Libano: Lancio di missili della Resistenza contro “Kiryat Shmona” in risposta al bersaglio di un’autovettura civile

In risposta all’attentato contro un’auto civile nella città di Ainata, nel sud del Libano, e al martirio di 4 civili, la Resistenza del movimento Hezbollah ha bombardato l’insediamento “Kiryat Shmona” con una serie di missili Grad.
La Resistenza di Hezbollah in Libano ha annunciato, domenica sera, che i suoi combattenti hanno bombardato la colonia “Kiryat Shmona” con alcuni razzi Grad (Katyusha).

La resistenza ha dichiarato che il suo bombardamento è avvenuto in risposta al crimine atroce e brutale commesso dal nemico sionista questo pomeriggio, in cui ha preso di mira un’auto civile, sulla strada Al-Muaisara tra le città di Ainata e Aitaroun, e ha provocato la morte. di una donna e tre dei suoi nipoti e il ferimento della loro madre.

La Resistenza Islamica ha inoltre affermato che “non tollererà mai danni e aggressioni contro i civili, e la sua risposta sarà ferma e forte”.

I media israeliani hanno pubblicato scene che mostrano razzi che cadono in diverse aree di Kiryat Shmona.

Lancio di Missili di Hezbollah


In seguito al crimine, il rappresentante di Hezbollah al parlamento libanese, Hassan Fadlallah, ha confermato che “siamo di fronte a un grave crimine contro i civili” e che “l’occupazione non può giustificare questo crimine”, sottolineando che la resistenza “ha equazioni chiare nei confronti dell’occupazione, ” e “il nemico”. Pagherà lui per i suoi crimini.”

La città di Ainata si trova adiacente alla città di Bint Jbeil, ed è separata da diversi chilometri dal confine, così come le città di Aitaroun e Blida. I villaggi meridionali del Libano sono ancora testimoni di un movimento di civili in gran parte normale, nonostante la Escalation israeliana al confine.

L’obiettivo dell’auto arriva dopo che il corrispondente di Al-Mayadeen ha riferito oggi che 4 paramedici dell’Associazione “Islamic Message Scouts” sono rimasti leggermente feriti a seguito del bombardamento da parte dell’occupazione di due ambulanze, nella città meridionale di Tair Harfa.

Il segretario generale di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, aveva minacciato, in un discorso di due giorni fa, “il nemico sulla possibilità che il fronte settentrionale subisca un’ulteriore escalation, o che questo fronte sfoci in una guerra su vasta scala, il che è una possibilità realistica e potrebbe accadere, e quindi il nemico deve tenerla in conto.”

Sayyed Nasrallah ha messo in guardia l’occupazione israeliana contro “la persistenza che ha colpito alcuni civili in Libano”, sottolineando che questo “ci riporterà alla divisione tra civili e civili” e che “tutte le possibilità sul fronte libanese sono aperte e tutte le opzioni sono sul tavolo”, e queste possoni essere perseguite in qualsiasi momento.” Dobbiamo essere tutti preparati a tutte le ipotesi future.

Fonte: AL Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

3 commenti su “Libano: Lancio di missili della Resistenza contro “Kiryat Shmona” in risposta al bersaglio di un’autovettura civile

  1. Probabilmente è ciò che vogliono gli US e Israele. Bisogna solo capire se gli è chiaro o meno che potrebbero ripetere gli errori fatti in Ucraina.

  2. Fanno i bulli, vogliono intimidire l’asse della resistenza (Hezbollah, Siria, Iraq, Iran, ma anche Russia e Cina), sono disposti ad arrivare ad una escalation che coinvolga tutti. Gli USA sono certi di emergere da oltre oceano come unici vincitori combattendo lontano dal proprio territorio e senza distruzioni in casa propria ! Ma è un calcolo totalmente sbagliato ! Intanto in caso di allargamento, lanciare atomiche su Gaza, Teheran e Damasco, non salverà l’entità sionista dal diventare un enorme cimitero mentre USA e UK faranno finalmente i conti con distruzioni apocalittiche !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM