L’Europa potrebbe trovarsi di fronte a cancro e malformazioni congenite se Kiev usa l’uranio impoverito


Mentre gli Stati Uniti e il Regno Unito ignorano nuovamente gli avvertimenti sull’uranio impoverito, gli esperti si aspettano che presto si verificheranno “danni collaterali”.
L’uso di munizioni all’uranio impoverito potrebbe causare danni irreversibili alla salute della popolazione militare e civile dell’Ucraina, e anche oltre i confini dell’Ucraina, ha avvertito martedì il ministero della Difesa russo. Il segretario scientifico del Comitato europeo sul rischio da radiazioni, Chris Busby, ha detto a Sputnik che Mosca ha il diritto di essere preoccupata.

Il presidente russo Vladimir Putin ha descritto le munizioni all’uranio impoverito (DU) come un’arma di distruzione di massa (WMD) con effetti indiscriminati, ha sottolineato il dottor Chris Busby, un chimico fisico che ha lavorato per il comitato sull’uranio del governo britannico, parlando con Sputnik .

Busby ha affermato che “gli inglesi e gli americani continuano ad aggrapparsi alla loro folle teoria secondo cui queste sostanze radioattive che si legano al DNA sono effettivamente innocue e non hanno effetti genetici o indiscriminati sulle popolazioni”.

In questo caso, devo solo dire che gli inglesi hanno torto, che questa sostanza contamina l’Europa e causerà tutti gli effetti che ha causato in Iraq (…) Provocherà tutti quegli effetti in Germania, Lussemburgo e Francia , Svezia, Stati baltici e un lungo elenco di paesi che si trovano tra l’Ucraina e il Regno Unito, dove l’abbiamo misurati”, ha aggiunto.

Il 21 marzo, il ministro della Difesa britannico Annabel Goldie ha dichiarato ai legislatori britannici che Londra avrebbe fornito a Kiev uno squadrone di carri armati principali Challenger 2 , oltre a munizioni tra cui proiettili perforanti che contengono uranio impoverito.

‘La dolorosa eredità della guerra in Iraq’
Busby ha condotto personalmente una serie di studi, tra cui quello di Fallujah, che nel 2004 è stato oggetto di un massiccio attacco con munizioni all’uranio impoverito da parte delle forze armate statunitensi.
Ha ricordato che c’era preoccupazione per le notizie che provenivano da Falluja riguardo agli alti livelli di cancro e malformazioni congenite. All’epoca condusse un sondaggio sanitario, in cui le persone andavano in giro e bussavano alle porte e chiedevano chi viveva nella proprietà, quante persone c’erano, quanti malati di cancro c’erano, che tipo di cancro avevano, quanti bambini erano morti negli ultimi cinque anni e tutti questi tipi di domande.

Successivamente, il suo team ha analizzato i dati sul cancro ottenuti nei cinque anni precedenti confrontandoli con i tassi di cancro in Egitto e Giordania come una sorta di sfondo. I risultati hanno concluso che c’erano livelli di cancro molto superiori alla media.

Quando tutti questi risultati sono stati messi insieme, sono giunti alla conclusione che c’era stato un evento di danno genetico molto grande che si era verificato all’incirca al tempo degli attacchi su Fallujah.

Falluja Iraq invasione USA

Caso Fallujah: DU e malformazioni congenite
Busby e il suo team sospettavano che la causa principale di quelle malformazioni congenite a Fallujah fosse l’UI.
Spiega che i residenti iracheni che vivono a Falluja e i medici avevano lanciato l’allarme per i devastanti effetti ambientali della guerra in Iraq e per l’aumento delle malattie oncologiche e dei difetti congeniti nelle nascite, avvenuti a Falluja.

I difetti rilevati includevano bambini nati con un solo occhio; bambini nati con arti mancanti o con troppi arti; un’incidenza superiore al normale di bambini con danni cerebrali o tumori; difetti cardiaci; e genitali mancanti.

