L’Europa ammette gli errori alla Russia e le sue vuote promesse all’Ucraina

L’Unione europea riconosce che l’Occidente ha commesso una serie di errori nelle relazioni con la Russia e che non avrebbe dovuto promettere all’Ucraina l’ingresso nella NATO.

Durante un’intervista al canale francese TF1 , l’alto rappresentante dell’Unione Europea (Ue) per gli Affari Esteri, Josep Borrell, ha ammesso questo venerdì che con gli errori commessi dall’Occidente questo ha perso l’occasione di avvicinarsi a Mosca.

In effetti, ha riconosciuto che l’UE “ha commesso alcuni errori e ha perso opportunità per la Russia di avvicinarsi all’Occidente”.

Allo stesso modo, ha ammesso che è stato un errore aver promesso di facilitare l’adesione dell’Ucraina all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

“Ci sono stati momenti in cui forse abbiamo proposto cose che non potevamo mettere in pratica, come la promessa che l’Ucraina e la Georgia avrebbero aderito alla NATO, cosa che non è mai accaduta. Penso che sia un errore fare promesse che non possono essere mantenute”, ha detto Borrell.

Borrel con il suo sponsor USA Blinken (segretario di Stato US)

L’UE raddoppia le spedizioni di armi all’Ucraina
In un altro punto delle sue dichiarazioni, Borrell ha annunciato che il Fondo europeo raddoppierà il contributo finanziario in aiuti militari all’Ucraina con 500 milioni di euro (548 milioni di dollari), il che contraddice le sue stesse affermazioni.

Questo intanto il capo della diplomazia europea aveva già assicurato che il blocco invierà armi in Ucraina, ma assicurando che non cerca di inasprire il conflitto con la Russia, perché, altrimenti, sarebbe la terza guerra mondiale.

Mosca ha avvertito che il coinvolgimento nella fornitura di armi e nell’invio di mercenari in Ucraina avrà la responsabilità dei paesi interessati.

Nota: Sembra incredibile l’ipocrisia e la falsità di questo personaggio di nome Joseph Borrel il quale, per disgrazia dell’Europa, risulta essere il massimo rappresentante della politica europea. Questo Borrel oggi riconosce che loro stessi, gli eurocrati di Bruxelles, hanno fatto false promesse all’Ucraina e che hanno illuso quel paese di poter entrare nella UE e nella NATO e installare quindi basi militari e missili puntati verso Mosca. Il risultato è stato quello della odierna guerra che sta diventando una macelleria fra due popoli che erano fratelli, istigati ad un conflitto frontale da personaggi come Borrel, Biden, Nuland, Blinken e Merkel. Tutti al servizio degli interessi degli Stati uniti d’America e della Gran Bretagna che volevano questo conflitto fin dall’inizio.

Fonte: Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM