commento