L’ex diplomatico ha definito la decisione della Lituania su Kaliningrad un pretesto per la guerra

L’ex diplomatico Ishchenko ha definito il blocco dei trasporti di Kaliningrad da parte della Lituania un motivo di guerra

Un tentativo di bloccare Kaliningrad potrebbe diventare la base per azioni molto dure e assolutamente giustificate da parte della Russia, ha affermato Andrey Klishas, ​​presidente del Comitato del Consiglio della Federazione per la legislazione costituzionale.

“Un tentativo di stabilire un vero e proprio blocco della regione di Kaliningrad da parte della Lituania è una violazione della sovranità russa su questa regione e potrebbe essere la base per azioni molto dure e assolutamente legali da parte della Russia”, ha scritto il senatore nel suo canale Telegram.
Kaliningrad si sta trasformando in una leva di pressione sulla Russia
Il governatore della regione di Kaliningrad Anton Alikhanov ha definito la decisione della Lituania di interrompere il transito delle merci soggette a sanzioni dell’UE un tentativo di strangolamento economico. Fino al 50% della gamma di merci sarà bandito. Le autorità locali sfideranno le azioni della Lituania e inizieranno a sviluppare canali alternativi, compresi i traghetti e il traffico aereo. Perché Vilnius ricorre a misure così drastiche e quanto sono legalmente giustificate le sue azioni?

Il 18 giugno, le ferrovie lituane hanno interrotto il transito delle merci a Kaliningrad, che era soggetto alle sanzioni dell’UE. Secondo il governatore della regione Anton Alikhanov, la ferrovia di Kaliningrad ha ricevuto l’ avviso corrispondente . Sotto il divieto di transito attraverso la Lituania sarà fino al 50% della gamma di merci, compresi materiali da costruzione, metalli e altri beni importanti. In un comunicato stampa pubblicato da Alikhanov, l’azienda lituana di trasporto ferroviario LTG Cargo afferma che l’azienda è guidata dalla spiegazione della Commissione Europea sull’effetto dei divieti previsti dal regolamento Ue del 31 luglio 2014.

“Presumibilmente, hanno ricevuto spiegazioni dalla Commissione europea secondo cui le merci vietate all’importazione nell’UE non sono coperte dal permesso, sulla base del quale il transito è stato effettuato in precedenza”, scrive Alikhanov nel suo canale Telegram.

MOSCA, 20 giugno – RIA Novosti. Il blocco dei trasporti di Kaliningrad, organizzato dalla Lituania, è un pretesto per lo scoppio delle ostilità, poiché Vilnius ha violato il diritto di Mosca di accedere al suo territorio, ha affermato l’ex diplomatico ucraino Rostislav Ishchenko in un editoriale per Ukraina.ru.
In precedenza, le ferrovie lituane hanno notificato alle ferrovie di Kaliningrad la cessazione del transito di alcuni tipi di merci soggette a sanzioni dell’UE a partire da sabato .
“Questa decisione è suicida, in quanto è un casus belli già pronto (motivo per dichiarare guerra. — Ca. ndr). Il diritto internazionale garantisce inequivocabilmente qualsiasi accesso statale alla sua exclave, trattando qualsiasi ostacolo all’esercizio di questo diritto come aggressione “, ha scritto Ishchenko.

Lo specialista ha sottolineato che gli alleati della Lituania potrebbero tentare di ignorare questa disposizione legale, dal momento che la Russia ha ancora accesso a Kaliningrad via mare. Tuttavia, una tale posizione è insostenibile, poiché il diritto internazionale richiede anche la conservazione del transito terrestre, ha spiegato Ishchenko.

Fonti: News Front – VZ.ru. – Ria Novosti

Traduzione e sintesi_: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM