Libano: Hezbollah entra in campo e colpisce un reparto di fanteria israeliana a Tarbikha, distruggendo due carri armati Merkava a Metulla

La Resistenza di Hezbollah in Libano prende di mira una forza di fanteria israeliana nella Tarbikha libanese occupata e si scontra direttamente con le forze di occupazione nel sito israeliano “Miskav Am”, e prende di mira diversi altri siti e vi provoca vittime dirette.
Oggi giovedì, la Resistenza Islamica in Libano ha annunciato di aver preso di mira una forza di fanteria israeliana nella Tarbikha libanese occupata, “a sostegno del nostro popolo palestinese e a sostegno della sua resistenza”.
Ha aggiunto: “I nostri mujaheddin hanno preso di mira la forza di fanteria israeliana con armi missilistiche e hanno causato colpi diretti.

Hezbollah gruppo combattenti

Allo stesso tempo, Hezbollah ha confermato che due carri armati Merkava sono stati colpiti e che i loro equipaggi sono rimasti uccisi o feriti nell’attacco missilistico sul sito di Metulla.
La resistenza ha preso di mira il sito militare israeliano di Metulla con missili guidati e ha ottenuto colpi diretti, provocando l’incendio del sito. Ha preso di mira anche il sito militare israeliano Shtula con il fuoco diretto.
I media israeliani hanno riferito che le sirene hanno suonato negli insediamenti di Shtula ed Evan Menachem, vicino al confine con il Libano.

Gli stessi media hanno indicato che “ciò che distingue gli attacchi di Hezbollah oggi da quelli dei giorni precedenti è l’intensità rispetto ad altri giorni”.

Il corrispondente di Al-Mayadeen ha riferito che l’occupazione israeliana ha effettuato un raid alla periferia della città di Al-Habbariyah nel settore orientale, sottolineando che i bombardamenti israeliani sono ripresi alla periferia delle città di Ramiya e Beit Lev nel settore occidentale .

Fronte del Libano

Oggi, il nostro corrispondente ha riferito che l’occupazione ha bombardato aree nel sud del Libano con l’artiglieria, e che i bombardamenti dell’artiglieria israeliana hanno preso di mira la periferia della città di Al-Qawzah. Una bomba israeliana è caduta anche alla periferia della città di Al-Adissa.

Sempre oggi, i media israeliani hanno riferito di uno stato di paura e panico prevalente negli insediamenti settentrionali , vicino al confine libanese, tale che l’area è diventata priva di coloni e assomiglia ad una “zona fantasma”, alla luce del ritmo crescente dello scontro. con la Resistenza Islamica – Hezbollah.

Il corrispondente del canale israeliano 13 nel nord ha dichiarato: “Tutta l’Alta Galilea è diventata vuota, mentre Hezbollah presenta questo come un risultato”, sottolineando che “la regione è vuota, come una zona fantasma”.

Ieri, mercoledì, l’ex primo ministro del governo occupante e capo dell’opposizione, Yair Lapid, ha detto in un’intervista al canale israeliano “Channel 12” che “se non possiamo dire ai coloni di Beeri (l’involucro di Gaza) e ai coloni di Kiryat Shmona (nel nord) che possano tornare alle loro case, allora questo è considerato un crollo del sionismo ”.

I media israeliani hanno riconosciuto che Hezbollah “ha l’iniziativa nel nord ”, mentre “l’esercito” israeliano è “frustrato e nella posizione di rispondere in ogni momento”, sottolineando che Hezbollah “ha la capacità di arrivare molto lontano in Israele, se lo vuole.”

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

3 commenti su “Libano: Hezbollah entra in campo e colpisce un reparto di fanteria israeliana a Tarbikha, distruggendo due carri armati Merkava a Metulla

  1. Hezbollah e i palestinesi sanno combattere hanno il fattore X cioè combattere per I loro figli e la propria terra il soldato ebreo non sa per cosa combattere e la sua tragedia è che lo fanno diventare criminale, però l’esercito israeliano può ribellarsi ai suoi politici i prossimi anni ricorderemo i 4000 bambini uccisi e i criminali sono gli ebrei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2023 · controinformazione.info · site by madidus