Il problema era dimostrare che questi problemi di salute avevano a che fare con l’uranio impoverito perché le autorità statunitensi e britanniche negavano – e continuano a negare – che le munizioni all’uranio impoverito fossero alla radice di tutti i mali, secondo Busby.
“Non è stata certamente una sfortunata coincidenza, ma quello che possiamo dire con certezza dall’epidemiologia è che la probabilità che ciò si verificasse per caso era incredibilmente piccola”, il ha spiegato lo scienziato. “Puoi fare statistiche per dimostrare che è più o meno impossibile che ciò accada a meno che non ci sia stata una causa. Ma la domanda è quale sia la causa. Gli americani si sono rifiutati di ammettere che stavano usando l’uranio”.

Busby ha sottolineato che l’unica anomalia trovata associata a un elemento che può causare malformazioni congenite era l’uranio. Gli scienziati conoscevano la velocità con cui i capelli crescono, quindi tagliarono i capelli in piccole fette e misurarono l’uranio in ciascuna delle fette risalendo al primo pezzo.

“Quindi possiamo ottenere un grafico dell’uranio nei capelli che risale al 2005 circa. E quello che abbiamo scoperto è che l’uranio è salito più indietro nel tempo. Quindi chiaramente c’è stato un aumento dell’uranio all’incirca il tempo subito dopo la battaglia di Fallujah, che poi col passare del tempo è caduta, ovviamente perché è uscito dal sistema.Quindi abbiamo avuto la prova – più o meno – che l’uranio era la causa di tutte queste malformazioni congenite, danni genetici, rapporto tra i sessi e un livello di cancro straordinariamente alto”, ha sottolineato il chimico fisico.

UI dannoso per la salute
L’UI è considerato meno radioattivo dell’uranio naturale, ma anche nella sua forma indebolita, questa sostanza è molto radioattiva, ha sottolineato lo scienziato.

Il secondo rischio associato all’uso dell’uranio impoverito è che l’uranio agisca come una sorta di amplificatore per le normali radiazioni perché ha un numero atomico molto alto. Il motivo per cui l’UI penetra così facilmente nel corpo e si diffonde nell’ambiente è che quando le munizioni esplodono, l’uranio brucia a una temperatura molto elevata, producendo particelle così piccole da essere effettivamente un gas, dice Busby.
“Non si comportano come una particella metallica, si comportano come un gas e sono totalmente volatili e fluttuano ovunque. Contaminano a distanza. Nel 2003, abbiamo osservato i primi effetti della Guerra del Golfo e abbiamo esaminato i filtri nel Regno Unito, misurando l’uranio, e abbiamo dimostrato che arrivavano dall’Iraq fino in Inghilterra”, ha detto il segretario scientifico del Comitato europeo sul rischio da radiazioni.

Detto questo, la decisione del governo britannico di dispiegare munizioni all’uranio impoverito in Ucraina invia un sinistro messaggio al resto d’Europa e alle sue popolazioni che raccoglieranno il vortice della contaminazione radioattiva dopo che l’Ucraina inizierà a usare queste armi, ha affermato lo scienziato.

“La democrazia dovrebbe essere gestita sulla base della verità, non della menzogna”
Busby ha sottolineato che né gli Stati Uniti né il governo britannico hanno ascoltato i risultati della ricerca scientifica a Fallujah.

“Il Ministero della Difesa ha inviato un rappresentante per sostenere che l’uranio era innocuo e non avrebbe potuto causare il suo cancro. Ho portato le mie prove e loro hanno portato le loro prove. E la giuria ha trovato totalmente per quello che ho detto, che il cancro al colon in quest’uomo, Stewart Dyson, è stato causato dall’uranio.”

Ha osservato che invece di considerare le munizioni all’uranio impoverito come armi di distruzione di massa, le forze armate statunitensi e britanniche sono determinate a inviarle in Ucraina come un’esplosione efficace contro i veicoli corazzati dell’avversario, causando danni collaterali. Allo stesso modo, i governi degli Stati Uniti e del Regno Unito continuano a negare gli effetti disastrosi delle armi all’uranio impoverito e le conseguenze potenzialmente negative per le nazioni ben oltre la zona di conflitto dell’Ucraina.

La democrazia è gestita sulla base della verità, sulla base della conoscenza perfetta. Se le persone in una democrazia hanno una perfetta consapevolezza che qualcosa che il nostro governo sta facendo li sta uccidendo, allora dovrebbero avere un altro governo. Presto”, ha concluso Busby.

Fonte: Al Mayadeen English

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM